Cairo: “Vedo ancora Ventura sulla panchina del Toro del prossimo anno”

Cairo: “Vedo ancora Ventura sulla panchina del Toro del prossimo anno”

Il patron granata: “L’ottavo posto sarebbe un risultato possibile e altrettanto eccellente per come è andata la stagione”

6 commenti
Cairo

Il patron del Torino Urbano Cairo, intervenuto sulle frequenze di Radio Anch’io Sport, su Radio 1 Rai, ha commentato dapprima la vittoria contro l’Atalanta e l’andamento stagionale della sua squadra: “Eravamo partiti con obiettivi diversi dopo due annate eccellenti e l’inizio del campionato è stato straordinario, poi c’è stato un appannamento che talvolta può capitare soprattutto visto che abbiamo molti giovani in rosa. Siamo comunque in undicesima posizione a sole cinque lunghezze dall’ottavo posto. Arrivare lì sarebbe un risultato eccellente. Abbiamo dimostrato che quanto c’è determinazione possiamo ottenere grandi risultati, come la settimana scorsa a San Siro. Ci sono ancora sei giornate con 18 punti a disposizione e vogliamo finire bene come abbiamo cominciato a settembre: possiamo ancora fare una stagione di cui essere felici alla fine”.

Quindi il discorso di Cairo si sposta e il presidente risponde alle domande riguardo il futuro di Ventura: “Avendo rinnovato il contratto con il mister per altri due anni lo vedo assolutamente sulla panchina del Toro. Vorrei rimanesse con noi perchè ha ottenuto ottimi risultati al Toro, grazie anche ad una Società che gli ha permesso di esprimersi ai massimi livelli. Abbiamo saputo estrarre il meglio delle sue grandi qualità. Un tecnico del genere me lo tengo stretto”.

Ma che cosa avrà mai spinto Cairo ad acquistare il Toro? “La passione per la maglia – risponde – che mi è stata trasmessa da mia mamma, che era una grande tifosa granata. E’ ovvio che nel calcio occorre fare investimenti, così come abbiamo fatto per esempio nel settore giovanile: abbiamo molti ragazzi di valore in prestito nei campionati minori che stanno crescendo molto”.

Quindi il discorso chiude sul Filadelfia: “Stiamo investendo anche nel Filadelfia e nell’opportunità di avere un centro sportivo a Torino. Negli ultimi anni siamo cresciuti molto e vogliamo continuare per toglierci ancora soddisfazioni.”

6 commenti

6 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. torofabri - 2 anni fa

    Il primo da cambiare è proprio il mister. Lo dico da almeno 3 anni… Pioli, Gasperini, basta gobbi che si riciclano da noi.. Mazzarri ha lo spirito Toro, certo non costa 2 soldi..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. abatta68 - 2 anni fa

    Secondo me, non è questione di 7/8 o 10imo posto, deve contare il progetto. Se si punta sui giovani ci si assume anche tutti i rischi annessi e connessi. Quante volte abbiamo letto quest’anno frasi del tipo “Zappacosta è scarso, Baselli non è in grado, Belotti strapagato, Peres è immaturo, Martinez è un brocco, Benassi ci fà perdere i derby…” per poi sentire i commenti di tifosi frustrati che invocano la presenza in prima squadra di Barreca, Parigini e Gomys, come se questi fossero fenomeni fatti e finiti… dopo 3/4 giornate di scoppole ci troveremo qui a dire di questi ultimi le stesse cose dette quest’anno sui giovani che già abbiamo e che sono già titolari nell’under21. Piuttosto il punto gira sui vecchi da sostituire, quello si! non si può vivere di rendita, pensando che Glik possa essere tutti gli anni il terzo capocannoniere del Toro, cosi come non si può prescindere da un centrocampo di qualità, e quindi via i vari Gazzi, Vives, Molinaro,ecc. Solo cosi quello che predica Ventura (il buon calcio giocato palla a terra) può avere un senso di crescita anche per i più giovani. In caso contrario Ventura và esonerato, i giovani non vanno più bene per la serie a ed è tutto da rifare… Cairo questo conto si deve fare, e fare gli investimenti dove servono, proprio per non dover buttare tutto alle ortiche, a prescindere dalla posizione in classifica che, facilmente, rimarrà sempre tra il sesto e il decimo posto, facciamocene una ragione…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 anni fa

    Condivido cio’ che ha scritto RDS-TOROMAREMMANO, come gia’ da due anni a Gennaio Cairo non ha fatto quel piccolo sacrificio di rinforzare il centrocampo. L’anno scorso probabilmente ci saremmo qualificati per l’Europa League e quest’anno idem.
    Certo, in estate è stata fatta un’ottima campagna acquisti, ma vendendo Elkaddouri (miglior assist man della stagione passata) senza sostituirlo.
    Poi coi giovani e con Ventura si sa, qualche problema puo’ nascere (Prcic incompreso dal mister, Obi sempre rotto e Baselli e Zappacosta da far crescere) A questo si aggiungano gli infortuni di Maksimovic e co. et voilà la stagione mediocre.
    Finire in crescendo serve al morale e magari a trattenere ancora qualche giocatore interessante (Immbobile e magari uno tra Maksi e Peres, anche se dubito)
    L’anno prossimo pero’ voglio vedere Parigini, Barreca e Gomis in prima squadra, e un centrocampista di qualità!
    E se parte Ventura, che non arrivi Gasperini! E’ un gobbo schifoso, fa bene solo al Genoa ed è…un gobbo schifoso, oltre a essere un gobbo schifoso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Achille - 2 anni fa

      Condivido per Gasperini

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. prawda - 2 anni fa

    Definire eccellente un ancora sulla carta possibile anche se decisamente molto difficile ottavo posto e’ davvero deprimente. Sono quindi questi gli obiettivi di questa societa’? Galleggiare nel limbo di meta’ classifica? Con l’attuale rosa e’ d’altra parte il massimo obiettivo raggiungible. Cairo non era tifoso del Toro, lo confema la risposta sopra riportata e ricordo una intervista di Gramellini durante le trattative per rilevare la societa’ in cui alla domanda del giornalista dichiarava di non ricordare cosa facesse il 16 maggio del 1976. Chiaro che sono altre le ragioni che lo hanno portato a rilevare il Torino e non certo perche’ ne era tifosa la madre. Ha ragione nel calcio, ma questo vale per qualsiasi societa’, occorrono degli investimenti, sarebbe stato interessante chiedergli allora perche’ nel Torino non ne abbia ancora fatti. Il Filadelfia lo stanno ricostruendo grazie al mutuo della Regione ed agli oneri di urbanizzazione del Comune, su otto milioni Cairo ne mette uno, con il risultato di avere a disposizione una struttura in esclusiva anche se oggettivamente piccola con soli due campi di allenamento. Il Robaldo e’ una struttura comunale, insomma se uno vuole un centro sportivo per le squadre giovanili se lo costruisce in base alle proprie esigenze non va a prenderlo in concessione. Ventura sara’ ovviamente l’allenatore anche il prossimo anno, non credo che il genovese rinunci a 1,3M all’anno e certo Cairo non si prende un altro allenatore caricandosi un altro ingaggio oltre a quello di Mr. Libidine.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. RDS- toromaremmano - 2 anni fa

    Anche arrivare ottavi all’ultima giornata dopo un campionato ampiamente al di sotto delle aspettative non mi sembra un risultato eccellente e non fa dimenticare le incazzature prese durante la stagione, forse investendo su un paio di centrocampisti (come annunciato dal pres stesso) a gennaio potevamo cambiare la stagione, è inutile girare intorno al problema ci manca un vero regista e ci è mancato non dico Elka ma uno con le sue caratteristiche, squadra secondo me sopravalutata da tutti me compreso ad inizio stagione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy