Toro, senza la testa non vai da nessuna parte

Toro, senza la testa non vai da nessuna parte

Barreto che interrompe un lungo digiuno e pareggia il gol dell’ex Dzemaili. Poi Gillet tiene in piedi il risultato parando il rigore calciato da Hamsik. Il primo tempo di Toro-Napoli aveva lasciato ben speranti tutti i tifosi.
Nella ripresa, invece,…
Barreto che interrompe un lungo digiuno e pareggia il gol dell’ex Dzemaili. Poi Gillet tiene in piedi il risultato parando il rigore calciato da Hamsik. Il primo tempo di Toro-Napoli aveva lasciato ben speranti tutti i tifosi.
Nella ripresa, invece, un altro gol del centrocampista azzurro rischiava di affossare definitivamente i granata. Le sostituzioni di Ventura hanno poi illuso i tifosi, con Jonathas e Meggiorini in gol – e che gol – che ragalavano alla Maratona un Pasqua da sogno. Ci ha poi pensato Cavani a rovinare tutto, trasformando il sogno in incubo. O più semplicemente, mettendo il Toro davanti alla realtà dei fatti: l’ennesimo crollo nei minuti finali, l’ennesima ottima prestazione gettata alle ortiche. Il solito black out.
Dice bene Ventura: tenendo le giuste distanze il risultato, forse, sarebbe stato diverso. Semplice. D’altronde, contro una squadra come il Napoli che vanta individualità di un certo spessore, non puoi permetterti certe distrazioni: attaccando gli spazi a testa bassa, perdendo il filo della ragione.
Detto questo, qualcosa di buono resta. Il Toro scopre di avere in casa un bomber di razza, Jonathas, che ha ancora ampi margini di miglioramento: un giocatore da non farsi sfuggire. La squadra di Ventura, come per magia, ritrova anche un Barreto caparbio e capace di giocare da prima punta. E Gillet? Il Gatto di Liegi adesso è tornato anche a parare i rigori.
Insomma, le premesse per tornare grandi ci sono tutte. E lezione più importate, quella che deve restare bene impressa nella memoria dei granata, è che con il cuore si possono superare tutti gli ostacoli. Ma senza la testa, non si va da nessuna parte.
 
Buona Pasqua tutti!
 
Manolo Chirico (parlane con me su twitter @ManoloChirico)
 
 
(foto M.Dreosti)
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy