Udinese, una difesa in cerca di automatismi. E Musso spera nell’esordio

Udinese, una difesa in cerca di automatismi. E Musso spera nell’esordio

Verso la partita / Velazquez si è sempre affidato agli stessi uomini in difesa. Domenica potrebbe arrivare l’ora del portiere argentino

di Alberto Giulini, @albigiulini

Un pareggio, una vittoria ed una sconfitta: questo il ruolino di marcia dell’Udinese, squadra protagonista di un buon avvio di stagione. Merito anche di Julio Velazquez, giovane allenatore all’esordio in Serie A che ha saputo ridisegnare la compagine bianconera. Andiamo ora ad analizzare ai raggi X la retroguardia bianconera, reparto che sta iniziando a trovare i primi automatismi.

MUSSO VERSO L’ESORDIO – Una prima novità rispetto alla scorsa stagione è rappresentata dal portiere. A difendere i pali bianconeri non ci sarà più l’esperto Bizarri: il quarantenne ha passato il testimone ad un suo connazionale, l’argentino Juan Musso, prelevato in estate dal Racing Avellaneda. La condizione fisica non ottimale di Musso ha però spinto Velazquez a puntare in queste prime tre giornate sul giovane Scuffet. Nonostante le buone prestazioni dell’estremo difensore italiano, il titolare designato rimane l’ex Racing, che potrebbe esordire proprio domenica contro il Toro.

Serbia-Romania 2-2, Lukic in campo da titolare: 71′ per il granata

SEMPRE GLI STESSI UOMINI – Pochi dubbi, invece, per quanto riguarda la linea difensiva a quattro. In questo avvio di stagione Velazquez si è sempre affidato agli stessi giocatori: Larsen, Troost-Ekong, Nuytinck e Samir. Una scelta precisa quella del tecnico bianconero, alla ricerca di automatismi importanti per blindare la retroguardia. E già nell’ultima gara contro la Fiorentina si sono intravisti i primi frutti: l’Udinese si è mostrata molto compatta e soltanto una giocata illuminante di Chiesa ha permesso ai viola di sbloccare l’incontro. In vista della gara di domenica, sarà però da valutare la presenza di Troost-Ekong: il nuovo acquisto, che ha già avuto modo di mostrare buone qualità, sta lavorando a parte per un risentimento muscolare.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Granata - 2 mesi fa

    Mah, l’Udinese è una squadra che si difende molto e cerca di ripartire ma non sempre. Ha vinto contro una Sampdoria in giornata completamente negativa. Con la Fiorentina giocava per non perdere. Con il Parma , giocato a viso aperto ed ha preso 2 goal. Segnare a 11 difensori è dura per chiunque. Se con noi giochera per il risultato, noi dovremmo essere bravi a sfruttare le poche occasioni che avremo. Loro non hanno ancora incontrato una squadra tosta come il Toro. Se il Toro fara il Toro, 2 fisso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy