Un’altra idea di Toro

Un’altra idea di Toro

Editoriale / Mazzarri ha rivoluzionato la mentalità della squadra, che comunque può ancora migliorare

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Dov’è finito il Torino che sbagliava sempre e volentieri le partite decisive, che aveva ben poca confidenza con la parola continuità, che non riusciva mai a leggere i momenti del campionato? Il Torino di oggi, che per ora è il migliore di sempre nell’era dei tre punti a vittoria, è tutt’altra cosa. A Frosinone ha superato un’altro esame delicato. Lo ha fatto in maniera larga e meritata, più di quanto dica il risultato di 1-2. Lo ha fatto in rimonta, da squadra che sta diventando importante, con consapevolezza, lucidità e intelligenza. Il Torino sta riuscendo a cambiare mentalità, ad acquistare la convinzione dei grandi. Vedremo cosa succederà in casa con il Bologna, altra partita fondamentale, ma quando si arriva a metà marzo da sesto in classifica non è mai un caso.

Daniele Baselli è uno che al Toro gli anni scorsi c’era. Le sue parole vanno prese in considerazione, perché da esse si può capire che cosa sia realmente cambiato nel Toro. “Con tutta la fatica che abbiamo fatto per arrivare fin qui, ora non vogliamo assolutamente mollare”. I giocatori sentono emozionalmente – a livello più o meno inconscio – e vivono più che negli altri anni ciò che stanno facendo; tutti hanno capito che il bene della squadra è il bene del singolo.

LEGGI, L’Editoriale del 28 gennaio: “Il De Profundis può attendere”

Emblema di questa filosofia è Andrea Belotti, con la sua faccia da eroe antico del Toro. A plasmare questo gruppo è stato Mazzarri con la sua idea di calcio. Una rosa corta, con pochissimi titolari fissi, in cui il posto in squadra lo si conquista con il merito. Il tecnico inoltre di partita in partita si conferma capacissimo nel decifrare le gare in corso d’opera, cambiando sempre le partite con le sostituzioni giuste. Margini di miglioramento ce ne sarebbero eccome, questo è poco ma sicuro. È ciò che affascina di questa squadra, insieme al fatto inoppugnabile che abbiamo sotto gli occhi tutta un’altra idea di Toro rispetto agli anni scorsi.

38 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. giacki - 1 settimana fa

    Mazzarri ti ho criticato ma se la squadra continua così….Si costruiscono basi solide anche per i prossimi campionati

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. BACIGALUPO1967 - 1 settimana fa

    Per i tifosi della Cairese
    CAIRESE 3 – Finale ligure O

    Domenica amarissima per molti…

    Questa sera forza Empoli è domani forza Atletico

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. dattero - 1 settimana fa

    tutti a ricordare il pareggio di Napoli come punto di riferimento.
    li ci ha pareggiato pure il chievo,basta non farli giocare,fare catenaccio,un po’ di fortuna e la sfanghi.
    invece punto di piu’ sulle partite come quella di ieri,occhi puntati addosso,un certo tipo di attesa del tifoso,una trepidazione diversa.
    squadra che va sotto giocando da cani,che rientra in campo e cambia registro.
    un campo non facile,un ambiente carico e caldo.
    altre volte ci si sfaldava,spesso direi,ieri la mentalita da “soldato romano” ha permesso di fare cio’ che si è fatto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PrivilegioGranata - 1 settimana fa

      Il Napoli in casa ha fatto 10 vittorie, 3 pareggi, 1 sconfitta (i gobbi rubacchiando).
      Direi che andare a Napoli e strappare un punto è proprio una passeggiata… come no.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13967438 - 1 settimana fa

    Attenzione, quanto segue potrebbe risultare offensivo e lesivo.

    Il primo tempo di ieri, è stato esplicitamente giocato per quelli che si accontentavano già prima di cambiare assetto tattico (girone di andata e prima di ritorno).
    Il secondo tempo di ieri, al contrario, è stato esplicitamente giocato per quelli che prima del cambio di assetto tattico non si accontentavano (dalla seconda di ritorno in poi).
    Ad maiora.

    Papillon

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PrivilegioGranata - 1 settimana fa

      Diciamo che c’era gente che vedeva molte premesse positive e dava tempo alla squadra e all’allenatore.
      Altri, invece criticavano solo e volentieri.
      Questi ultimi, da circa 7 giornate soffrono di mal di tastiera.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 1 settimana fa

        È una malattia professionale, che va e che viene.
        Viene in coincidenza dello stress provocato dalle sconfitte del toro.
        Siccome noi vogliamo tanto bene a questi tifosi auguriamo loro di scrivere il meno possibile

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. toroebasta - 1 settimana fa

    Continuo a pensare che Mazzarri non sia sto fenomeno di allenatore. Anzi, penso che oggi si prenda più meriti di quelli che effettivamente ha. Come dico da inizio campionato non abbiamo mai avuto una rosa così forte. Abbiamo un sacco di giocatori con un valore compreso tra i 10 e i 20 ml. Fino a qualche anno fa, averne uno o due era già un miracolo.
    Ieri al gol del Frosinone ho temuto che tutto crollasse, ma la squadra è stata brava a reagire nel secondo tempo. Per adesso vedo tanta grinta (anche se non da parte di tutti, ieri e contro il Chievo, Meitè fastidioso), un bel po’ di fortuna, dei campioni che non vedevamo da tempo e poco gioco. Spero che da questo ultimo punto di vista miglioreremo con il passare delle giornate, ma se dovessimo continuare a vincere così.. poco male!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. rza78 - 1 settimana fa

      Scusa quali sarebbero i campioni che ci sono oggi e non c’erano con sinisa? Perché io mi ricordo che qui si diceva che ljiaic era il più forte di tutti (e ci può stare) . Ti segnalo che il monte ingaggi era piu alto con mihaikovic (niang prendeva 2 netti all’anno) eppure eravamo undicesimi. Non sarà che è cambiato l’allenatore che ha plasmato un gruppo e una squadra invece di mettere in campo a cazzo attaccanti? Pensaci …

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. toroebasta - 1 settimana fa

        se il paragone e con mihajlovic, mazzarri è il più grande allenatore del pianeta (mentre lo scrivo, mi sto allegramente grattando in vista di sabato). potrò sbagliarmi e ne sarei felicissimo, ma secondo me mazzarri non è questo super allenatore. Con la rosa che ha si dovrebbe fare meglio. gente come n’koulou, sirigu, izzo, meitè (quando corre), ansaldi, rincon (quest’anno gran campionato),belotti e zaza da quanti anni non la vedevamo tutta insieme? senza contare Iago che a fasi alterne sta facendo grandi cose. Poi non avrei mai fatto a meno di ljiaic anche solo per gli ultimi 20 minuti..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. malva - 1 settimana fa

      Guarda che ieri abbiamo vinto meritatamente. Nel primo tempo loro hanno dato tutto e sono andati in vantaggio. Nel secondo tempo ovviamente non ne avevano più e potevamo rifilargliene 4.
      Gran vittoria e ora testa alla prox..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. toroebasta - 1 settimana fa

        d’accordo con te che ieri abbiamo fatto un gran secondo tempo. Mentre sul primo, va bene che loro hanno dato tutto, ma sono sempre il Frosinone e noi non abbiamo fatto un tiro in porta. Testa, cuore e culo alla prossima:)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. alrom4_8385196 - 1 settimana fa

      Dammi retta fai andare indietro la memoria di qualche anno e dimmi quante volte ci siamo divertiti come in questo ultimo periodo , e te lo chiedo io che non sono mai stato troppo tenero con Mazzarri e Cairo.Non ci vogliamo accontentare ? OK .Possiamo fare meglio ? OK .Ma lascia stare la fortuna e goditi questo Toro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. toroebasta - 1 settimana fa

        a livello di risultati è dai primi anni novanta che non godiamo così.. per quanto riguarda il rapporto giocatori di alto livello con il gioco proposto, onestamente pretenderei qualcosa di più. Poi se continuiamo a vincere va bene così, mazzarri è un genio ed io non lo capisco.. sarei contentissimo!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ALESSANDRO 69 - 1 settimana fa

          Scusa ” Toro e basta ” ma quale poteva essere il tecnico che da questa rosa poteva ottenere di più??? Poi di più cosa??a oggi siamo 6 in classifica a ridosso della Roma, quinta, davanti a noi abbiamo Juve, Napoli Inter ,Milan e Roma che mi pare di ricordare siano state costruite in vista di ben altri obiettivi e con badget distanti anni luce dai nostri.Io non sbavo per Mazzarri ma devo onestamente riconoscere che sta facendo davvero un ottimo lavoro…..Più di questo c’è la Champions…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. toroebasta - 1 settimana fa

            Ciao Alessandro, non intendo “più” in classifica. Anche se siamo dove dobbiamo essere per monte ingaggi e per qualità dei giocatori. Ma di gioco espresso. Per quanto riguarda i risultati nel mio commento precedente ho scritto che sono 30 anni che non godiamo così. Per il gioco espresso, visti i giocatori che abbiamo, mi aspetterei qualcosa di più. Poi ripeto, magari c’è un’idea di gioco che non capisco e va benissimo così..

            Mi piace Non mi piace
  6. rza78 - 1 settimana fa

    Ah ah grande ! Sottoscrivo in pieno. Sono andati a nascondersi dopo avere attaccato mazzarri per un paio di pareggi. In realtà di sta dimostrando allenatore di caratura superiore. Se gli avessero preso pereyra e perotti da lui richiestissimi finivamo dritti in Champions!
    Altro che ljiaic e niang….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. r.ponzon_13686323 - 1 settimana fa

    Già, dove sono quelli che parlano di cairese, delle plusvalenze ecc…
    Da più fastidio il loro silenzio ora che le cazzate che scrivevano prima

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PrivilegioGranata - 1 settimana fa

      No, il loro silenzio è musica.
      Tanto prima o poi toccherà sorbirceli nuovamente. Non possiamo mica vincerle o pareggiarle tutte…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Manugk - 1 settimana fa

        Attento che il pareggio qui è malvisto, soprattutto su campi facili come San Paolo, San Siro, Olimpico, dove secondo loro con i vari Lerda, Longo, Gasperini e compagnia bella, dovremmo imporre il nostro gioco e fare man bassa…
        Ma si sa, noi puntiamo a Scudetto e Champions (la vittoria, non la banale qualificazione…)

        :)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Manugk - 1 settimana fa

    Ma non era tutto un disastro dopo l’eliminazione in Coppa Italia ?
    Non era già finito il nostro campionato dopo la sconfitta a Roma ???
    Dove sono tutti oggi ? A rosicare perché ne abbiamo vinte 4 di fila e non possono uscire con i loro proclami anti tutto, ma soprattutto anti Toro ???
    Mah…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. rokko110768 - 1 settimana fa

    Brutti, sporchi, cattivi e con mentalità sempre propensa a non mollare mai, che si possa vincere o si debba resistere. I meriti di Mazzarri sono evidenti, da sempre lui allena così e non è mai stato celebre per il gioco scintillante.
    Tutto perfetto? No. Meitè è da recuperare, Baselli deve dare di più. De Silvestri deve anche lui migliorare o lasciare spazio a Aina/Ansaldi.
    Belotti-Zaza? Sì e quando possibile anche Iago con loro.
    Col Bologna sarà durissima. Loro hanno fame di punti e Mihajlovic non verrà a Torino in gita ma con spirito di rivalsa. Dobbiamo batterli e per farlo dovremo sovrastare la loro mediana non permettendo le ripartenze veloci di Sansone-Palacio e Soriano (che ora gioca da trequartista e pian piano sta migliorando).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. GlennGould - 1 settimana fa

    E bravo Sartori. Prima era tutto un disastro, ora siamo ciò che Lei ha scritto.
    Facile cosi eh?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 1 settimana fa

      Ciao Glenn@ conosco un’azienda produttrice di carri per vincitori che ha aumentato la portata degli stessi nelle ultime settimane.
      Speriamo che dopo martedì qualche carro dei vincitori venga lasciato vuoto…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Toro71 - 1 settimana fa

    Se riuscissero a segnare anche Zaza e Iago Falque potremmo essere veramente devastanti….Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. granata - 1 settimana fa

    Dalle stalle alle stelle si potrebbe dire. Ma la verità forse sta nel mezzo. Squadra con buone potenzialità, ma non da adesso, da quando questa “rosa” è stata data in mano a Mazzarri e lo scrivo da tempo (sono convinto che fosse ancora migliore con due giocatori come Soriano e Ljajic, ma pazienza, sorvolo). Seconda considerazione. Mazzarri si è ricreduto soprattutto sull’ utilizzo di Belotti come “tuttofare” e infatti un acuto commentatore (e tifoso granata) come Gigi Garanzini scrive sulla Stampa: “Belotti è un centravanti di movimento: persino troppo, anzi decisamente troppo. Ieri che ne ha fatto un po’ meno del solito, sempre tanto ma per una volta non troppo…”. Seconda considerazione: da due domeniche ha finalmente una spalla “vera”,che , piaccia o non piaccia, sottrae pressione su di lui. Terza considerazione. Sia col Chievo che con il Frosinone (si badi bene le due ultime in classifica), i cambi sono stati decisivi (inutile dire il contrario), col Chievo con l’ ingresso di Zaza e Rincon, ieri con l’ ingresso di Iago Falque e Ola Aina. Merito del tecnico? anche qui la verità sta nel mezzo. Sì, perchè si è reso conto delle pecche della squadra, no perchè le sue formazioni iniziali sono spesso sbagliate. Ora auspicherei che facesse giocare dal primo minuto Belotti, Zaza e Iago Falque insieme, utilizzando lo spagnolo per quello che sa fare meglio: l’ esterno destro di fascia. I problemi maggiori, poi, rimangono a centrocampo, dove Meitè e Baselli continuano a non brillare. Detto questo mi turo il naso per il gioco a lungo poco brillante e mi godo questa classifica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PrivilegioGranata - 1 settimana fa

      Non sono d’accordo.
      Non sono sbagliate le formazioni iniziali. Contro Chievo e Frosinone l’intento è stato quello di spompare gli avversari per poi colpirli utilizzando anche forze fresche. In questo senso i cambi sono funzionali al progetto di svolgimento del match, così come sono funzionali gli 11 iniziali.
      E in effetti vediamo che ad es. Falque è partito titolare contro il Chievo ed è invece subentrato contro il Frosinone.
      Tra l’altro Mazzarri ha dichiarato a più riprese che si gioca in 14: quindi gli 11 iniziali sono solo una parte dell’assetto tattico del match, che poi si completa con le 3 sostituzioni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. granata - 1 settimana fa

        Se dici a Mazzarri che ha fatto apposta a mandare in campo formazioni che hanno balbettato gioco nei primi 60’70’ col Chievo e nel primo tempo col Frosinone (ribadisco: i due fanalini di coda della classifica), ti picchia. A parte la battuta, è stato proprio Mazzarri ad ammettere che quella col Chievo è stata una “partitaccia” e che col Frosinone si è “sbagliato approccio” (dichiarazioni di fine gara). Ho cercato di fare un’ analisi razionale, perchè ritengo utile fare dei ragionamenti e non alzare dei peana o staccare dei moccoli. Non è che chi vede tutto “rosa” è meglio di chi vede tutto nero. Anche se il primo raccoglie valanghe di “mi piace”. Mah…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Maroso - 1 settimana fa

          Penso che la squadra sia cresciuta in attacco (perlomeno nelle fasi in cui ha giocato convincendo). Con Ansaldi e Aina sono meglio garantiti cross e rifornimenti alle punte. Al centro buone le incursioni di Rincon e i duetti Belotti – Zaza.
          Credo che occorra ancora migliorare per mandare il più frequentemente possibile in goal anche Zaza e Iago. Belotti dovrebbe essersi sbloccato.
          Avanti così, ad majora, Sed cum judicio!
          FVCG

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. Maroso - 1 settimana fa

          Penso che la squadra sia cresciuta in attacco (perlomeno nelle fasi in cui ha giocato convincendo). Con Ansaldi e Aina sono meglio garantiti cross e rifornimenti alle punte. Al centro buone le incursioni di Rincon e i duetti Belotti – Zaza.
          Credo che occorra ancora migliorare per mandare il più frequentemente possibile in goal anche Zaza e Iago. Belotti dovrebbe essersi sbloccato.
          Avanti così, ad majora, Sed cum judicio!
          FVCG

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. robertozanabon_821 - 1 settimana fa

    Grazie Toro. Erano anni che sognavamo il ritorno ad una dimensione più “aderente” alla nostra Storia che, è giusto ricordarlo, è fatta anche di periodi “oscuri” e di cadute sportive e Societarie. Ora la tendenza sembra invertita e ci sono le basi per organizzare un futuro solido anche sul piano dei risultati. Grazie Toro dai tuoi tifosi, inguaribili “burbutun” ma anche inguaribili ed eterni “innamorati”. FVCG !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. user-13963758 - 1 settimana fa

    blindiamo belotti. nuovo contratto subito. deve diventare la nostra bandiera.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ToroMeite - 1 settimana fa

      Hai ragione, blindare il Gallo sarebbe una gran mossa. Speriamo avvenga presto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Conta7 - 1 settimana fa

    Questa è la prospettiva più affascinante che speriamo possa segnare una decisa discontinuità rispetto al passato.
    Squadra tenace, organizzata, vogliosa… E un Mister che con zero proclami, ma solo con tanto lavoro, sta tirando fuori il massimo da questi ragazzi!
    E saper leggere le partite è un’altra grande qualità!
    FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. PrivilegioGranata - 1 settimana fa

    Per ora ha ragione Mazzarri su tutta la linea:
    – gruppo coeso e cazzuto;
    – 14 titolari intercambiabili + qualche riserva di spessore;
    – lontano dalla squadra le primedonne che vogliono il posto garantito;
    – lavoro, tattica, lavoro, tattica, lavoro, tattica…;
    – miglioramento della tecnica individuale (v. Gallo);
    – concretezza, concretezza, concretezza

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Dario61 - 1 settimana fa

      Ti do ragione su tutto tranne dove sono le riserve di spessore?…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. BACIGALUPO1967 - 1 settimana fa

        Ci andrebbe Maxi Lopez per aumentare lo spessore ed il peso specifico delle riserve

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. PrivilegioGranata - 1 settimana fa

        Moretti/Djidji, uno dei due è riserva dell’altro (anche se non saprei quale).
        Lukic/Baselli, il primo ha dimostrato di essere ben più di un’alternativa.
        Berenguer per quanto leggerino è un giocatore utile a sparigliare: fa ammonire i difensori avversari, sa servire palloni invitanti, dà velocità alla manovra.
        Bremer per quel poco che si è visto non mi è dispiaciuto.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy