Toro (quasi) recuperato

Toro (quasi) recuperato

Comincia, lentamente, a svuotarsi l’infermeria. E per un Toro che non può più sbagliare in queste ultime due partite, la notizia è sicuramente positiva. Contro l’Empoli (oggi la squadra partirà per il ritiro in Toscana), Franco Lerda potrà finalmente tornare a contare su pedine importanti, soprattutto in attacco, dove già erano diverse alternative. Ma abbondare è meglio che mancare. Come…

Comincia, lentamente, a svuotarsi l’infermeria. E per un Toro che non può più sbagliare in queste ultime due partite, la notizia è sicuramente positiva. Contro l’Empoli (oggi la squadra partirà per il ritiro in Toscana), Franco Lerda potrà finalmente tornare a contare su pedine importanti, soprattutto in attacco, dove già erano diverse alternative. Ma abbondare è meglio che mancare. Come vi avevamo anticipato ieri (leggere qui) Lazarevic è completamente recuperato, e verrà convocato dall’allenatore cuneese.

Ma buone nuove arrivano anche da parte di Andrea Gasbarroni. Il fantasista, che a Torino sta vivendo fortune alterne, sembra nuovamente tornato in odore di convocazione, dopo settimane di assenza. Un impiego nell’ultima parte della gara (si è spesso rivelato determinante in quella fase) potrebbe quindi essere anche auspicabile. Nessun problema anche per Gabionetta, che ha recuperato dagli acciacchi di inizio settimana.

Lerda però dovrà fare ancora a meno di Garofalo, Zanetti e la new entry Pratali. Per i primi due la mancanza di convocazione è certa, per il terzo no, ma, allo stato attuale delle cose, parliamo di alternative a quelli che sono i titolari. Se per il centrocampo si andrà avanti con i due “De”, in difesa il quartetto sembra ormai consolidato: Rivalta, Di Cesare, Ogbonna, Zavagno. Ma un recupero entro i play off, se mai si giocheranno, sarebbe alquanto gradito. E allora, il Toro (e Lerda) non potrà più sbagliare.

(Foto: M. Dreosti)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy