Toro, sugli esterni pesano le assenze forzate di Ansaldi e De Silvestri

Toro, sugli esterni pesano le assenze forzate di Ansaldi e De Silvestri

Focus on / I guai fisici di Ansaldi e De Silvestri hanno complicato non poco i piani di Mazzarri in questo avvio di campionato

di Roberto Bianco
L’infortunio di Cristian Ansaldi, dopo 20 minuti di Inter-Torino, 26 agosto, seconda giornata di campionato, e gli stop a singhiozzo di Lorenzo De Silvestri, fuori con il Napoli e costretto a uscire a metà primo tempo con Roma e Chievo, hanno creato non pochi mal di pancia al Torino in questo avvio di stagione. La qualità dei due giocatori di fascia è venuta a mancare al gioco di mister Mazzarri e agli equilibri di squadra, penalizzando più di quanto possa sembrare il cammino del Toro nelle prime sette giornate di campionato.

Toro, le ultime dal Fila: solo terapie per De Silvestri, Frosinone lontano

L’assenza dei due esterni titolari ha costretto l’allenatore a gettare nella mischia il giovane talento Ola Aina, giunto sotto la Mole in estate, via Chelsea, dall’Inghilterra. Il terzino di origini nigeriane è sceso in campo in tutte le partite fin qui disputate, totalizzando 489 minuti di gioco, ben più di quanto fatto da De Silvestri, fermo a 394. Un minutaggio insperato solo due mesi fa per la stellina dei blues. Fresco di Serie A, Ola Aina avrebbe dovuto poter crescere per gradi, secondo i piani mazzarriani di un periodo di apprendistato. Si è invece ritrovato fin da subito in mezzo alla mischia, a onor del vero senza deludere, e anzi, mettendo in mostra qualità interessanti, al netto di qualche peccato di gioventù.


Di necessità ha dovuto fare virtù anche Alejandro Berenguer, esterno d’attacco costretto a giocare su tutta la fascia per sopperire ai guai fisici dei compagni. Un ruolo già ricoperto a sprazzi nel campionato spagnolo, ma che di certo non può considerarsi distintivo del giocatore. E se il suo talento offensivo ha dato qualcosa in più in avanti, di certo dietro il Toro ha pagato qualcosa in termini di tenuta difensiva.In questa prima fase di campionato avrebbe fatto parecchio comodo al Toro l’esperienza e la grinta di un ex come Molinaro, che venerdì venderà cara la pelle con il suo Frosinone. Una garanzia su cui – sommando la partenza in estate di Barreca – Mazzarri non ha potuto contare. Il mercato di riparazione è ancora lontano, ma considerando quando accaduto, è più di una previsione il fatto che per i granata sarà necessario guardarsi attorno per evitare di soffrire ancora sugli esterni.
10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. SemperFidelis - 2 mesi fa

    Sicuramente la società ha preso un rischio con la coperta corta sui terzini, ma punterei il dito sullo staff medico vedi Obi mai finito una partita, Belotti l’anno scorso rientro anticipato con il secondo infortunio e Lollo quest’anno che non doveva giocare in quanto non è mai riuscito a finire una partita.
    Detto questo anche la gestione giocatori mi sembra anni 80, 11 titolari e 4 riserve, sinceramente Bremer Lukic Zaza li avrei dato più spazio lasciando riposare Moretti Meite e Belotti.
    Inserire giocatori solo causa infortuni non mi sembra una buona programmazione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. luna - 2 mesi fa

    Con Ansaldi e Ola Aina evantuale sostituto eravamo appena coperti (con dei rischi come dimostrano i fatti).
    A destra, pur avendo Ansaldi che all’occorrenza avrebbe potuto sostituire De Silvestri lasciando il suo posto ad Ola Aina, i rischi già segnalati in campagna acquisti sarebbero stati troppi. La paura di una coperta troppo corta manifestate sempre a fine estate è stata dimostrata ora dai fatti.
    La domanda è: si poteva prevedere che Ansaldi e De Silvestri si sarebbero infortunati? La risposta è si.
    Si poteva prevedere che si sarebbero potuti infortunare nello stesso periodo? La risposta è no, ma la differenza nel calcio professionista la fanno i dettagli, non bisogna sfidare la fortuna, bisogna pensare sempre ad una soluzione (soprattutto quando i rumors della tifoseria in campagna acquisti danno l’allarme).
    Per Fortuna la partita di domani ci permetterà ,speriamo, di far riposare Lollo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. SiculoGranataSempre - 2 mesi fa

    Chi è causa dei suoi mali… 6 centrali e 3 terzini, di cui uno 32 anni e l’altro 30. Evitare di soffrire ancora? La sofferenza poteva essere prevista. Nel modulo con tre in difesa sulle corsie esterne a volte servono ali ma spesso terzini.Mazzarri avrà quindi messo in conto nelle sue disponibilità Berenguer e Parigini. A questo punto le cose sono due: o non deve lamentarsi degli infortuni perché ne ha comunque 3 disponibili oppure ha sbagliato a non chiedere almeno un altro terzino. E meno male che Aina c’è.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Madama_granata - 2 mesi fa

    Dissento dall’articolo.
    Cito: “Molinaro, sommato a Barreca, una garanzia su cui MAZZARRI NON HA POTUTO CONTARE”.
    NON HA VOLUTO, NON NON HA POTUTO! È stata sua la scelta ( giusta? sbagliata?) di allontanare i 2 giocatori!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. TOROHM - 2 mesi fa

    non rimpiangiamo molinaro dai.Bravo ragazzo ma lo scorso anno fra rigori fatti e cazzate assortite ci ha fatto perdere un monte di punti.Grazie per la dedizione ma resta al Frosinone.Se c’era lui magari Aina non avrebbe mai giocato e mai l’avremmo scoperto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. KanYasuda - 2 mesi fa

    Pesa molto di più l’assenza di Ansaldi ( che si infortuna come frequenza nello stesso modo di Obi ) rispetto a quella di De Silvestri.
    Se fosse vero che il gioco di Mazzarri punta sulle fasce, non vedo perchè si è fatto di tutto nel non potenziare questo reparto durante il mercato, e se proprio dobbiamo arrangiarci, forse la prospettiva Berenguer-Aina, non è molto peggio…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-13719128 - 2 mesi fa

    Mi sembra che sapendo che Mazzarri puntava sul 352 non avere almeno 4 terzini di ruolo è stato assurdo. I risultati si sono visti con il Napoli con Berenguer infilato regolarmente dagli esterni avversari. Nella prossima partita può non essere un problema,ma spero non continui ĺ ‘emergenza per non perdere (come al solito )troppi punti prima del mercato di gennaio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-14003131 - 2 mesi fa

      Già…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. prawn - 2 mesi fa

    Beh e’ chiaro che il gioco di mazzarri punta tutto sulle fascie, per cui no fascie = no gioco. Ma non si poteva fare uno sforzo in piu’ durante il calciomercato?

    Questa situazione e’ stata altamente anticipata e predetta non soltanto dal sottoscritto ma da tanta tanta gente su TN

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 2 mesi fa

      Scusa ma il plurale di fascia è fasce , no ? :)

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy