Toro quartultimo per tiri in Serie A: c’è un problema di gioco da risolvere

Toro quartultimo per tiri in Serie A: c’è un problema di gioco da risolvere

Analisi / La squadra non riesce ad orchestrare bene le azioni offensive: a soffrirne è soprattutto Andrea Belotti

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Il Torino, dopo il pareggio contro l’Atalanta, ha la necessità di tornare alla vittoria: nelle prossime tre partite il primo comandamento sarà quello di riuscire a portare a casa i tre punti (QUI i dettagli). Per farlo, però, dovrà riuscire soprattutto a creare la necessaria mole di gioco in attacco, cosa che è mancata in maniera particolare nelle ultime partite e, in generale, dall’inizio della stagione. La squadra di Mazzarri è infatti al quartultimo posto in Serie A per tiri totali in queste prime sei giornate, davanti soltanto a Bologna, Parma e Frosinone. Un problema di gioco che va risolto da subito, contro un avversario totalmente alla portata come il Chievo Verona.

Udinese v Torino FC - Serie A

BELOTTI“Mancano i gol del Gallo Belotti”, si pensa e si dice. Questa è senza dubbio una realtà, perché l’avvio del numero 9 in campionato è il secondo peggiore da quando veste la maglia del Toro: Belotti fece peggio soltanto nella sua prima annata in granata, quando c’era ancora Ventura sulla panchina e l’attaccante doveva ambientarsi. Ma perché così pochi gol fatti (soltanto 2, di cui un rigore)? Il centravanti non è supportato in maniera adeguata dalla squadra alle sue spalle: è sempre stato un attaccante che ha bisogno di giocatori di qualità che lo servano bene. Belotti ad oggi sta bene e con un adeguato sostegno, può essere letale come ha sempre dimostrato di poter essere.

Toro, buoni segnali da Lukic: anche lui merita una chance

SORIANO, FALQUE E… CROSS – Le chiavi per avere un gioco più fluido in attacco (e di conseguenza più sostegno a Belotti) le possono avere i giocatori con qualità. Il Torino dispone, ad oggi, di due elementi in particolare che possono dare molta qualità al gioco granata, ovvero Roberto Soriano e Iago Falque. In qualche modo, almeno uno dei due dovrebbe essere in campo, per poter aumentare il coefficiente qualitativo e conseguentemente anche il potenziale offensivo. Al momento lo spagnolo sta cercando di recuperare da un infortunio e la sua presenza a Verona è in dubbio, mentre il centrocampista ex Sampdoria potrebbe essere già protagonista contro il Chievo. Un’altra arma che il Torino deve imparare a sfruttare meglio sono i cross: con due centravanti di peso come Belotti e Zaza, servono traversoni dalle fasce a volonta. Considerando che il Toro ha prodotto solo 41 cross utili (il Chievo, ad esempio, 45), anche da questo punto di vista ci si aspetta che sulle fasce vengano proposti cross migliori. C’è poi il capitolo dell’intesa tra Belotti e Zaza, ancora totalmente da costruire. Insomma, a sei giornate dall’inizio della Serie A, per motivi diversi, il Toro è ancora un cantiere aperto: ma serve fare punti presto, il campionato non aspetta.

25 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. r.mitrott_327 - 2 mesi fa

    È una squadra mediocre, che si vanta per il “colpo” Zaza, e chi si intende di calcio Sa bene che è un giocatore normale, nonché molto sopravvalutato, guidati da un allenatore SCARSO PIAGNONE che non è capace di dare gioco ad una squadra! Detto qu sto arriveremo tra il 12 ed il 14 posto! Buttando al cesso un altro anno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Granatissimo1973 - 2 mesi fa

    Pensiamo a vincere e basta con o senza gioco anche con un autogoal in pieno recupero mi va bene. Per il bel gioco a breve non ho speranza, stimo molto Mazzarri ma so riconoscere i periodacci di magra, quando cioè bisogns solo badare al sodo. Sono sicuro che con un paio di vittorie tutto cambierebbe, questa squadra ha bisogno di una scossa mentale e di credere più in se stessa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-14003131 - 2 mesi fa

    Domenica bisogna vincere … punto. Per vincere occorre proporre gioco, crossare e tirare. Semplice come bere un bicchiere d’acqua…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. drino-san - 2 mesi fa

    Belotti corre troppo a vuoto, va bene il sacrificio, ma bisogna anche avere gamba per farsi lanciare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. prawn - 2 mesi fa

      non ha imparato da maxi lopez, era bravo l’argentino a far salire la squadra, fermarsi, ripassarla al centrocampo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. prawn - 2 mesi fa

    È da un po’ che scrivo che non ce la fanno proprio, ora è anche certificato dalla statistica.
    Non un giocatore in grado di saltare l’uomo (fascia o centrocampo) non uno in grado di fare un passaggio che sia utilizzabile ai fini del goal (dalla fascia o dal centrocampo).
    WM non vincerà mai l’oscar per il gioco più bello ma non ha manco gli interpreti (Ljacic? Iago? Soriano? Baselli?).

    Senza fare questi passaggi la classifica non farà altro che rispecchiare questa statistica.

    Preparatevi a piangere e a commenti negativi, contro proprio le ultime tre giocheremo presto, se Falque non ce la fa (o Soriano) non cambierà niente e quindi manco i risultati.

    Sveglia tutti, società per prima a comprar gente solo per fare soldi (Zaza in primis)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Granatissimo1973 - 2 mesi fa

    Guarda sulle vergognose contestazioni a Sergio Rossi ti do ragione in pieno, e altre volte le ho ricordate come monito a non ripetere gli sbagli del passato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 mesi fa

      Esatto. Ci vuole un po’ di buon senso , però è anche normale che i tifosi dopo un po’ ne abbiano le scatole piene di aspettare un’annata buona. Spprattutto oggi che la squadra a mio avviso, pur con delle lacune, ha potenziale per lottare per il settimo posto almeno.
      Su Rossi diciamo che purtroppo per lui arrivava dopo Pianelli mentre Cairo è arrivato dopo Cimminelli…Infatti lo chiamavano Papa Urbano, ricordi. Il Salvatore.
      Poi abbiamo scoperto che anche Cairo non ci avrebbe fatto sognare ma solo impedito di fallire.
      Se quest’anno la squadra farà un brutto campionato si cercherà il capro espiatorio. Alcuni lo troveranno in Cairo o in Petrachi, molti in Mazzarri. Compreso il presidente, vedrai.
      Mi auguro non succeda e attendo fiducioso di vedere un Toro agguerrito.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 mesi fa

    Sicuro Mazzarri non ha ancora trovato la quadra.
    Il suo Toro non ha nessuna identità.
    Gli attaccanti non vengono serviti
    Siamo noiosi e prevedibili.
    Finché non subiamo gol pensiamo quasi solo a difenderci.
    Il rodaggio ci sta ma non può durare molto. Se questa squadra non cambia registro nelle prossime abbordabili partite e dopodiché non trova un suo modo di giocare ben definito, penso che Cairo lo manderà a casa.
    Non lo auspico perché sarebbe l’ennesima stagione buttata via, ma il pericolo che questo avvenga oggettivamente c’è.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Kieft - 2 mesi fa

    Per giocare con zaza e belotti bisogna avere due giocatori in fascia. 442 è il modulo più adatto per due centravanti. De silvestri e olà Amina hanno un gran fisico ma limiti tecnici ( soprattutto de silvestri). Mazzarri è un allenatore con mi è mai piaciuto. Difesa e organizzazione ma con il Napoli solo contropiede con cavani Lavezzi e hamsik al Inter ha fallito e al wotford non mi sembra abbia entusiasmato….poi mettere in panchina Ljiaic per tutte quelle partite per poi dover tornare indietro a forza di prestazioni è stata una dimostrazione di incompetenza….mi sarebbe piaciuto vedere ventura con la squadra che ha avuto mihalovic

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 2 mesi fa

      Sono d’accordo su tutto, anche io curioso di Ventura con la qualità di quell’attacco.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Granatissimo1973 - 2 mesi fa

    Coppa uefa 1992 ritorno dei sedicesimi Boavista Torino 0 a 0, granata che forti del 2 a 0 dell’andata passano il turno giocando una partita barricadera quasi solo in difesa. Su Toro news decine di commenti schifati per quel testone di Mondonico che avendo in squadra gente come Scifo, Martin Vazquez e Lentini fa giocare il Toro così male. Richiesta a gran voce la cacciata dell’allenatore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. torracofabi_914 - 2 mesi fa

      Era un altra situazione, c’era un risultato da difendere… Qui non c’è nulla da difendere bisogna vincere le partite per fare punti ed arrivare ad uno scopo, e per fare tutto ciò bisogna avere un gioco che il Toro attualmente non ha e sinceramente a mio avviso non ci è nemmeno vicino. Capisco e rispetto la tua simpatia o fiducia per Mazzarri però, a furia di dare tempo agli allenatori sono ormai decenni che aspettiamo una squadra competitiva, quest’anno Cairo ha speso ed ho l’impressione che stia andando tutto male perché una rosa potenzialmente competitiva non riesce a trovare un gioco. C’è bisogno di un uomo decisivo in qualità che abbiamo venduto e non sostituito. Qualcuno probabilmente non ha voluto un regista…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 mesi fa

      Nel 1992 c’era un entusiasmo intorno al Toro che oggi ci possiamo solo sognare
      26000 abbonati
      Altri 10000 si aggiungevano mediamente allo stadio ogni domenica .
      Era una gran bella squadra
      Io ero tra gli abbonati in curva e non ricordo nessun mugugno.
      Mondonico era un allenatore molto attento alla tattica ma rispetto a Mazzarri aveva una marcia in più.
      E inoltre era simpatico, genuino e cresciuto nel Filadelfia (quello vero )
      Altri tempi. Niente di paragonabile ad oggi.
      Piuttosto potresti citare le contestazioni a quel gran signore di Sergio Rossi presidente, che alla fine si dimise e al suo posto arrivarono gli sciacalli di cui ancora oggi paghiamo le conseguenze.
      Come dire, hai ragione, non protestiamo troppo perché non tutto fa schifo, ma neanche sta andando come potrebbe e dovrebbe.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Granata - 2 mesi fa

    Sono andato a vedermi i dati degli strisciati capo classifica. Interessante notare come contro il Chievo abbiano fatto 27 tiri totali e contro la Lazio 9 !!!! Questo , credo, voglia dire che è fondamentale l’avversario. Ora non voglio dire che il Toro sia una squadra offensiva, tutt’altro, ma è normale che incontrando Roma Inter Napoli Spal su quel campo i tiri siano al lumicino. Aspettiamo un girone per fare questi articoli in modo da avere un metro di confronto esatto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Héctor Belascoarán - 2 mesi fa

      Possiamo aspettarne anche 2 di gironi, per poter avere una classifica più realistica :-)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata - 2 mesi fa

        Sei simpatico. Facciamo che prendiamo gli anni degli allenatori in carica rispettivamente ? O preferisci gli anni di presidenza ?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Granata - 2 mesi fa

        Ovviamente scherzo

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. valex - 2 mesi fa

    Quartultimo? Pensavo fosse ultimo. :-)

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Hagakure - 2 mesi fa

    Un solo problema da risolvere…????

    Questa è la migliore della settimana…!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. torotranquillo - 2 mesi fa

    Venduto Lijiac 1° problema
    Manca Iago Falque che è il capocannoniere del Toro da 2 anni
    Comprato Zaza inutile nel modo di Mazzarri (meglio comunque Iago) a meno che si faccia male Belotti
    Sistemata difesa e centrocampo di incontristi, mancano piedi buoni (oltre a Ljiajic o chi per lui)
    I tanto importanti laterali fondamentali nel modulo di Mazzarri sono De Silvestri e Ola Aina che sono ottimi elementi ma non dal punto di vista attacco e assist.
    Aggiungo Damascan operazione ridicola, Berenguer e Parigini non in grado mai di superare l’uomo o di fare un cross (lasciamo perdere le punizioni). Belotti incapace di tirare le punizioni dal limite ( dai di novo con Ljiaic, ma fatele tirare comunque a qualcun altro).
    Ultima critica, dopo i complimenti per l’acquisto di Meite e anche di Dijdj, ma tanta difensività non era meglio sfoggiarla col Napoli?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Cecio - 2 mesi fa

      Tutto coretto, a parte che Iago è stato il capocannoniere del Toro solo l’anno scorso perchè l’anno prima il Gallo ne ha fatti 26.
      Aggiungo che preso Soriano, si sono visti quasi costretti a vendere Ljajic…errore che ho paura ci porteremo dietro per tutta la stagione.
      Ma tanto l’importante è “primo non prenderle”…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Héctor Belascoarán - 2 mesi fa

        Come se fossero la stessa cosa…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. gian.ca_52 - 2 mesi fa

    Questa statistica dimostra inequivocabilmente la sterilità del gioco offensivo di Mazzarri, al netto di arbitraggi sfavorevoli, di infortuni e di disarmonie create da noi soliti criticoni…una squadra che ha ambizioni non può avere simili statistiche offensive. Ora vediamo di fare bottino pieno nelle prossime 3 e poi ne riparliano, sempre che si riesca a vincere fuori casa con Chievo e Bologna…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. user-13658280 - 2 mesi fa

    il ruolo di belotti sarebbe anke di fare qualke sponda x i compagni e mandarli al tiro non è ke lui è abilitato solo x i tiri in porta

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy