Ventura in tribuna all’Olimpico

Ventura in tribuna all’Olimpico

La stagione 2011-2012 per il Torino é inziata al triplice fischio finale del signor Pinzani. Rabbia della Maratona, Bianchi che va a chiedere perdono, gli altri giocatori (quasi tutti) che corrono a rifugiarsi negli spogliatoi, Cairo che ascolta dall’autoradio gli ultimi minuti di gara, lo stadio che si svuota tra delusione e imprecazioni, per riversarsi -in parte- all’esterno ad attendere che la squadra esca con il pullman.

Tra…

La stagione 2011-2012 per il Torino é inziata al triplice fischio finale del signor Pinzani. Rabbia della Maratona, Bianchi che va a chiedere perdono, gli altri giocatori (quasi tutti) che corrono a rifugiarsi negli spogliatoi, Cairo che ascolta dall’autoradio gli ultimi minuti di gara, lo stadio che si svuota tra delusione e imprecazioni, per riversarsi -in parte- all’esterno ad attendere che la squadra esca con il pullman.

Tra gli altri, seminascosto in tribuna, Giampiero Ventura. Il sessantetreenne allenatore ex-Bari, che in questi giorni per correttezza verso il collega Lerda evita interviste e apparizioni, potrebbe -lo diciamo con naturalezza- essere venuto all’Olimpico a farsi un’idea dei giocatori su cui puntare nel caso Petrachi e Cairo decidessero davvero di fare di lui il tecnico del prossimo campionato granata. E’ infatti inutile nascondersi che la sua presenza allo stadio, quest’oggi, sia un qualcosa di piuttosto indicativo; ne prendiamo atto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy