Toro-Sampdoria: una sfida per continuare a volare alti in classifica

Toro-Sampdoria: una sfida per continuare a volare alti in classifica

Verso Torino-Sampdoria / Granata e blucerchiati si godono una classifica speciale e si preparano allo scontro diretto con l’obiettivo di vincere per mantenersi vicini alla vetta del campionato

1 Commento

Torino-Sampdoria, una classica del nostro calcio, una sfida sempre affascinante che contrappone anche due tifoserie che vivono tra loro una forte rivalità. Questa volta però in palio non ci saranno in palio solo l’onore e i canonici tre punti, ma anche la soddisfazione di mantenersi nelle zone alte, anzi altissime della classifica, visto che con la vittoria della Sampdoria ottenuta ieri sera a spese del Bologna entrambe le squadre si trovano a far parte del ‘gruppone’ di formazioni al secondo posto in classifica con due punti di distanza dall’Inter.

ZONE ALTE – E’ chiarissimo a tutti, tifosi del Toro in primis, che la classifica dopo sole tre giornate vale quello che vale, ma continuare ad essere là davanti di certo non dispiace a nessuno. Per i granata trovarsi così in alto in classifica ad inizio campionato è una piacevole novità, visto che due vittorie e un pareggio in tre partite non arrivavano dai tempi di Emiliano Mondonico (stagione 1993/94). La Sampdoria invece è più abituata a buone partenze: nella stagione 2009-10 i doriani alla 6a giornata si trovarono anche in testa alla classifica da soli e lo scorso anno per buona parte del girone d’andata misero la testa tra le prime 3-4 della classifica, salvo poi subire una forte flessione nel girone di ritorno, proprio in concomitanza con la grande rimonta del Torino che alla fine terminò il campionato a soli due punti di distanza dai liguri.

L'esultanza di Acquah in Verona-Torino
Acquah esulta dopo il gol realizzato contro il Verona (foto: Getty Images)

IN CAMPO CON UN OCCHIO AL PRIMATO – Anche questa può essere una motivazione in più per i granata, che vorranno prendersi la rivincita del mancato accesso ai preliminari di Europa League, che lo scorso anno ha premiato proprio i doriani che pure a Torino vennero asfaltati dalla squadra di Ventura con un secco 5-1. A memoria è difficile ricordare una sfida tra il Toro e Sampdoria così ‘alta’ in classifica, anche se solo dopo poche giornate. Inoltre la graduatoria, così com’è adesso regala ad entrambe le squadre una ghiotta occasione: nel caso giungessero dagli altri campi risultati favorevoli (una non vittoria dell’Inter) la squadra che dovesse vincere la sfida si troverebbe prima in campionato, seppure in coabitazione con altre compagini. E’ ancora presto, ma si tratta comunque di una soddisfazione che a tutto il mondo del Toro farebbe molto piacere togliersi: testa dunque già a domenica pomeriggio, per vincere uno scontro diretto contro una possibile rivale per i piazzamenti europei e per continuare ad ammirare una classifica che vede il Toro lassù tra le grandi.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. maxmurd - 2 anni fa

    Quel genio (detto come lo disse Alonso…) di Ferrero a gennaio vendette Gabbiadini. Un maestro di strategia, con i vari Eto’o Cassano etc.
    La loro partecipazione in EL è stata solo un posto sprecato x l’Italia.
    Errore da non far accadere più, s’intende. Facciamo quel che dobbiamo! :)

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy