Totti ha l’Inter nel mirino

Totti ha l’Inter nel mirino

Oggi pomeriggio alle 18 (negata la notturna) i giallorossi di Spalletti, prossimi avversari del Toro, affrontano l’Inter Campione d’Italia nella finale d’andata di Coppa.
Francesco Totti capitano, goleador ed aspirante bandiera dei capitolini affila le armi e si prepara a vendicare le due sconfitte consecutive maturate…

Commenta per primo!

Oggi pomeriggio alle 18 (negata la notturna) i giallorossi di Spalletti, prossimi avversari del Toro, affrontano l’Inter Campione d’Italia nella finale d’andata di Coppa.
Francesco Totti capitano, goleador ed aspirante bandiera dei capitolini affila le armi e si prepara a vendicare le due sconfitte consecutive maturate nelle precedenti stagioni proprio contro i nerazzurri nelle finali di Coppa Italia.
Il capocannoniere della Serie A, a quota 22 reti, e miglior marcatore italiano in attività, nonostante diversi acciacchi fisici continua a guidare l’attacco romanista come dimostra la stupenda rete su punizione rifilata domenica scorso al Palermo.
Per Totti si tratta di una stagione particolare, giunta dopo un Mondiale vinto ma non da protagonista, dopo un grave infortunio al ginocchio a causa del quale ha deciso di accantonare momentaneamente la maglia azzurra per concentrarsi esclusivamente su quella giallorosa.

Il campione di Porta Metronia si è definitivamente calato nel ruolo di centravanti atipico, cucitogli addosso tanto da Spalletti quanto da una rosa nella quale manca una prima punta di peso. Dopo un avvio di stagione contraddistinto da un certo nervosismo palesato dall’alto numero di rigori falliti (6 tra campionato e coppe), Totti ha ingranato le marce alte, fornendo un rendimento costante, soprattutto sottorete. Indimenticabile per gli amanti del bel calcio il sinistro al volo con la Sampdoria, diventato uno dei gol più belli di questo torneo.
La stagione giallorosa vede nella Coppa Italia l’ultimo obiettivo ancora perseguibile, poiché il secondo posto che garantisce l’accesso immediato alla prossima Champions è già in cassaforte mentre i sogni europei cullati grazie alla strepitosa trasferta di Lione si sono infranti a Manchester, nella notte più infausta della recente storia giallorosa.

Oggi pomeriggio Spalletti schiererà quindi la formazione più competitiva possibile per riportare nella bacheca di Trigoria un trofeo che manca dal 1991. Tra i pali dovrebbe essere confermato Curci (portiere di Coppa) autore di una prova maiuscola a Palermo, mentre la linea difensiva a 4 potrebbe essere quella classica con Panucci a destra, Tonetto a sinistra, con Mexes e Chivu al centro.
La diga di centrocampo
a quanto pare sarà formata dai romani De Rossi ed Aquilani poiché ieri l’ex interista Pizarro ieri non si è allenato a causa di una fascite plantare (è stato comunque convocato), sulle fasce invece dovrebbero scendere in campo i titolari Taddei e Mancini, con Perrotta cursore centrale. Totti, ovviamente, sarà il centravanti.

Ecco la rosa dei convocati da Spalletti per la finale d’andata, che sarà arbitrata da Saccani di Mantova:
AQUILANI Alberto, BERTAGNOLI Sergio, CASSETTI Marco, CHIVU Cristian, CURCI Gianluca, DE ROSSI Daniele, FATY Ricardo, FERRARI Marco, MARANGON Alexander, MEXES Philippe, PANUCCI Christian, PIZARRO David, ROSI Aleandro, TADDEI Rodrigo, TONETTO Max, TOTTI Francesco, VUCINIC Mirko, WILHELMSSON Christian.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy