Toro, Rincon sfida Pjanic: il pressing del General per fermare il regista

Toro, Rincon sfida Pjanic: il pressing del General per fermare il regista

Il duello / I due, compagni di squadra in bianconero, si ritroveranno domani sera da avversari al Grande Torino

di Alberto Giulini, @albigiulini

Cresce l’attesa in casa Toro per la gara di domani sera contro la Juventus. Una partita molto sentita dalla tifoseria granata, che metterà di fronte due squadre in salute, che stanno portando avanti due campionati in linea con quelli che sono gli obiettivi stagionali.

COMPITI OPPOSTI – Ma il derby di domani sera sarà anche la sfida tra Tomas Rincon e Miralem Pjanic, due perni del centrocampo delle rispettive squadre. Due elementi accomunati solamente dalla posizione ricoperta in campo, dato che quanto richiesto loro dagli allenatori è completamente differente. Il bianconero, infatti, è il centrale della mediana a tre di Allegri, chiamato ad impostare l’azione e coperto da due mezzali chiamate a maggior sacrificio. Rincon, invece, è il mastino del centrocampo granata: corsa, grinta e numerosi palloni recuperati sono le cose che lo distinguono maggiormente.

Toro, il “nemico” è alle porte, serve la partita perfetta

RINCON SU PJANIC – E proprio domani sera Rincon e Pjanic si troveranno di fronte al Grande Torino. Dopo essere stati compagni per sei mesi in bianconero, i due centrocampisti si affronteranno in una partita molto sentita e nella cornice di uno stadio completamente esaurito. Ed il compito del venezuelano sarà proprio quello di andare ad impedire a Pjanic di impostare l’azione, cercando di fermare alla base le azioni bianconere. Si prospetta una partita di grande sacrificio, dunque, per Rincon, chiamato ancora una volta a dare prova delle straordinarie doti atletiche di cui è in possesso abbinate ad una grinta che in questo avvio di campionato lo ha portato ad essere uno dei pilastri della squadra.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. CUORE GRANATA 44 - 3 mesi fa

    Caro Giulini posso comprendere “la mission aziendalista”..però mi pare alquanto prematuro definire il ns. attuale percorso(non lasciamoci abbagliare dall’attuale posizione di classifica) in linea con gli obiettivi posti.Attendiamo almeno il termine del girone per vedere quanti punti avremo in carniere e compararli con quelli fatti sotto la guida del “miles gloriosus”che gli sono costati l’esonero…FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy