Un Maxi-Toro che conquista

Un Maxi-Toro che conquista

Buonanotte granata/ L’apporto di Maxi Lopez al reparto offensivo incide tanto sull’andamento della squadra, che ha ritrovato gioco e serenità

Commenta per primo!

 

E’ lunedì, la giornata faticosa per antonomasia, e mentre la giornata sta volgendo al termine, mi rilasso tra i cuscini, leggendo qualche notizia sportiva. Inizia oggi una settimana importante per il Toro, giovedì la resa dei conti a Bilbao (se ci penso, lo stomaco fa un giro su se stesso…) e poi una domenica calda nei cuori, e probabilmente fredda sugli arti, in cui si affronta il Napoli all’Olimpico. Sorrido e penso a tutto il positivo che ci portiamo in saccoccia: un gruppo unito, un bel gioco, e una striscia di risultati utili che dura da quall’infamissimo novembre.

Ieri sera a Firenze, la formazione di Ventura ha dato prova di saper affrontare un’altra big a testa alta, reagendo bene dopo il momentaneo vantaggio dei viola, cosa già vista contro il Cagliari, segno di una grinta che rincuora e mostra un carattere che, nel girone d’andata, il Toro proprio non sapeva esprimere. Troppi passaggi indietro fino a Padelli (io sono gravemente allergica ai retropassaggi, inizio a grattarmi come avessi la varicella…), ma decisione nell’affondare e nel reagire quand’è il momento. E questo è un altro aspetto di cui prendere atto e infilare in valigia giovedì.

Sì, non sarà semplice, ma noi abbiamo un Toro formato Maxi. E’inutile ribadire quanto tutto il reparto offensivo si sia sciolto e sia diventato infinitamente più incisivo dopo il suo arrivo. Segna e fa segnare, e sono sicura che se riguardassi qualche match del girone d’andata (così, tanto per citarne uno, contro il Sassuolo…), rinnegherei completamente quello che vedo, sostenendo che non possa esistere un Toro così poco offensivo. Maxi Lopez ha letteralmente conquistato il campo, ad ogni partita, e il suo gioco infonde un senso di sicurezza che dall’anno scorso, dopo la prematura fuga all’estero di quei due elementi (a cui peraltro non voglio proprio più pensare!), non ho mai provato. Sono certa che lui sia parte della soluzione che ha sciolto il rebus Toro, e anche grazie a lui questa squadra viaggia spedita su un binario interessante.

Un punto non sono tre, ma da un po’di giornate a questa parte, io dormo più serena, e conto galline invece di pecorelle.

Buonanotte maxi-granata…

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy