Toro, tra ottimismo e ambizione. E Cairo alza l’asticella

Toro, tra ottimismo e ambizione. E Cairo alza l’asticella

Analisi / Il presidente infonde buon umore e vede l’Europa: ma quali sono le reali ambizioni granata?

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Il Torino si appresta, nel corso di questa settimana, a riprendere il proprio campionato dopo i due successi consecutivi contro Chievo Verona e Frosinone, non senza patemi, considerando che sono ultima e penultima in classifica. Ma nonostante questo, il Torino ha ottenuto quello che doveva, vale a dire sei punti in due gare, che hanno lanciato i granata ad un punto dall’Europa League e addirittura a tre punti dalla Champions League. A sottolineare questo aspetto è stato lo stesso Urbano Cairo che, nella serata di ieri, ha precisato: “Dall’Europa League a un punto, la Champions League a tre punti avendo avuto anche qualche inconveniente e qualche disavventura con la VAR tutto sommato è un ottimo risultato.” (QUI l’intervista completa)

Torino, Cairo: “A tre punti dalla Champions nonostante il VAR”

ASTICELLA – Un presidente, quindi, che vuole vedere il bicchiere mezzo pieno di queste prime otto giornate di campionato e che non nasconde una qual certa ambizione, considerando che le zone interessante non sono effettivamente così lontane come lo erano qualche giornata fa. Se Cairo non ha mai nascosto il fatto che se non arrivasse l’Europa League sarebbe un po’ una delusione per lui e per il Torino stesso, il numero uno granata ha anche alzato di un po’ l’asticella, parlando addirittura di Champions League.

Torino FC v SPAL - Serie A

AMBIZIONI – Notare il fatto che il Toro abbia fatto sei punti in due partite è doveroso, come lo è anche andare a vedere il tipo di avversario e la modalità con le quali quelle vittorie sono arrivate. E da questo si può capire già molto: ad oggi, il Torino non può pensare di ambire alla Champions League, perché ci sono squadre ben più attrezzate che stanno già lottando per un posto: dalla Juventus al Napoli, passando per le due milanesi e le due romane che si giocano i primi quattro posti. Parlare di Europa League, per il Toro, è parlare del vero obiettivo stagionale ma non sarà affatto facile: al momento c’è da battere la concorrenza di squadre come Sampdoria, Sassuolo (che sta sorprendendo tutti, soprattutto dal punto di vista del gioco), Fiorentina e anche Genoa, che può vantare il capocannoniere del campionato – con già tre gol di distacco su tutti gli altri. Quindi, per concludere, questa ondata di ottimismo fa bene al Torino, che deve continuare a lottare: per emergere, quest’anno servirà qualcosa in più di molte altre squadre.

18 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Pazko - 1 mese fa

    E’ anche giusto che sia ottimista, non costa niente. Io direi invece che : il gioco non entusiasma – i giocatori non sono ancora al massimo soprattutto Belotti, che però risente anche del non gioco) – siamo comunque a pochi punti dalla EL (nostro unico obbiettivo) – se si continuano a fare punti anche giocando così così, va bene lo stesso.
    Detto questo, Bologna sarà già un esame importante, così come la Fiore in casa la domenica (o sabato) successiva. Se saremo ancora a un punto dalla EL, potremo essere ottimisti anche noi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. SteGranata77 - 1 mese fa

    Quelli che ho “vissuto”: Gian Mauro Borsano, Roberto Goveani, Gianmarco Calleri, Massimo Vidulich, Giuseppe Aghemo, Attilio Romero, Pierluigi Marengo, Urbano Cairo

    Tolto il periodo Borsano in cui ero troppo giovane per valutazioni economiche vorreste veramente cambiare? Forse non c’erano i Forum una volta ma non mi ricordo tanto accanimento contro presidenti che hanno voluto veramente male al Toro come lo vedo con Cairo.

    Da quanto tempo diversi giocatori del Toro, ultima partita a parte, non frequentavano la nazionale?

    Io capisco che vorremmo Modric, Bale, … ma non abbiamo quei soldi per comprarli e permetterci ingaggi.

    Poi onestamente sulla carta ad inizio stagione ero contento e quando abbiamo preso Soriano ero ultra contento. Ora contano i giocatori, sono loro che entrano in campo.

    Mio modesto parere nel rispetto di tutti gli altri :)

    Buona serata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Claudio70 - 1 mese fa

    Io credo che la corsa sarà su Fiorentina e Sampdoria.
    Per quello che riguarda la seconda, ormai si è visto che le squadre di Giampaolo partono bene e poi si spengono da Gennaio in avanti.
    La Fiorentina invece ha una rosa di qualità, con Simeone, Pjaca e Chiesa, ed ha un punto in più ottenuto con aiutini vari, quindi armiamoci di ottimismo e Forza TORO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Marchese del Grillo - 1 mese fa

    Avrà visto qualche altra cosa nello specchietto! Se non la smette farà la fine di Grimilde.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Hagakure - 1 mese fa

    Eccolo qui, il solito bracciamozze, che prima non dice nulla “per scaramanzia” e parla di vivere alla giornata, ma poi non riesce proprio a stare zitto e ricomincia con le sue “esternazioni pubbliche” sulla squadra, fatto salvo poi, se per caso le cose non dovessero andar bene, scaricare l’allenatore e dire che l’obiettivo dell’EL era dell’allenatore medesimo e non il suo…..!!!!!

    Mah….!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. TOROHM - 1 mese fa

    Ma un po’di ottimismo non ce l’ha nessuno?
    E che cavolo non siamo ad un quarto delle partite da disputare e già distano tutto.Belotti deve ancora carburare Soriano e Iago idem più qualcun’altro.E poi abbiamo la variabile impazzita Parigini che spariglia tutte le carte.Suvvia abbimo un po’ di fede.Naturalmente granata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 1 mese fa

      Sai cosa? Ne abbiamo viste e sentite troppe, e dopo un po’, francamente, ti passa la voglia. Poi siccome il buongiorno si vede dal mattino…
      Diciamo che le prossime tre/cinque, con organico quasi al completo, saranno decisive per capire di che pasta siamo fatti e dove possiamo arrivare.
      Spero che sappiano sbugiardarmi alla grande. Spero!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. sempre_toro - 1 mese fa

    Quello che conta sono i fatti!

    8 partite , 3 vinte, 3 pareggiate, 2 perse con 9 gol fatti e 9 subiti
    per un totale di 12 punti che ci portano al 12esimo posto in classifica.

    Fermo restando che rimangono ancora un sacco di partite, ad oggi non siamo messi bene , perché bisogna considerare che tutte le squadre che ci stanno davanti (tolto il Parma) hanno un organico pari (sassuolo/samp) o superiore al nostro (tutte le altre).

    Quindi non credo che l’europa sia alla portata del toro…….. poi i giocatori , l’allenatore e la società mi smentiranno coi fatti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bilancio - 1 mese fa

      A parer mio, la nostra rosa non è inferiore alle altre (escluse le prime 6) anzi, non cambierei la nostra rosa con quella di altre. Secondo me, il VAR fara’ la differenza, ancora quest’anno.
      Poi il buon Cairo, che sto ricominciando ad apprezzare (nonostante io sia Bilancio e Cairese) sa, Lui sa dove sta di casa la stanza dei comandi ed è gia passato a schiacciare qualche bottone. Inutile nasconderselo, ma in questo calcio malato, o sei amico di..o non vai tanto lontano e quindi, nonostante i Valeri ed i Collina, presto avremo una TERZA coppa, (come un tempo) e noi ci saremo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. parodifran_204 - 1 mese fa

    Mi fa ridere leggere certi commenti..
    Se c’e un allenatore che può portare punti e quindi l’Europa è Mazzarri.
    Ci sono allenatori incensati da stampa e tv (Giampaolo) che hanno fatto come miglior risultato un decimo posto.
    Mazzarri ha portato due volte il Napoli in CL e vinto una Coppa Italia.
    Senza il Var ( o meglio con) avremmo 15 punti, cioè una media di quasi due a partita, malgrado un calendario non semplice, e questo vorrebbe dire Europa.
    Tutto il resto sono chiacchiere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. marcocalzolari - 1 mese fa

    Solo a me sembra che Cairo non abbia alzato nessuna asticella?
    Ha semplicemente detto che senza gli almeno 3 punti tolti dal VAR saremmo là davanti, in zona Champions.
    E questo dovrebbe far riflettere i commentatori che non perdono occasione per criticare la squadra, il presidente, il Mister.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. schmat - 1 mese fa

    L’unica cosa che conta, ora come ora, è non perdere il treno (cosa che stiamo riuscendo a fare increidbilmente). C’è sempre un punto della stagione in cui il gruppo si fraziona in 2-3 gruppi, e lì è importante essere nel primo di essi. Nel momento in cui il primo gruppo acquisisce 6-7 punti di vantaggio sul secondo gruppo, è quasi matematico che si è usciti dai giochi per l’Europa. Il resto son vaneggi!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. michelebrillada@gmail.com - 1 mese fa

    caro presidente se vuole ambire in alto deve esonerare mister porte chiuse e assumere un allenatore che dia un gioco alla squadra cosa che con il mister attuale non è possibile

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marcocalzolari - 1 mese fa

      Ha sentito Pres, prenda Guardiola.
      E Messi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Riba - 1 mese fa

        Il Presidente ha già preso RCS ed è molto più furbo e più contento di noi…don’t worry! Per quanto riguarda il gioco e WM stendiamo un velo pietoso e speriamo a fine anno di continuare a leggere i tuoi commenti entusiasti di questo gioco e di questa società perché vorrà dire che avevi ragione tu. Quindi per il bene del Toro sarei contento di dovermi ricredere

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. GlennGould - 1 mese fa

    La classifica attuale è relativa, viste le poche giornate. Prendendo spunto dagli argomenti dell’articolo dico che la Samp è storia scritta; andata da champions o quasi, ritorno da retrocessione. Vedremo se il milan e la roma riusciranno la prima a rivelarsi grande squadra e la seconda a confermarsi. Al momento, di squadre “fuori mercato” vedo juve e napoli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. ellelibo_669 - 1 mese fa

    concordo. e’ presto per parlare..per andare in Europa bisogna finalmente fare 60 punti, anzi 65 a fine campionato. cose mai viste fino ad ora..la media punti attuale ci porterebbe solo a sfiorare i 60 ma abbiamo obiettivamente avuto un calendario difficile. Mazzarri magari non fa spettacolo ma ha sempre fatto punti.. lasciamoglieli fare…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. SiculoGranataSempre - 1 mese fa

    Non diciamo fesserie. Allora il Parma è già in Europa League e ad 1 punto dalla Champions! Non ci sono motivi ad oggi per montarsi la testa. Ci sono invece molti motivi per provare ogni partita a giocare meglio, far girare il centrocampo e segnare qualche gol. Poi si vedrà. Diamine, siamo ancora alla nona su 38 partite. Scherziamo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy