Toro, Spalletti è solo l’ultimo: quanti complimenti da allenatori avversari

Toro, Spalletti è solo l’ultimo: quanti complimenti da allenatori avversari

L’approfondimento / Diversi tecnici di Serie A hanno speso parole importanti nei confronti dei granata

di Alberto Giulini, @albigiulini

C’è una costante in questo campionato: in più di un’occasione, infatti, diversi addetti ai lavori hanno speso parole importanti nei confronti del Toro. Parole di circostanza? Non soltanto, i granata sono stati destinatari di numerose dichiarazioni su qualità e ambizioni della squadra che sono andate oltre le solite parole di rito.

CONCORRENTE CHAMPIONS – L’ultimo, in ordine cronologico, è stato il tecnico dell’Inter Luciano Spalletti nella giornata di ieri. “Corsa Champions? C’è anche il Torino, se darà continuità agli ultimi risultati” ha detto il toscano, ponendo i granata tra quelle squadre che ritiene in corsa per un posto nella massima competizione europea. Esagerato? Probabilmente sì. Ma sulle ambizioni del Toro, a dicembre, si era espresso anche l’allora allenatore del Genoa Ivan Juric: “I granata fanno sempre meglio anno dopo anno e puntano molto in alto. Sono stati discontinui, ma rimangono una squadra forte”. 

Torino-Chievo, prevendita a gonfie vele: “Grande Torino” verso il pienone

DIFFICILE DA AFFRONTARE – Facendo un salto indietro fino ad inizio novembre, importanti attestati di stima sono arrivati anche dal tecnico blucerchiato Marco Giampaolo: “Il Torino? A differenza nostra è una squadra costruita per centrare l’Europa League. Sono forti, fisici e muscolari ed è difficilissimo affrontarli perché contro di loro non si riesce ad esprimere il proprio gioco”. E sul punto di vista del fisico si è espresso anche Stefano Pioli, che ha identificato il Toro tra le migliori squadre del campionato quanto a fisicità dei giocatori. Infine, Gian Piero Gasperini – l’ultimo allenatore ad essere sconfitto dal Torino – ha esternato sia prima sia dopo la partita di sabato scorso la convinzione del fatto che il Torino sia a tutti gli effetti una concorrente dell’Atalanta per una qualificazione in Europa League. Gli avversari sono consapevoli dei mezzi del Torino, ora spetta ai granata confermarsi partita dopo partita e diventare, loro per primi, consapevoli delle proprie qualità al fine di raggiungere un obiettivo mai dichiarato apertamente ma di sicuro molto chiaro: la qualificazione in Europa League.

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Cecio - 4 settimane fa

    L’unica cosa positiva di questi commenti è al consapevolezza che gli avversari quest’anno ritengono loro concorrenti per l’obbiettivo finale.
    Esagerando direi che addirittura ci temono, il che deve farci piacere perché era da qualche anno che nessuno ci filava di pezza.
    Ora però non devono dare ascolto a ciò che dicono gli altri, testa bassa e piedi per terra che ancora non abbiamo fatto nulla!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. anpav - 4 settimane fa

      Che ci temano è palese. Abbiamo appena battuto Inter e Atalanta, non abbiamo perso a Napoli. addirittura contro queste 3 non abbiamo nemmeno subito un gol. Chiunque debba giocare contro di noi sa già che sarà dura. non solo vincere, ma anche segnare. Sono belle sensazioni. Sensazioni a cui non siamo nemmeno proprio abituati. Dovremmo esserne lieti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. malva - 3 settimane fa

        Esprimiamo il nostro gioco al meglio contro squadre che ci attaccano o che sulla carta sono più forti, il problema è vincere contro squadre che si arroccano in difesa e noi non riusciamo ad avere un gioco propositivo. le prossime tre partite dimostreranno se veramente siamo in condizione di lottare per l europa

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. GranataForce - 4 settimane fa

    Tifiamo Toro e basta…
    I commenti degli avversari lasciano il tempo che trovano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy