I dolori del contestato Ventura: “La mia annata peggiore a Torino. Vi spiego perchè”

I dolori del contestato Ventura: “La mia annata peggiore a Torino. Vi spiego perchè”

Torino-Carpi 0-0 / I giovani del Torino si irrigidiscono facilmente. Ma è il tecnico a dover aiutare dal punto di vista mentale

“E’ l’annata peggiore da quando sono a Torino. Abbiamo regalato punti all’Udinese, al Chievo, a destra e a sinistra, una cosa non da noi, per mille motivazioni. I giocatori lavorano con grande impegno e grande intensità, vorrebbero ottenere più di quanto ottenuto finora”. Nel confronto in sala stampa coi giornalisti torinesi, Giampiero Ventura non si nasconde: il suo Torino sta vivendo una stagione mediocre nel gioco e nei risultati, e la classifica testimonia il grosso passo indietro rispetto alle ultime annate. C’è la sicurezza della salvezza, ma anche quella di non potersela giocare minimamente per l’Europa League; sarà già un buon traguardo terminare nella parte sinistra della classifica, per una squadra che non riesce a vincere in casa contro le ultime due squadre della graduatoria.

Per molti opinionisti e anche per una fetta rappresentativa dei tifosi, come ha dimostrato anche lo striscione di ieri, la causa principale è proprio il mister genovese: definito da più parti superato, vetusto, un integralista tattico incapace di correggersi. Per esempio cambiando modulo, cosa che peraltro contro il Carpi è stata fatta, ma solo negli ultimi quindici minuti di gioco: “Ma se fabbrichi scarponi da sci non puoi pensare di andare al mare. Abbiamo fatto degli investimenti che vanno in una certa direzione, su dei giovani come Baselli, Zappacosta, Benassi. Finiremmo col complicare ulteriormente le cose, confondendo ulteriormente le idee. Per fare un certo tipo di calcio, ci vogliono certi giocatori. Abbiamo costruito una squadra con un’idea chiara e dobbiamo, fino a giugno, concludere la stagione in questo modo”.

difesa
striscione
mura

E allora cosa c’è che non va? “Per stress, per ansia, ci sono dei momenti in cui perdiamo fluidità e lucidità. Come successo a Palermo, dove nella ripresa abbiamo concesso qualche occasione ad una squadra che era già morta. Chi fa calcio lo vede. La differenza la fa quel momento in cui sbagli perché fai un tocco in più, poi ti irrigidisci e perdi la calma. Non è una cosa abituale per noi, e una volta non era così. In altri frangenti l’ambiente era positivo e favorevole, e di conseguenza tutti osavano qualcosa in più. Oggi pochi, o nessuno, osa la giocata. I giocatori devono imparare a gestire la pressione, e questa annata può e deve fare da palestra in tal senso”.

In pochi osano la giocata decisiva, in pochi si prendono le responsabilità quando serve. Il Torino è una squadra fatta innegabilmente di giocatori giovani: ieri contro il Carpi l’undici iniziale vedeva sette giocatori su undici nati negli anni Novanta. Giovani che però si irrigidiscono al primo mugugno del pubblico, che si intimidiscono e perdono la testa facilmente. E quando l’unico elemento carismatico, Immobile, è in giornata-no, si fa una gran fatica. Una pecca non da poco, certo; ma è anche certo che è l’allenatore a dover toccare le molle giuste, dal punto di vista mentale, affinchè le difficoltà mentali vengano superate. Questo, Ventura in passato è riuscito a farlo, quest’anno non ancora. E così viene fuori una stagione mediocre, da “vorrei ma non posso”; o meglio, “potrei ma non riesco”. La squadra, specie quando gioca in casa, si perde e si avvita su se stessa alle prime difficoltà. Difficile sia tutta colpa dei tifosi, che anche contro il Carpi hanno sostenuto la squadra fino al novantesimo. Nel Torino sperano almeno che questa stagione possa essere una “palestra” per il futuro…

69 commenti

69 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. RDS- toromaremmano - 11 mesi fa

    “Immobile l’unico giocatore carismatico in giornata no”, tu sei da tre mesi in giornata no ma non l’ammetti mai.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Veyser - 11 mesi fa

    Tutti allenatori, tutti preparatori, tutti presidenti…. Vuoi vedere che sono rimasto da solo a fare il Tifoso del Toro…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 11 mesi fa

      con le pelli di salame sugli occhi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. TORERO - 11 mesi fa

    Il nostro cabarettista smascherato non aspetta altro che la chiamata dalla nazionale e poi vi faccio vedere io dove finisce il suo ‘progetto Toro’, la ‘crescita dei giovani’, il ‘ritagliarsi uno spazio importante’ e tutte le sue frasi fatte e strafatte ed i suoi concetti triti e ritriti…minchia che noia ieri allo stadio…ho rischiato anche di addormentarmi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. maxmurd - 11 mesi fa

    Però smettiamola pure di rompere le bal al mister e lasciateli lavorare in pace… creando tensione non si migliorano le cose, anzi..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. giancator - 11 mesi fa

    Oggi Ventura ha firmato la resa, “cosi fino a giugno”…..non mi sembra la soluzione ottimale!Non creiamo più niente in avanti,rischiamo in difesa e ,considerando le partite difficili che ci attendono e i solo 32 punti…….Non capisco perchè non possa provare un Baselli più centrale e vicino alle punte,con un Peres più avanzato ad ala pura che possa scordarsi della fase difensiva ,cosa che non è in grado di fare,per esempio.Certo non è detto che le cose possano migliorare cambiando,ma di certo non miglioreranno continuando a giocare cosi’!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. robinhood_67 - 11 mesi fa

    Analisi di Ventura onesta e sincera: non è una buona stagione, non lo sarà purtroppo neppure a fine campionato. Uno sguardo al calendario: milan -torino, torino-lazio, genoa-torino, torino-juventus, inter-torino. La partita contro il Carpi, non bastasse l’Olimpico granata, era di quelle da vincere anche per questo: per fare 3 punti potremmo anche andare al 10 aprile, torino-atalanta. E’ vero che molti giocatori ora commettono errori macroscopici che prima non facevano: i passaggi o i cross sbagliati contro il Carpi da Bruno Peres o Maksimovic dicono tutto. Ma 5 tiri in porta in una partita da vincere a ogni costo sono pochi. I contrasti persi contro gli emiliani sono troppi. Riemergono le difficoltà a centrocampo. Il Verona di Del Neri, non il Real Madrid, con Marrone e Ionita è molto più rapido a ribaltare il gioco. Anche il Genoa si è corretto in corsa, Rigoni-Dzemaili danno palloni giocabili. Questo Toro, invece, continua a ruminare gioco che solo l’evaporazione del Palermo e una ottima prestazione di Immobile hanno mascherato per una giornata. L’errore di gennaio è stato non muoversi per correggere il centrocampo – ad es. con Bruno Fernandes dall’Udinese o Viviani dal Verona – da affiancare a un Baselli provato più nel cuore del gioco, a costo di perdere qualcuna delle sue incursioni davanti. L’impressione, invece, è che si proseguirà così fino alla fine, sperando di non replicare il derby di coppa italia per non riaccendere la luce dell’autodistruzione nell’ambiente granata.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Nick - 11 mesi fa

      sono d’accordo. e sono concetti ribaditi a più riprese da molti fratelli granata, me incluso. se abbiamo in molti la stessa opinione, allora forse qualcosa di vero c’é. inoltre vista la situazione psicologica della squadra (ma spero davvero in una controreazione) prevedo delle forti barricate da milan – toro in poi. si ripeterà la tortura di fine anno scorso.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. beppe63 - 11 mesi fa

      Concordo pienamente ed aggiungo: ho giocato a calcio a livello dilettantistico e semipro per oltre 20 anni ed ho provato quello che forse provano i giocatori del Toro in questi momenti, essere costretti ad applicare uno schema che non sentono più loro perché non produce più i risultati di una volta, giocano contratti senza riuscire ad esprimete le loro potenzialità ed intimoriti dallo sbagliare anche il più elementare dei passaggi al compagno. Risultato : un gioco lento e prevedibile che gli avversari ormai intuiscono ad occhi chiusi. Visto che stiamo parlando di professionisti ed anche giovani, non vedo perché non provare schemi nuovi e più versatili che senza essere” libidinosi” riportino entusiasmo, voglia di divertirsi giocando e magari anche punti in classifica. Onore a Ventura per quello che ha fatto fino allo scorso anno, ma un po’ di elasticità……

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Nick - 11 mesi fa

    Che la stagione attuale abbia deluso è fuori dubbio. Io sono ancora convinto che siamo più forti dell’anno scorso e i giovani presi hanno buone potenzialita. Ma i campionati non si vincono da soli, ci sono tanti fattori esterni che determinano gli esiti. Chiarisco, non sto sollevando il mister, che pure apprezzo, dalle sue principali responsabilità: è lui il direttore d’orchestra quindi se la banda suona male è sua responsabilità, punto.
    Io credo che il cambio di modulo sia necessario per creare alternative e i giocatori moderni si adattano anche a giocare in altri ruoli, andiamo siamo nel 2016.
    Purtroppo non sono positivo sul fatto che ventura alla soglia dei 70 sia in grado di fare il passo in avanti. Ma spero di ricredermi visto che lo avremo per altri due anni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. gian.ca_637 - 11 mesi fa

    Vista la squalifica di Benassi, perché non provare Zappacosta centrocampista a dx, Baselli centrale al posto di Vives e Obi o Farnerud a sx?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. granata - 11 mesi fa

    Scusate, nella precedente mail ho scritto per errore Martin Vazquez, ma volevo dire Sanchez Mino. Ancora Forza Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. brusbi - 11 mesi fa

    Ventura rimanga pure ma dimostri che è in grado di concepire altri moduli di gioco da sperimentare ora che il campionato offre partite vere e senza apprensioni particolari (siamo fuori da tutto).
    Non si pensi neanche che le sperimentazioni si debbano fare nel ritiro precampionato magari contro la Pro Patria o il Feralpisalo.
    Non si perda tempo e si guardi concretamente alla possibilità di giocare con la difesa a 4, l’alternativa più solida e congeniale alla rosa dei giocatori attuali.
    Dietro occorre scegliere per i due centrali fra Glik, Maksimovic e Moretti, con la possibilità per gli ultimi due di riciclarsi come esterno basso. Avelar o Zappacosta a riempire il quarto posto.
    Poi, non avendo nessuno candidabile in regia, due mediani arretrati che impostano e gli esterni di centrocampo (Peres e Baselli) a ridosso delle punte.
    Questo o qualcos’altro, ma qualcosa di diverso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. crocian_786 - 11 mesi fa

      Aveva ritorna tra 6 mesiiiiii

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. granata - 11 mesi fa

    “Chi fa calcio lo vede”, dice Ventura. Mi sono occupato di calcio (non dilettantistico, ma professionistico) per 30 anni e credo di “vederlo”. In molti ormai finalmente concordano che i problemi gravi del Torino sono a centrocampo. Acquisti sbagliati (Farnerud, Aquah, Obi. Martin Vazquez, tanto per citarne alcuni), altri inespressi (Baselli e Benassi). Ebbene è lì che Ventura avrebbe dovuto da tempo lavorare a fondo. Vives non regge la Serie A (d’ altronde quando il Torino risalì dalla B comprò Brighi e Gazzi, con l’ idea di relegare in panchina Vives e Basha). Invece di valutare capacità e caratteristiche dei singoli, Ventura sembra prediligere altro, come fedeltà e disciplina, e quindi ha tentato di privilegiare giocatori come Basha, Vives, Larrondo, Martinez, Meggiorini, ecc. Ha “bruciato” la coppia Quagliarella (a proposito bel gol all’ Inter…) e Maxi Lopez e relegato Baselli in una posizione non sua. Proprio da Baselli bisognerebbe ripartire. L’ unica soluzione tattica che c’ è sottomano è portarlo al centro del campo, mettendogli due incontristi/cursori ai lati che sgobbino per lui,incaricato della regia. Non deve toccare 10 palloni per partita, ma 100 e far girare la squadra. Ma questo significherebbe sacrificare Vives…e allora torniamo all’ inizio: Ventura fa finta di non “vedere” il calcio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 11 mesi fa

      Nooo molto meglio far tornare indietro immobile a centrocampo … non lo ha preso per questo a gennaio ??

      Glielo stanno dicendo in tutte le salse che gioca di me..a ma quello che fà male è che cerca scusanti.

      Ripeto : finchè rimarrà al toro credo non vedremo altro di cio’ che ci viene propinato ogni maledetta domenica.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Jerry - 11 mesi fa

      Concordo con la tua disamina… Le varianti ci sarebbero pure per provare ad uscire da questa situazione, ma non vengono minimamente prese in considerazione. Se al Toro arrivasse un allenatore qualsiasi, inizierebbe proprio da lì…..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. gian.ca_10 - 11 mesi fa

    Purtroppo ai miei occhi è evidente il fallimento di questa stagione, a 2/3 di campionato siamo ormai privi di obiettivi e, soprattutto, la tifoseria è evidentemente spaccata tra chi ritiene, a mio avviso giustamente, che il ciclo venturiano sia finito e chi, a mio avviso immotivatamente, ritiene il mister imprescindibile…
    Purtroppo non si intravede alcun percorso di crescita: in porta non abbiamo sicurezza sebbene Padelli, dopo l’avvicendamento, abbia mostrato maggior serenità.
    In difesa Maksi sta tornando lentamente ai suoi livelli (ma tanto andrà via…), Glik è in calo (forse pensa troppo agli Europei…), Moretti sta invecchiando bene ma sta comunque invecchiando; sulle fasce a dx Bruno Peres crea sì pericoli ma non è mai concreto, a sx siamo in evidente affanno, al punto da schierare Gaston Silva che non è un cursore di fascia.
    Il centrocampo praticamente non esiste per quanto riguarda la fase di costruzione, non ricordo un assist di un centrocampista da tempo immemore.
    L’attacco è ormai basato sulla coppia Immobile – Belotti ed entrambi si dannano l’anima per cercare di trovare palloni giocabili vista l’esiguità dei rifornimenti.
    Ma quello che è innegabile è il gioco sempre farraginoso e mai fluido soprattutto nelle partite casalinghe con squadre che si chiudono e ripartono: le uniche soluzioni che abbiamo sono sulle fasce (ieri solo a dx, visto che Gaston NON è un fluidificante…) e talvolta grazie alle serpentine di Ciro, per il resto non si intravede il becco di uno schema né su angolo né su punizione, anzi l’unico schema è il retropassaggio anche su corner…
    Insomma, sempre a mio parere, la squadra ha dei limiti oggettivi tali da giustificare l’attuale posizione in classifica ma se gli acquisti sono stati avallati dal mister, il gioco e, soprattutto l’assenza di mentalità vincente che, anzi, si traduce in paura continua e generalizzata, non possono non essere una responsabilità di Ventura…
    Attendiamo fino alla fine del campionato ma poi ognuno si assuma le proprie responsabilità per quest’ennesimo campionato apatico e privo di gioie…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. prawda - 11 mesi fa

    Sicuramente la rosa e’ modesta e l’obiettivo della EL non e’ mai stato nel potenziale di questa squadra e probabilmente in societa’ nemmeno ci hanno mai pensato, d’altra parte i risultati sportivi non contano; come sono stati commessi sicuramente errori di costruzione della squadra questa estate con gli acquisti inutili di Obi ed Acquah ma anche con la scelta poco sensata di creare un inutile dualismo tra Peres e Zappacosta, spiegabile solo con la mancata cessione del primo, oltre ad errori di valutazione come la scelta della coppia di attaccanti titolari, Quagliarella-Maxi, od il non aver compreso che giocatori come Moretti, Vives o Gazzi erano ormai vicini al capolinea.
    Detto questo, in un contesto di tale mediocrita’ come e’ l’attuale campionato italiano, si poteva e doveva fare qualcosa di piu’, soprattutto da un punto di vista del gioco che e’ veramente inguardabile; vero non lo e’ da oggi, ma questa non e’ una giustificazione ma semmai una aggravante. Soprattutto si continua a parlare di progetto, di crescita che io personalmente non riesco a vedere e nemmeno a comprendere come sia possibile in assenza di investimenti.
    Quello che purtroppo ci aspetta lo ha gia’ anticipato Cairo, Ventura sara’ l’allenatore fino al 2018, quindi altri due anni di non gioco e di stucchevoli giustificazioni.
    Francamente leggere di giocatori che non possono fare altri moduli, quando solo per fare un esempio Zappacosta giocava in una difesa a quattro fino allo scorso anno, mi pare un non senso, ma forse lo e’ ancora di piu’ pensare di costruire gioco con Vives o Gazzi ad impostare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 11 mesi fa

      Non è vero che non ci hanno pensato , vatti a vedere le dichiarazione dei geni dopo il
      mercato di luglio scorso :

      ABBIAMO LA ROSA PIU’ competitiva dello scorso anno e ci togleremo delle soddisfazioni.

      Io leggo che se l’anno precedente erano arrivati alla soglia della EL , l’obbiettivo per questa stagione doveva essere il 6° posto .

      Ergo : hanno sbagliato .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Alberto Fava - 11 mesi fa

        E chi non sbaglia mai?
        Tu, forse……:)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 11 mesi fa

          Quì non si tratta di sbagliare o meno :
          è il fatto che cairo e sventura non lo ammettano .

          Sono dieci anni che facciamo su e giù con progetti e progettini

          Si diano degli obbiettivi e poi si titini le somme

          Poi , per carità ci sono quelli che andrebbero aventi altri 50 anni a sperare che prima o poi …

          Non so tu ma personalmente non sono per le prese per il culo !

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. prawda - 11 mesi fa

        Che abbiano detto siamo piu’ forti e’ normale, ai tifosi qualcosa bisogna pur vendere e Cairo e’ un ottimo venditore, ma credo sapessero molto bene che non era vero o meglio che non si poteva continuare a sperare che le milanesi sbagliassero ancora e che quindi l’EL era chiaramente un obiettivo improponibile per questa rosa. Infatti non ho mai letto o ascoltato una dichiarazione di Cairo o Ventura che dichiarassero che la qualificazione all’EL era il nostro obiettivo, non hanno dichiarato nulla per la verita’, se non il solito facciamo al piu’ presto 40 punti e poi si vedra’.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 11 mesi fa

          Invece dire che abbiamo la rosa migliore dello scorso anno e quest’anno ci divertiamo cosa significa allora ?

          Significa andare nella parte dx della classifica ??

          Facciamo il passo del gambero da 10 stagioni ormai .

          Ma si dichiara altro : il progetto adesso sono i giovani (ADESSO)
          speriamo di non dover aspettare altri 3-4 anni per poi venderli ad altri così gli altri vedranno la casa costruita

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. prawda - 11 mesi fa

            Sono il primo a sostenere che non esiste nessun progetto ed avevo scritto questa estate che questa squadra se andava bene era sul livello dell’anno passato. Sul fatto che quei giovani li vedremo in altre squadre se dimostreranno di avere delle qualita’ mi pare palese, sono stati presi con il solo intento di valorizzarli per rivenderli. Detto questo e’ ovvio che ai tifosi ad inizio anno si provi a vendere qualcosa di piu’, quanti avrebbero fatto l’abbonamento se la societa’ avesse detto, siamo mediocri e se ci va tutto bene siamo sul livello dello scorso anno?

            Mi piace Non mi piace
          2. ddavide69 - 11 mesi fa

            Caro Prawda

            Allora continuiamo a farci prendere per il culo anche dalla dirigenza , ebbene io almeno questo non lo accetto e se permettete almeno lo dico e non mi fodero gli occhi come qualcuno (non tu beninteso)

            Mi piace Non mi piace
      3. bertu - 11 mesi fa

        La rosa sembrava competitiva, gli acquisti mirati. Tranne alcune eccezioni ( vedi Acquah,che ha i piedi di legno; noi non lo sapevamo, ma loro dovevano saperlo). Quindi il problema è più che mai il tecnico; la squadra appare molle e sfiduciata, in una parola non segue più il tecnico. Se veramente Cairo pensa di tenerlo anche in futuro, è un masochista,o ha scarsa considerazione dei tifosi e della storia della società.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. ddavide69 - 11 mesi fa

          Questa invece è una chiave di lettura che condivido

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. FaustusC. - 11 mesi fa

    Ma ti rendi conto di quello che dici!? Brutto presuntuoso! Sempre a prendertela con i giovani. Ma non dovrebbero essere i tuoi vecchi pupilli a dare qualcosa in più in campo? Capisco che con il tuo “gioco” neanche per loro sia facile. Sei incapace di insegnare il calcio, scendi da quel piedistallo e Cairo la smetta di osannarti. Sei un raccomandato, non so da chi. Per quanto riguarda i giovani li stai massacrando col tuo gioco (vedi Baselli fuori ruolo, Belotti che si danna per toccare un pallone, Immobile altrettanto, Zappacosta tenuto fuori e non si sa perchè… forse ha già ultimato il suo processo di crescita e tu non sai cosa insegnargli di più). Qualcosa dovresti invece insegnare ai tuoi “COCCHI” che ogni domenica insieme a te fanno un figurone. Siete da pallone d’oro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. uassing - 11 mesi fa

      Vai tu ad allenare che capisci tutto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. fabrizio - 11 mesi fa

    A volte il silenzio e’ oro……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. WGranata76 - 11 mesi fa

    Prima osservazione, che strano che di nuovo sia muto il re dei ProCairoVenturaPetrachiPadelli…

    Seconda osservazione: Ventura il concetto sci/mare non regge, basta guardare i gobbi che hanno due moduli,senza considerare il 4-4-2 mascherato, ossia il 3-5-2 e il 4-3-3. Adesso molti diranno si ma hanno grandi giocatori che sanno adattarsi…ah si? Padoin che fa 3 ruoli in due moduli? Sturaro che gioca mezzala e ala in entrambi i moduli? Chiellini che gioca centrale e terzino a seconda della difesa a 3 o 4? Evrà che anche lui gioca alto nel 3-5-2 e basso nel 4-3-3? Pepe che ha giocato mezzala e punta nel tridente? Non sono più forti di Baselli,Benassi,Zappacosta o Maksimovic…
    Vero non abbiamo i Marchisio,Pogba,Dybala e Madzukic, ma comunque abbiamo una buona squadra e che si sia perso lo scudetto di nuovo all’ultimo minuto lo ha dimostrato e non pretendiamo i risultati dei vicini di casa..
    Quello ci uccide contro tutte invece è l’immobilità tattica. I giocatori sono professionisti strapagati e SANNO cambiare modulo se gli si insegna, vero “MAESTRO DI CALCIO”??
    Benassi stesso ha sempre giocato in altro modulo in under-21 e non è un fenomeno con la nazionale? Baselli ha fatto anche il trequartista con discreti risultati, mancava solo la continuità,ora che l’avrebbe secondo il vate prima deve imparare a fare la mezzala…boh?? Allora cambi il modo di giocare ai protagonisti quando è il tuo credo a dirlo??
    Questi giocatori poi poverini andrebbero in confusione..ma scherziamo? Sono troppo coccolati,altro che palle, a calci nel sedere vanno presi, dal primo all’ultimo. Non hanno gli attributi e dimostrano poco carattere, come d’altronde manca di carattere il mister, visto che ieri avrebbe dovuto imporsi sul calcio di rigore. Tira il primo in lista…lui dice che è Maxi, ma come fino a pochi giorni fa era un ciccione e ora è il rigorista numero uno?? Poche balle, voleva che segnasse per togliersi la grana delle polemiche con un contentino, peccato che ha sbagliato e ora di chi è la colpa?? Un allenatore si impone e decide il meglio per la squadra, sono i giocatori a doversi adattare, se questo non avviene che si prenda la responsabilità e se ne vada.
    Ieri poi toglie un terzino come Silva, che ha giocato bene o benissimo considerato che lo mette sempre fuori ruolo, e anche qui torna il discorso che quando vuole cambia le cose, ma solo per il suo credo dogmatico, ma a vedere bene era Peres da 15 minuti che doveva essere sostituito visto che non ne azzeccava una… Poi sempre e cmq Vives… ha salvato 1 solo pallone decisivo, ma creato tanti pericoli e sprecato innumerevoli occasioni…cosa serve? Prova a sto punto Obi e Baselli regista basso o Farnerud, tanto peggio non si poteva fare.
    Ma è proprio questo il punto, non si osa mai e chi non ha mentalità vincente come Ventura, mai oserà troppo, mai si sbilancia e tenta il tutto per tutto. Lui parla del vero Toro, del rinato spirito di questa squadra, mi spiace ma il TORO sbuffa, si incazza, carica a testa bassa altro che non osare. Preferisco perdere con il Carpi attaccando a testa bassa e ringhiando su ogni pallone che vedere sto scempio che ha generato 1 e ripeto 1 solo tiro in porta su azione. FVCG SEMPRE E COMUNQUE.

    P.S. sono sempre un piangina spalamerda, ma il Toro dentro,addosso,un cuore che pulsa,dei nervi che si tendono e una voglia addosso di spaccare il mondo anche senza averne i mezzi, perchè si combatte fino in fondo, sudando e sanguinando,senza risparmiarsi mai, perchè noi siamo il TORO, noi siamo la Leggenda, noi teniamo alto il nome di coloro che hanno rappresentato i poveri,i giusti, che dando tutto, sacrificandosi possono anche loro vincere, come gli Invincibili e andare a testa alta e fieri anche se sono diversi o strani, come Meroni. Questo è il TORO una filosofia di vita, un credo, una fede vera, un sentimento unico e quello che vedo in campo non è nulla di tutto ciò.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. RDS- toromaremmano - 11 mesi fa

      Ehi WGranata76, ti do’ una notizia che ti era sfuggita in settimana e di sicuro ti tirerà su il morale: PAPANANO E’ STATO BANNATO!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. WGranata76 - 11 mesi fa

        AHHAHAHAHAHAHA davvero? Ci mancherà 😛

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Alberto Fava - 11 mesi fa

          Un po’ s dai, in fin dei conti era divertente.
          E non ci facevano neanche pagare il biglietto per le sue pantomime comiche !

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Nick - 11 mesi fa

        Ci terremo i ns divani umidi senza che lui ce lo ricordi 😀

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      3. Brawler Demon - 11 mesi fa

        Buona notizia, mi auguro che ne vengano bannati altri e se son stati già bannati, tanto meglio.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. AmmaMi71 - 11 mesi fa

      Premetto che non ho letto tutto, ma ti dico solo che la Juve fintanto che giocava con il 4-3-3 (ovvero all’inizio) ha fatto cacare!!! Ha ricominciato a vincere e giocare bene da quando è tornata ad utilizzare il 3-5-2 Quindi già solo questo dovrebbe farti capire che i moduli si dovrebbero adattare alle caratteristiche dei giocatori che hai e non il contrario! Quello che cambia decisamente sono la qualità dei giocatori ed il loro atteggiamento in campo, ma se vuoi la qualità dei giocatori della Juve devi spendere quanto la Juve (cosa che non non possiamo fare) o più facilmente…Tifa la Juve…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Catlina - 11 mesi fa

      Vorrei sposarti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Angry Bull - 11 mesi fa

    Ventura riesce a dare la colpa ai giovani, quando dopo Chievo e Verona siamo la squadra più vecchia della serie A. Ho visto il Bologna con la Juve e aveva ragazzi del 97 in campo e correvano e lottavano. Il problema è che ormai il tuo ciclo a Torino è finito Ventura e hai stufato la nostra gente coon il tuo gioco attendista! Grazie e arrivederci

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. AmmaMi71 - 11 mesi fa

      Ma cosa stai dicendo?!! Io non capisco perchè le persone parlano solo per dar fiato alle corde vocali!! Benassi,Baselli,Zappacosta,Peres,Maksimovic,Silva,Belotti, Immobile, Martinez e Obi tutti ragazzi GIOVANI!!! Padelli e Glik hanno 28 e 29 anni gli unici over 30 sono Moretti (unico titolare per altro!!) Bovo, Farnerud e Maxi Lopez (di fatto riserve). Quindi di cosa stai parlando?!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawda - 11 mesi fa

        La rosa del Torino e’ la terza per l’eta’ media piu’ alta, dopo le due veronesi e con i gobbi subito dietro. Questo era il dato ad inizio campionato; forse prima di rispondere, tra l’altro anche in modo poco educato, sarebbe meglio controllare, per lo meno si eviterebbero di scrivere certe stupidate.
        (20-Chievo 30,69, 19-Verona 29,50, 18-Torino 28,78,…….2-Bologna 25,97, 1-Empoli 25,46)

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Angry Bull - 11 mesi fa

          Bravissimo prawda! Solo che gli ignoranti sanno sempre come distinguersi…in molti cmq hanno capito cosa volevo dire o almeno quelli che conoscono il calcio e non sono ignoranti

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Angry Bull - 11 mesi fa

        Ma tu cosa stai dicendo! Vatti a leggere le medie d’età dei giocatori di serie A ignorante! e vedrai che siamo terzultimi dopo Chievo e Verona

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. granata - 11 mesi fa

    gridare dare consigli senza conoscere veramente le cose è aria fritta.noi certamente amiamo il Toro è per nn sbagliare proviamo ad aspettare
    come nelle cose della vita quando siamo in confusione o nn ci riesce nulla serenità e tempo è la soluzione per rimettere a posto le situazioni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 11 mesi fa

      Il fatto è che noi sono almeno 10 anni che siamo in confusione , quanti ne mancano ancora ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Luigi-TR - 11 mesi fa

    Secondo me abbiamo la classifica che meritiamo e che abbiamo meritato sul campo e sono contento che il discorso retrocessione non ci abbia mai interessato e non era certo scontato (vedi Palermo, Samp, Genoa, Udinese)
    A mio avviso abbiamo fatto troppo nei due anni precedenti, soprattutto quello della conquista della EL grazie quasi esclusivamente alla coppia Cerci-Immobile che hanno fatto stravedere
    a livello di gioco eravamo peggio di quest’anno…catenaccio puro e palla lunga a quei due davanti che facevano la differenza
    Secondo me il più bel Toro a livello di gioco e prestazioni si è visto l’anno scorso
    Ma queste restano solo mie opnioni
    Sempre Forza Toro !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. RDS- toromaremmano - 11 mesi fa

    D’accordo con l’intervento di Jerry qua sotto, anche se contrario all’allontanamento in corsa di Ventura,
    Questa squadra ha gravi ed evidenti lacune, manca il regista (secondo me anche un fantasista)che abbiamo (Baselli) ma secondo Ventura deve giocare mezzala, se il mister non si accorge di queste lacune e addosso la colpa ai mugugni del pubblico è grave, vorrei chiedere inoltre a Ventura come mai a Giugno si inseguiva Valdifiori, ElKaddouri, e a gennaio non sono arrivati giocatori simili, chi non li ha voluti, lui?
    Cairo? no perchè se fosse stato Cairo a non prenderli allora mi domando se è giusto che se per 1.3 milioni di euro bisogna star lì a farsi imporre il modo di giocare da un presidente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 11 mesi fa

      Eh ma prendere ilicic faceva schifo …

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 11 mesi fa

      e dimenticavo , prendere un regista faceva schifo … e far giocare stà squadra così senza usare il centrocampo è un’altra scelta che è dei tifosi , no ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. ddavide69 - 11 mesi fa

    Se ci incazziamo solo noi ( anzi solo qualcuno di noi , perchè molti dimostrano la pazienza di Giobbe e non sembrano scuotersi neppure di fronte all’evidenza ) ,
    questo succede perchè nessuno, ripeto NESSUNO nella dirigenza attuale ha mai militato nel TORO e soprattutto NESSUNO è tifoso del TORO .

    Non sono sufficienti i vari Asta, Comi , eccetera ad inculcare nei giocatori l ESSENZA DEL TORO , cosa che si vedeva quando frequentavo il Fila , oggi non c’è nulla di tutto questo e si vede.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Jerry - 11 mesi fa

    Questa semi intervista, denota, che il caro Ventura non sa’ più che pesci pigliare. Denota lo stato confusionale in cui è caduto, e di conseguenza la squadra. La rosa del Toro, non è inferiore alle rose di squadre gli stanno sopra in classifica. Penso che sia solo utilizzata male, con lacune che si porta dietro da anni( centrocampista d’impostazione). Questi giocatori li ha voluti lui, questa squadra l’allena lui, questa squadra è coesa con lui. Se lui non sa’ più cosa fare per uscirne fuori, che senso ha continuare altri due anni? Se non cambi più di metà rosa, si pensa che i problemi di quest’anno non riaffioreranno il prossimo? Finiamo questa stagione degnamente, e questa estate troviamo una soluzione a questo problema. Ho si cambia più di metà rosa, ho si cambia la guida tecnica. Soluzioni diverse non esistono………

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. AmmaMi71 - 11 mesi fa

      Non sono d’accordo! Denota solo che vede benissimo quali sono i problemi ma per una serie di ragioni non le può cambiare! Se i giocatori sono stati acquistati appositamente per uno schema di gioco non ha senso cambiarlo nè può produrre un miglioramento! Sulla carta era una squadra forte, poi vuoi per problemi fisici o psicologici alcuni giocatori non hanno reso come sperato e così ci ritroviamo in questa situazione…Io sono convinto che con un po’ di serenità in più e qualche ritocco a centrocampo il prossimo anno si potrà fare molto bene..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Cecio - 11 mesi fa

        Tutto vero (forse), ma se come allenatore non imposti la tua squadra per poter cambiare modulo/atteggiamento quando ti serve allora hai delle lacune belle grosse!
        A parte un paio di occasioni, quest’anno siamo rimasti fossilizzati su sto modulo anche quando non produceva risultati decenti…preparare un modulo alternativo sarebbe quantomeno sinoni

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. MAgo - 11 mesi fa

    A me il siparietto Cairo Ventura nell’intervista post partita a sky tutto risate e sorrisi non è piaciuto per niente ! Sono d’accordo come principio nell’abbassare i toni ma sembrava avessimo vinto col Real…ho la sensazione che tanto c’incazziamo solo noi, ma poi ci ringraziano (!!!) per il sostegno, per aver riempito lo stadio. Povero Toro !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Scott - 11 mesi fa

    Le componenti aleatorie (sfortuna, i giovani, il pubblico fischiante) sono diventate strutturali e non ci credo piu’. L’unica costante è il gioco noioso e prevedibile che vive (vivacchia) sugli spunti di Bruno, di Maksi e di Ciro. Mancando questi, il Toro non c’e’ piu’.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Lello66 - 11 mesi fa

    Ricordando, inoltre il commento di Ventura, dopo la partita contro il Chievo, “devo fare una riflessione”, ti prego se questo è il massimo del risultato che puoi raggiungere, lascia perdere qualsiasi riflessione, vai in analisi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Zlobotan - 11 mesi fa

    Ragazzi è un’annata di merda, speriamo che finisca presto.
    La buona volontà della dirigenza, del tecnico e dei giocatori c’era, ma poi per una serie di circostanze non si è concretizzata in punti. Può capitare. Può capitare soprattutto se ci metti: infortuni semestrali; rigori sbagliati; gol sbagliati a porta vuota; portieri che contro ti fanno la partita della vita (skorupski; gollini); gol presi all’ultimo secondo (genoa; iuve); gol contro che non li rifanno nemmeno se ci provano altre 200 volte (insigle!!??).
    Insomma un’annata in cui ha giocato anche la componente sfiga. Certo è che dai nostri un pizzico in più di personalità ce la sarebbe aspettati

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Lello66 - 11 mesi fa

      Sei sicuro che la colpa sia solo dei giocatori?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Zlobotan - 11 mesi fa

        No certo, Ventura aveva forse sopravvalutato i reali valori della squadra, però c’è anche da dire che se ieri Maxi la buttava dentro ora stavamo parlando di 6 punti in due partite (e non l’ha nemmeno tirato malissimo). forse se vincevano magari si sarebbero caricati un pò di più. Insomma ieri le occasioni le abbiamo avute e nel calcio, è inutile negarlo, la fortuna gioca anche il suo ruolo. Guarda il derby dell’altr anno: due pali della gobba e super parate di padelli.. se fosse finita 2 a 2 nessuno avrebbe potuto lamentarsi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Alberto Fava - 11 mesi fa

          Concordo con le tue osservazioni.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. Lello66 - 11 mesi fa

    Ventura dovresti spiegarci come mai il Baselli, Acqua, e lo stesso Peres, dopo un esordio esaltante, nella quale si sono espressi giocando come sanno, appena hanno assimilato i tuoi schemi, si sono persi, agonizzanti nel tuo gioco logorroico del tiki taka difensivo.
    Forse il problema non è loro, in quanto giovani, ma solo tuo, perché sei ostinato nel voler dimostrare che il tuo gioco del cazzo è ormai prevedibile, sembri un mister debuttante che non ha l’esperienza e conoscenze tecniche per riorganizzare una squadra con un gioco alternativo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. ddavide69 - 11 mesi fa

    Ma è veramente stucchevole questa cosa dell’ansia. .. ma sono professionisti o cosa ???

    O sono professionisti solo quando prendono lo stipendio da centinaia di migliaia di euro all’anno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. ddavide69 - 11 mesi fa

    Ma è veramente stucchelvole questa cosa dell’ansia. .. ma sono professionisti o cosa ???

    O sono professionisti solo quando prendono lo stipendio da centinaia di migliaia di euro all’anno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. saettadallimite - 11 mesi fa

    Sento rumore di unghie sui vetri… Ci sono tante squadre piene di giovani, vedi il Carpi (tecnicamente mooolto più scarso di noi), ma nessuno si piange addosso perchè quegli sbarbatelli si irrigidiscono al primo fischio. Fa parte del gioco, quando è stato fatto il mercato estivo era da mettere in conto. Io penso che il primo a irrigidirsi sia proprio Ventura. Io non ne invoco la cacciata o le dimissioni ma deve essere più obiettivo, sicuramente non ha tutte le colpe ma la squadra la mette in campo lui e se poi ci sono giocatori come Vives (non troverebbe spazio da titolare in b altrove, a mio parere) la responsabilità è sua al 100%. Ieri ho visto un modestissimo Carpi comandare il gioco a Torino (a centrocampo c’erano solo loro per lunghi tratti della partita). In conclusione o Ventura è consapevole di queste cose o si attirerà tanti altri sonori fischi. Forza Toro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. AmmaMi71 - 11 mesi fa

      Il Carpi è penultimo in classifica e sia la piazza che la società non hanno obbiettivi se non salvarsi quindi non hanno da trovare scuse di nessun tipo! In oltre è una squadra che gioca con molti elementi da tanti anni e che si chiude in difesa infatti hanno pareggiato anche a Roma e a Milano perdendo contro il Napoli solo su un rigore all’ultimo minuto e contro la Fiorentina. Se Maxi avesse trasformato il rigore e non lo avesse sbagliato non staremmo a discutere di nulla…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. ddavide69 - 11 mesi fa

    Peccato , caro mister che quando l’avete presentata questa sqaudra , TUTTI VOI , avete
    dichiarato che era piu’ forte di quella scorsa e che ci saremmo DIVERTITI !!!!

    E’ facile fare come fate voi , se và bene tutti contenti , se và male eh ma bisogna costruire , dare il tempo ai giocatori … ma adate a cag…e

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. RDS- toromaremmano - 11 mesi fa

      D’accordo con te al 200%

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. AmmaMi71 - 11 mesi fa

      Bèh caro davide, non è che le persone anche se sono professionisti hanno la sfera di cristallo!! Infatti SULLA CARTA a detta di TUTTI (e per tutti intendo addetti ai lavori e tifosi) era la squadra più forte dell’era Ventura! Ma poi non sempre nel calcio vince la squadra più forte..Quante volte l’Inter o il Milan sulla carta più forti di altre squadre non sono andate oltre il 7° o 8° posto? Un po’ di infortuni di troppo, qualche giovano che non rende come auspicato e comprometti la stagione!…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy