Toro, un finale in chiaroscuro crea il divario con l’anno scorso

Toro, un finale in chiaroscuro crea il divario con l’anno scorso

Per i granata cinque punti in meno rispetto alla passata stagione, che nella migliore delle ipotesi diventerebbero tre. Si tratta, comunque, di una grande annata

Con la sconfitta del Meazza contro il Milan il Torino di Giampiero Ventura deve dire definitivamente addio alla speranza di disputare l’Europa League per il secondo anno di fila.

Lo scarso rendimento delle ultime giornate, che ha visto i granata soccombere con Empoli, Genoa e Milan, mette il Toro sotto anche per quanto riguarda il confronto con la scorsa stagione, quando l’Europa arrivò in ogni caso grazie alle note vicende relative al Parma.
All’epoca, a una giornata dal termine, la squadra di Ventura aveva infatti 56 punti, mentre ora ne ha 51, ovvero cinque in meno.
All’ultima partita, a Firenze contro la Fiorentina di Montella, arrivò uno storico pareggio per 2-2 con il rigore fallito da Cerci al fotofinish, e i punti finali divennero 57. Ora, con una vittoria casalinga contro il Cesena, il Toro può arrivare a 54, motivo per cui, anche nella migliore delle ipotesi, chiuderebbe comunque con uno scarto di tre lunghezze rispetto alla passata stagione.
Al di là dei numeri e delle ultime gare non certo eccelse, al Torino resta la consapevolezza di aver disputato una grande annata, condita da vittorie che i tifosi ricorderanno per lungo tempo come quella di Bilbao o quella nel derby di ritorno all’Olimpico contro la Juventus di Massimiliano Allegri.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy