Valdifiori: “Cresce l’intesa tra noi. Belotti? Un trascinatore”

Valdifiori: “Cresce l’intesa tra noi. Belotti? Un trascinatore”

Le parole / Il centrocampista del Toro intervistato durante l’amichevole contro il Bra

Mirko Valdifiori ha parlato pochi minuti fa ai colleghi di Sky Sport 24 durante l’amichevole contro il Bra. Dapprima ha parlato sul tridente offensivo della squadra granata: “Sono giocatori di grande qualità, lo stanno dimostrando domenica dopo domenica e i numeri sono dalla loro parte.  La squadra ha la fortuna di avere questo potenziale offensivo e noi dobbiamo cercare di lavorare appunto per permettergli ogni domenica di avere più palle gol possibili e poi dopo più ne fanno più vinciamo“. Dopo descrive il suo arrivo al Toro all’ultimo minuto e il suo inserimento nei meccanismi di gioco di Mihajlovic: “E’ normale quando arrivi all’ultimo giorno di mercato che c’è una squadra che ha già lavorato un mese insieme e arrivare per ultimo non è mai facile, ho cercato di mettermi subito a disposizione del mister e dei compagni per capire quello che richiedeva l’allenatore in campo. Poi ovvio che giocando insieme cresce anche l’intesa, l’intesa anche nello smarcamento nel ricevere la palla dei difensori oppure nel cercare gli attaccanti. Si inizia anche a conoscere i propri compagni, ogni attaccante ha i propri movimenti: magari a Belotti preferisce attaccare la profondità, a Iago Falque o Ljajic gli dai palla addosso e poi son bravi loro a puntare l’uno contro uno. Ripeto, allenandosi insieme e giocando insieme ci si conosce e niente, bisogna sempre cercare di migliorarsi e di lavorare insieme perché appunto tramite il lavoro si raggiungono grandi risultati“.

Infine spende anche qualche parola sul compagno Belotti: “E’ un grande attaccante, lo sta dimostrando. E’ un ragazzo umile che in allenamento lavora sempre al 110% e trasforma appunto quello  che si allena in settimana alla domenica, in campo ti trascina e a volte mi ricordo che in alcune partite è finito a fare addirittura il terzino. E’ un bello aiuto,  crede soprattutto nel lavoro della squadra e non pensa solo a fare gol, quando c’è da dare una mano è sempre il primo a disposizione dei compagni“. Dallo studio poi dà un voto al nuovo Torino: “A me piace tanto il Toro, mi metto sempre a disposizione della squadra e gli do un buon 7 e sicuramente possiamo migliorare ancora tanto e dobbiamo farlo perché siamo solo agli inizi e con questo entusiasmo appunto da noi e la città e i tifosi dobbiamo cercare di raggiungere dei risultati sempre più importanti. Non so se Mihajlovic è d’accordo, ho dato un 7 perché è una squadra con dei giovani  che sta facendo, secondo me, un buon calcio. Ma come ho detto non si deve accontentare, ma deve cercare di migliorare sempre di più perché, come ha detto Mihajlovic due tre settimane fa ci sono ampi margini di miglioramento”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy