VAR e arbitri: Cairo ineccepibile, e la sua proposta non si può ignorare

VAR e arbitri: Cairo ineccepibile, e la sua proposta non si può ignorare

Editoriale / Non più polemica, ma mediazione: il cambio di strategia del presidente

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Finalmente un presidente che non si limita a lamentarsi, ma propone soluzioni in modo costruttivo. Urbano Cairo ha sfruttato la domenica per prendere posizione mediaticamente dopo la partita tra Torino e Fiorentina. Sebbene non ci siano stati episodi palesemente incisivi sul risultato (il contatto Biraghi-Belotti è opinabile e non clamorosamente da rigore), la partita è ugualmente terminata tra le polemiche per l’acclarato malessere di Mazzarri, espulso durante il primo tempo, nei confronti della classe arbitrale.

Cairo in questo caso ha agito intelligentemente, a nostro modo di vedere. Non ha sconfessato il proprio allenatore, ma anzi si è schierato dalla sua parte nel merito della questione, sottolineando ancora una volta i numerosi e oggettivi torti arbitrali subiti. Allo stesso tempo, ha fatto capire che è il momento di smorzare i toni spostando la partita contro gli arbitri (perchè ormai di questo si tratta) dal piano dell’aperta polemica a quella dell’avanzamento di una proposta. Giusto così, perchè il muro contro muro non aveva sin qui pagato; il Torino non ha avuto in questo campionato quell’equità che chiedeva. Anzi: più il club si lamentava, più accadevano errori palesi (il rigore su Izzo non fischiato contro il Bologna è un esempio lampante).

Quindi il cambio di strategia: non più polemica ma mediazione. Dalla premessa di rinnovata fiducia verso la classe arbitrale espressa nel pomeriggio a Radio Rai (“gli arbitri italiani sono molto preparati, ora abbassiamo i toni della polemica”) alla mossa in diretta nel salotto serale di Sky Calcio Club. Cairo ha modificato la sua proposta originale di qualche giorno fa: Var a chiamata non più degli allenatori ma dei capitani, perchè più vicini allo svolgimento dell’azione. Un’idea volta non certo a svilire il ruolo degli arbitri, che rimarrebbero gli ultimi decisori nell’interpretazione delle situazioni di gioco, ma semplicemente ad allargare l’utilizzo del Var e la verifica degli episodi quantomeno dubbi, visto che il meccanismo attuale non si sta rivelando sufficiente a placare le polemiche. Una proposta che ora le alte sfere del calcio (Figc, Aia, Lega Serie A) sono chiamati a valutare con attenzione.

23 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Madama_granata - 2 settimane fa

    “A valutare con attenzione, e a rifiutare” completo io!
    Che fastidioso, questo Presidente del Torino Calcio, che non abbassa la testa, e, con educazione e stile, chiede più “EQUITÀ DI TRATTAMENTO PER TUTTI”!!
    Ed “osa” anche dare suggerimenti ragionevoli, difficili da contestare e contrastare!
    Come giustificare il “NO PERENTORIO E FUORI DISCUSSIONE” che gli si vuole far capire e rispondere, senza esporsi al “pubblico ludibrio”, senza dimostrare palesemente quanto gli arbitri DEBBANO, piuttosto, credo,che non VOGLIANO , pilotare i risultati calcistici?
    Un bel “GRATTACAPO” al quale ora FIGC, AIA, LEGA SERIE A (x citare l’articolo) DOVRANNO TROVARE RIMEDIO, INVENTANDOSI UNA RISPOSTA PIÙ O MENO ADEGUATA!
    Più volte, anche ieri sera, con gli esempi del tennis, della pallavolo, dello sci, del ciclismo, ecc.. noi, poveri mortali, abbiamo dimostrato che la “prova TV”, il “replay”, o la registrazione, che dir si voglia, dell’AZIONE DUBBIA O INCRIMINATA FUNZIONA, ECCOME! QUINDI NON SOLO LA SI PUÒ, MA LA SI DEVE USARE! Questo, naturalmente, in TUTTI GLI SPORTS EQUI, GIUSTI E NON “PILOTATI”!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 2 settimane fa

      Molte situazioni resteranno indefinite e indecifrabili anche con un utilizzo diverso del VAR. Non ci sono solo i casi oggettivi, quelli in cui devi stabilire un fallo di mano o vedere se la palla è entrata in porta. Non so quante versioni diverse, tra radio e tv, ho sentito sull’interpretazione del rigore su bimbo minchia di ieri. Secondo te se l’arbitro lo avesse controllato al VAR, dopo lo annullava? O viceversa se non l’avesse dato da subito, poi lo avrebbe assegnato? Resteranno un mare di situazioni opinabili che lasceranno comunque sterile l’uso del VAR.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Bischero - 2 settimane fa

    Parodifran…. Dipende… Puoi baciarmi se sei una bella femmina!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Bischero - 2 settimane fa

    Pepe lo so che Peres non é voluto venire. Ma un Ds che si rispetti deve avere 3-4-5-6 alternative analoghe. Per analoghe cosa intendo?di pari caratteristiche. Perché ola Aina é un ottimo giocatore. Ma con Bruno Peres e 3-5-2 a mio avviso c’entra poco. Fisicamente forte. Bravo dietro. Ottimi polmoni. Peres? Più veloce più tecnico più adatto al modulo. Cé un perché Mazzarri lo ha chiesto. E poi ha chiesto d Ambrosio. Pereyra non sappiamo come avrebbe giocato. Ma sapevamo che soriano l anno scorso é stato fermo 6 mesi per un brutto infortunio ed é arrivato tardi.tecnicamente non si discute. Se sta bene non si discute. Ma evidentemente ora non sta bene. Altrimenti giocherebbe. In appoggio al gallo. Con Iago che gli da i palloni sarebbe lui l hamsik del toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Bischero - 2 settimane fa

    Bergen condivido quello che hai detto. Non sto mugugnando. Si sta solo parlando. Sostengo la squadra. Tifo per loro. Peró non é nemmeno giusto dare alibi. Cosa che in maniera nemmeno troppo velata l ambiente sta facendo. Ognuno deve prendersi le sue responsabilità. Petrachi in primis. È evidente che errori ne sono stati fatti. Sono 10 giornate che dico che questa squadra non sa crossare. Ora anche rampanti lo dice. A questa squadra manca l ultimo passaggio. Il gallo si sfianca troppo e rincula troppo.manca un 10 che dia la palla in profondità per i tagli di Belotti nello spazio. È stato un errore madornale far partire ljaijc. A gennaio devono provvedere subito. In rosa non abbiamo un giocatore con caratteristiche analoghe.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Pepe - 2 settimane fa

      Ognuno é libero di pensare quello che vuole ma sembra che tu rimpiangi quello che non hai e che nemmeno puoi essere sicuro che funzioni. Ripeto la squadra deve solo mentalizzarsi e crederci perché per adesso mancano solo di precisione. Se la palla inizierá ad entrare con facilitá tutti giocheranno piú sereni e piú convinti

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. parodifran_82 - 2 settimane fa

    Clamorosamente d’accordo con Bischero, ti bacerei!
    Secondo me hai centrato il punto.
    Non è un segreto che Mazzarri avesse chiesto due giocatori (Peres e Pereyra).
    E cioè un esterno di qualità (per giocare con lui e Ansaldi, per mettere palloni in area) e una mezzala\trequarti di qualità (da far giocare nel 3-4-2-1), cioè Pereyra, che sta segnando ogni domenica in Premier League.

    Cairo e Petrachi non li hanno presi, costavano troppo forse, e gli hanno portato un giocatore simile a Pereyra ma con molto meno spunto e qualità, cioè Soriano, è un doppione di Belotti.

    Soriano al momento è chiuso da Baselli, che sta giocando meglio dell’ex Samp, e su Zaza…

    Per me l’acquisto di Zaza, che ha anche comportato l’addio di Ljajic, è incomprensibile, forse ha fatto fare bella figura a Cairo con i tifosi, ma è tecnicamente incomprensibile.
    E sono curioso di capire se Mazzari lo volesse, ma credo di sapere già la risposta.

    In tutto questo Mazzarri, che come qualcuno ha scritto è il miglior allenatore del Toro nell’era Cairo sta cercando di tirar fuori il sangue dalle rape, facendo giocare benissimo Aina, che ricordiamo, giocava nella Serie B inglese, non al Real Madrid, e cercando soluzioni per far convivere Zaza e Belotti, che al momento fanno mezzo centravanti in due…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bergen - 2 settimane fa

      Senti se devo dirtela tutta sono d’accordo, anche io non avrei venduto Ljajc. Quel che dico é che con i SE non si va da nessuna parte. Il calciomercato é una fogna, dove sguazzano procuratori che non sanno neanche parlare l’italiano (o l’inglese) e guadagnano cifre che se ci fosse un’etica nel mondo moderno spetterebbero a un chirurgo che esegue i trapianti di organi a cuore fermo. Petrachi commette anche errori ma fa miracoli e a mio parere non serve ragionare sul fantacalcio delle idee di mercato di Mazzarri. Così diventiamo deii vivisezionatori del nulla, pronti per andare a “tutti convocati”…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Bischero - 2 settimane fa

    Pepe guardo in faccia la realtà. Ti invito a fare altrettanto. Mazzarri é nervoso. Molto nervoso e non capisco perché. Evidentemente ha annusato l aria e sa che con questa squadra sarà difficile andare in Europa. Il toro ha subito dei torti si? Si. Ma non tutti quelli che dicono. Stanno cercando di far credere alla piazza che non sono dove meritano per colpa di altri. Quando forse. Le colpe sono da cercare altrove. A naso mi viene da pensare ad una campagna acquisti fatta senza seguire l allenatore. Che da bravo aziendalista ha detto che va tutto bene ma cercava come primo acquisto un esterno a 5 forte(Peres) che non é mai arrivato. Ora abbiamo 4 esterni che non sanno fare 1 cross in 90 minuti. Poi cercava una mezzala di inserimento forte(Pereyra) che non é mai arrivata. Si é badato ai nomi. 2 nomi. Arrivati a fine agosto. Uno mezzo rotto senza preparazione che se sta bene può fare la differenza E l altro é un doppione del capitano. Non esiste squadra in Europa che gioca con 2 centravanti. Non abbiamo qualità. Se non in 3 giocatori dalla cintola in su. Iago meité e baselli. Iago se manca facciamo ridere e si é visto. Meité é forte ma lento. Baselli gioca 1 tempo e pesa 50 kg e ti fa bruciare un cambio. Ecco perché é nervoso. Secondo me sta lavorando fin troppo bene Mazzarri. Sarà dura.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. alrom4_71 - 2 settimane fa

      La tua analisi molto probabilmente è esatta. Ero piuttosto scettico su Mazzarri invece debbo convenire che con soli 3 giocatori buoni ( quelli da te citati) ha compiuto un ottimo lavoro anche sotto il profilo atletico : in parole povere sta cavando sangue dalle rape. Tra “libidine ” Ventura , Mihailovic e lui l’attuale mister è il migliore che il Toro abbia avuto negli ultimi anni. Se poi aggiungiamo che ,nel suo caso come per tutti gli altri , la campagna acquisti la fanno Braccino &Petrachi seguendo solo obiettivi monetari si spiega il nervosismo del mister e le scuse ed il paraculismo del presidente nei confronti del potere.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. bergen - 2 settimane fa

      Oh Bischero. Mai nick fu più azzeccato.
      Io sto vedendo giocare un buon calcio che non vedevo da anni. I signor nessuno che abbiamo comprato si stanno rivelando buoni acquisti soprattutto con ottime potenzialità. Perché é vero quel che dice Rampanti, che un buon giocatore si vede quando sbaglia e dopo non si perde d’animo e cerca la giocata. Ma quanto al gioco Mazzarri ha le sue idee e, come tutti gli allenatori, prendi il pacchetto completo.
      Lasciamo che la società gestisca la questione arbitri, SOSTENIAMO LA SQUADRA andando quando possibile a riempire lo stadio, e i risultati verranno. L’unico problema vero e proprio che vedo é quello del Gallo che ha bisogno di tornare lui. Ma chi siamo noi per avere la ricetta? Smettiamola di mugugnare sempre…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Pepe - 2 settimane fa

      Non sono per niente daccordo, il toro gioca bene gli manca piú precisione sotto porta da parte nostra e piú giustizia da parte degli arbitri. Peres non é voluto venire lui e si é preso aina che mi sembra molto meglio e costante, pereyra finché non lo vedo giocare nel toro non so dirti se avrebbe fatto comodo o no. Quindi io preferisco guardare la realtá e incitare i ragazzi a far meglio e speriamo anche nella fortuna cazzo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. bergen - 2 settimane fa

    Qualcuno si é chiesto perché Cairo, notoriamente cerchiobottista (a ragione peraltro perché se rovesci il tavolo devi anche sapere dove ti puoi spingere dopo) ha esternato? A mio parere c’é una ragione sola ed é l’elezione di Gravina alla FIGC di cui ha sostenuto fortemente la candidatura. l’AIA é ancora fortemente inquinata dalle scorribande (definirle politiche sarebbe un accrescitivo) degli ultimi anni. A mio parere sarebbe il momento di affondare il colpo cercando una svolta economica per il Toro. C’é un passaggio di potere in cui qualche vuoto può essere riempito. Speriamo …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Pepe - 2 settimane fa

      Vivi a bergen?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. bergen - 2 settimane fa

        Sono nato nella contea di Bergen un po’ di anni fa.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Pepe - 2 settimane fa

          Ho una amica nella via nordeidstraumen, bergen e la norvegia suppongo siano incantevoli, complimenti e forza Toro!

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Bischero - 2 settimane fa

    Facciamo ridere i polli. Una volta che l arbitro andava a vedere il var dava il rigore? No. Perche non era rigore. Se qualcuno pensa che abbiamo il sistema contro per la corsa all ambitissimo sesto o settimo posto vive su un altro pianeta. Non ci calcola nessuno fratelli. Stanno distogliendo semplicemente l attenzione dagli errori fatti dalla squadra società (in campagna acquisti) e allenatore. Tutto qua. Il var lavora anche senza che l arbitro fisicamente lo vada a vedere. Ci sono 2 arbitri professionisti seduti in un furgone che rivedono l azione. Lasciamo perdere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Pepe - 2 settimane fa

      La tua é satira? O voglia di sputare nel proprio piatto aggratis? Manda un curriculum a vinovo cercano pastori come te

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Gio - 2 settimane fa

      Comunque uno può anche seguire l’ippica, mica è obbligatorio darsi al calcio.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Marchese del Grillo - 2 settimane fa

      Penso anche io che il rigore non sarebbe stato assegnato anche consultando la VAR. Se non erro, però, gli arbitri al VAR non intervengono senza chiamata del direttore di gara.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Filadelfia - 2 settimane fa

      Quindi con il tuo ragionamento, se al posto della Juve a Empoli c’era il Toro, il rigore su Dybala veniva assegnato lo stesso? L’arbitro è sempre quel Valeri che ha tolto un gol regolare a Berenguer a Udine e che è stato “sospeso” addirittura per 1 turno. Per dirla alla TOTO’ : “ma mi faccia il piacere”!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. plexy67 - 2 settimane fa

    Quando le proteste sono sterili,si creano solo pretesti per aggrapparsi a qualcosa e recriminare su questo o su quell’episodio,dimenticando le colpe di una pessima prestazione e un incapacità a mettere una squadra decente i campo.Quando il Toro,ingiustamente,viene trattato “male”dalla terna arbitrale,con fatti evidenti sotto gli occhi di tutti,bè allora,siamo alle solite…Già dobbiamo sorbirci le partite commentate da Sky,che vergognosamente ha ex gobbi a libro paga che stanno sul caz..a tutti,già non abbiamo la stampa che ci tutela come vengono tutelate certe società,ci mettiamo anche errori di arbitri mediocri????Che non sanno nemmeno utilizzare gli strumenti a disposizione nel modo corretto????Personalmente la proposta di Cairo,non è male,ma non verrà mai presa in considerazione…(commento di Collina negativo)salvo riprenderla tra un po di anni,da qualcuno magari facente parte del potere che prendendosi il merito dell’idea,farà la sua bella figura!!!Perchè,noi comuni mortali,leggiamo così bene il futuro?????

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. user-14036712 - 2 settimane fa

    Sono solo chiacchiere al vento! Sky, vero padrone del calcio italiano, è il mandante , gli “arbitri” gli esecutori materiali!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy