Torino, Zaza-Belotti-Falque contro il Frosinone? Mazzarri ci pensa davvero

Torino, Zaza-Belotti-Falque contro il Frosinone? Mazzarri ci pensa davvero

Verso il match / Il fantasista galiziano è tornato a lavorare a pieno regime, Mazzarri pensa al 4-4-2 visto nel finale di Verona

di Nicolò Muggianu

Belotti e Zaza con Iago? Certo che si può“. Lo aveva anticipato Walter Mazzarri al termine di Chievo Verona-Torino ed ora l’idea di vedere insieme dal 1′ i tre tenori offensivi del Torino potrebbe diventare realtà. Una strada considerata potenzialmente percorribile dal tecnico di San Vincenzo, che adesso starebbe valutando di proporre il terzetto offensivo dal 1′ già dal prossimo match contro il Frosinone. Un modulo che, di fatto, sarebbe lo stesso visto nel finale del Bentegodi: 4-4-2 con Izzo e Aina terzini e Berenguer e Iago Falque come esterni offensivi.

CONFERME – Un’idea concreta, che in queste ore sta balenando nella mente di Mazzarri. Due i motivi principali: innanzitutto le indisponibilità di Ansaldi e De Silvestri – che salvo stravolgimenti dell’ultimo minuto non saranno pronti per scendere in campo dal 1′ contro il Frosinone – ma soprattutto motivi di natura tecnico-tattica e di ‘forma’. L’ultima settimana di allenamenti infatti ha evidenziato più elementi che potrebbero avvallare questa tesi. Innanzitutto la strepitosa forma fisica di Simone Zaza che, dopo il gol-vittoria del Bentegodi, lunedì scorso è tornato ad allenarsi con la stessa voglia. Il risultato? Cinque gol in allenamento e tanti segnali positivi mandati a tecnico e tifosi presenti. Ma la settimana ha portato ottime notizie anche sul fronte Iago Falque: dopo la decina di minuti disputati a Verona, il galiziano in settimana ha svolto test fisici che avrebbero rivelato uno stato di forma in continua crescita.

Toro, le ultime dal Fila: solo terapie per De Silvestri, Frosinone lontano

IDEE – Anche per questo Mazzarri potrebbe pensare a schierare i suoi tre assi dall’inizio già domani contro il Frosinone. Una mossa con un’impronta spiccatamente offensiva e che, se confermata, potrebbe portare a vedere sul campo lo stesso 4-4-2 che ha permesso al Torino di strappare i tre punti contro il Chievo: Aina e Izzo terzini, Berenguer e Falque esterni e la coppia d’attacco Zaza-Belotti di nuovo insieme dal 1′ dopo la deludente prova di due settimane fa contro il Napoli. Un’ipotesi valida che, viste le premesse, non può essere esclusa a priori. Ora la palla passa a Mazzarri. Il tecnico toscano dovrà valutare tutti i pro e i contro, per poi trovare gli undici ideali per mettere in difficoltà il Frosinone.

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Marco Toro - 1 mese fa

    Qui si danno i numeri in tutti i sensi, Izzo terzino, Falque esterno nel 4-4-2, 4-4-2? Non penso che Mazzarri abbia mai schierato un 4-4-2 e mai lo farà al massimo domenica contro il Chievo abbiamo finito con il 3-4-3 e domani potrebbe schierare il 3-4-3, sicuramente non il 4-4-2.. Ahahahahah

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. fabio.tesei6_157 - 1 mese fa

    Per pensare ci vuole la testa. Non deve solo servire per dividere le orecchie. A parte gli scherzi adem è stato venduto per comprare Zaza.Quindi se il ragazzo è in forma ottimale devono giocare insieme contro qualsiasi avversario.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. granata - 1 mese fa

    Far giocare Iago Falque-Belotti-Zaza è il minimo che può fare Mazzarri. Si è già perso troppo tempo in tentennamenti e titubanze. Quali le alternative? Ci dimentichiamo già le enormi difficoltà a costruire occasioni da gol avute anche contro il Chievo per 88′? Ci dimentichiamo che nella partita precedente contro l’ Atalanta non abbiamo fatto nemmeno un tiro in porta? Di che cosa stiamo parlando? Sembra che Mazzarri abbia tante alternative valide, ma il campo ci ha detto che non è così, che questo Torino ha bisogno di qualità e di potenza in campo e alle spalle di quei tre non è che ci sia grasso che cola. Secondo me bisognerebbe anche trovare un posto a Soriano, magari spostando Iago Falque esterno basso, alla Florenzi, e sacrificando Berenguer che, se non ci si limita all’ assist per Zaza, contro il Chievo non ha brillato soprattutto in fase difensiva. Poi ci sono altri problemi da afforntare: l’ utilizzo di un Moretti che inizia a denunciare i suoi 37 anni, l’ involuzione di Meitè. Su Baselli non mi soffermo è un “vorrei ma non posso”. IL Frosinone non appare avversario irresistibile e non vorrei che subito nascessero entusiasmi eccessivi per un’ eventuale vittoria. E’ il minimo che si deve ottenere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. plexy67 - 1 mese fa

    Penso che contro questa squadre con tutto il rispetto che si deve avere,bisogna partire con la formazione migliore,anche se offensiva.Berenguer ha dei limiti che conosciamo,ma è l’unico che può saltare l’uomo e con Jago sugli esterni possono fare bene e fare pervenire a Zaza e Belotti i palloni giusti…Certo il goal a Verona è arrivato tardi e la prestazione nel primo tempo,non era delle migliori,questo va detto e va fatta una riflessione…Poi è anche vero che questa il Chievo ha rifilato due goal ai gobbi che hanno vinto con fatica e due goal alla Roma,portando via un punto…rispetto a Verona metterei Djidji in difesa al posto di Moretti e Lukic al posto di un Baselli che deve riprendere forma e mentalità giusta….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. SiculoGranataSempre - 1 mese fa

    Mi ricorda qualcosa. Mijhalovic che passa a furor di popolo dal suo credo 4231 a 443. Mazzarri dal 352 al 442. Benissimo essere camaleontici ma si spera solo che alla fine anche a WM non vengano dubbi su un modulo su cui ha fatto costruire la squadra e fatto spendere e vendere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. SiculoGranataSempre - 1 mese fa

      Ovviamente intendevo da 433…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. granata63 - 1 mese fa

    Cosa c’entra l’infortunio di falque con quello di de Silvestri? Intanto hanno costituzioni fisiche diverse, poi Lollo si era fatto male mercoledì e domenica ha giocato, mentre Iago ha fatto il suo recupero normale ed è rientrato la settimana scorsa. Ma vi rendete conto che stiamo facendo pena? Il Chievo è ai minimi termini e ci ha messo sotto per quasi un ora, se poi vogliamo parlare di Bergamo e del Napoli. Iago falque è a posto e deve giocare assieme a Zaza e Belotti. Semmai, se proprio dovesse stare fuori uno, io lascerei Belotti, ma contro il Frosinone abbiamo bisogno di tutti e tre dall’inizio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-14036712 - 1 mese fa

    Meglio non rischiare, perlomeno dall’inizio, Falque ed evitare ricadute come quella di De Silvestri. Vogliamo essere piu’ sbilanciati in avanti? E’ sufficiente proporre la difesa a 4 con Izzo ed Aina terzini e spostare in avanti Berenguer come trequartista.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy