Ventura, lettera di addio: “Ho capito cos’è il Toro e mai lo dimenticherò”

Ventura, lettera di addio: “Ho capito cos’è il Toro e mai lo dimenticherò”

Il neo CT tramite il proprio sito ufficiale saluta la piazza granata

38 commenti

LA LETTERA

Antonio Conte Meets Serie A Coaches

Tramite il proprio sito ufficiale, il nuovo Ct della Nazionale Italiana, Giampiero Ventura, ha voluto dedicare una lettera di commiato al Torino, al termine del suo ciclo di cinque anni sulla panchina granata. Ecco il testo, che riportiamo in versione integrale:

E’ arrivato il momento del commiato.

Vado via dal Torino perché, come nei migliori cicli della vita, mi rendo conto che uno di essi si è concluso.

Ci siamo divertiti, abbiamo soprattutto costruito qualcosa di molto solido, sicuro e duraturo. Adesso è il momento, nell’interesse di tutti e soprattutto per migliorare quanto realizzato, di dare spazio a nuovi stimoli.
Per me è un momento difficile perché il distacco è doloroso e perché nonostante la mia lunga esperienza c’è qualcosa che ancora non so allenare: il momento dei saluti.
Questo è ancora più difficile di molti altri perché arriva dopo cinque anni in cui ci siamo dati tutto, reciprocamente, senza risparmiarci mai.

38 commenti

38 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. gantonaz64 - 2 anni fa

    MA SI. TI PERDONO LE DECINE DI PARTITE PERSE, LE DECINE DI MIGLIAIA DI PASSAGGI ALL’ INDIETRO…ALCUNI DIRETTAMENTE DA CORNER A NOSTRO FAVORE,TUTTI I PRIMI TEMPI REGALATI,TI PERDONO ANCHE LE PRESE PER IL CULO A PAROLE DOPO LE PARTITE,QUALI CRESCITA,RICORDATE DOVE ERAVAMO ECC…
    MA I DERBY NO. C’E’ SEMPRE STATA UNA SOLA SQUADRA IN CAMPO E NON ERAVAMO NOI.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Giuseppe77 - 2 anni fa

    Grazie Mister. Non ti dimenticheremo mai. Sei arrivato da signore e te ne sei andato nello stesso modo. In bocca al lupo per la Nazionale!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Nick - 2 anni fa

    Grazie mister, se ne va da signore. Ci ha dato tanto e ha ricevuto tanto, pure troppi insulti. Ha sempre dimostrato cosa vuol dire essere un professionista della panchina. Certo a volte non sono stato d’accordo su alcune sue decisioni ma questo non cancella ciò che lei ha ricostruito all’interno della squadra: uno spogliatoio vero e unito. Non ho mai sentito un giocatore dire una parola fuori posto. Una cosa sola mi dispiace: ero molto attaccato a Rolly e non l avrei lasciato andare. Ma questo è il calcio, abbiamo bisogno di bandiere, era da Ferrante che non ne avevamo una vera. Un abbraccio e in bocca al lupo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. luca - 2 anni fa

      Un commiato del genere non ha bisogni di tanti commenti: grazie Giampiero, la tua esperienza acquisterà il suo vero valore solo a posteriori!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. RDS- toromaremmano - 2 anni fa

    Opinione e pensiero personalissimo probabilmente errato e senza la volontà di imporlo a nessuno;
    nascere del Toro e di conseguenza tifare Toro è quella cosa, quel marchio di fabbrica che ci contraddistingue dalle altre squadre, le sciagure, le sfortune, i pochi momenti di gioia vissuti in prima persona non possono essere uguali e dare le stesse emozioni a chi non coinvolto emotivamente gli vengono solo raccontate,
    Esempio: Io del Grande Torino ho solo sentito parlare ma vedendo un filmato magari su You tube dell’areo distrutto o dei funerali mi viene sempre un groppo in gola e mi scende qualche lacrima come se quelle persone e quella tragedia l’ho vissuta in diretta. magari se lo vede un altra persona non del Toro si emoziona ma non prova la mia stessa tristezza
    Non so se mi sono spiegato, ma il Toro, non il Torino per me è una persona, non è una squadra di calcio, la storia del Toro, prima che nascevo è come la vita di un familiare che non ho conosciuto, però tramandata e raccontata è come se vive ancora insieme a me.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. robi - 2 anni fa

    Sì un grazie meritato per il lavoro svolto … Da tifoso dico pero’ che allo stadio mi sono divertito poche volte e incazzato tante … E non parliamo dei derby. Ora volgiamo pagina nella speranza fine vedere allenatore e squadra più vicini ai ns ideali.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Giulianob - 2 anni fa

    Caro Ventura, ero a Superga il 4 maggio u.s. e ci siamo incrociati quando stavi recandoti al pullman. Avrei voluto dirti qualcosa ma, come al solito, non sono riuscito ad esprimermi. Quello che volevo dirti, te lo scrivo adesso dopo avere letto la tua bellissima lettera:GRAZIE DI CUORE PER TUTTO QUELLO CHE HAI SAPUTO FARE PER I GLORIOSI COLORI GRANATA. SEI NELLA STORIA DEL TORO E NON VERRAI MAI DIMENTICATO.
    Perché, come ha detto nella sua omelia don Riccardo Robella, noi non siamo perfetti, ma più profondi e per noi il ricordo è fondamentale: magari saremo meno vincenti, ma siamo unici.
    Tanti auguri di buon lavoro nel tuo nuovo importante incarico. Un saluto dalla Torre di Pisa e FORZA TORO! Giuliano.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. abatta68 - 2 anni fa

    Caro Giampiero, capire sta gente non è facile… ne ha passate troppe e di ogni colore, eppure siamo sempre qui perchè lo siamo sempre stati, anche quando la società che tu oggi ringrazi ha rischiato di non esistere più e con essa anche il “tuo percorso di crescita”, che si è riempito di colore, vicinanza, passione, affetto, stima ma anche di critica e contestazione. Questo perchè al Toro non siamo rimasti che noi, ovvero quelli che da qui non se ne potranno mai andare e in questo non hanno più bisogno di crescere. Non pretendere di capire tutto, perchè tutto non si può capire se non ci sei nato dentro, questo è tutto un altro patrimonio che condividiamo solo tra noi e i nostri Santini, quelli che ci tramandiamo da sempre e teniamo sui nostri comodini… non sarai uno di questi, ma di sicuro hai fatto il possibile per essere ricordato bene da noi tutti… e questo è già tutto quello che ti si poteva chiedere. Grazie!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. RDS- toromaremmano - 2 anni fa

      Bravo bellissimo commento, come me hai ringraziato e hai reso onore a Ventura, ma hai la stessa mia opinione se non ci sei nato granata non puoi capire e come me hai preso dei non mi piace solo perché hai messo in dubbio che Ventura non ci ha capito fino in fondo, certe volte rimango senza parole…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. torogranata68 - 2 anni fa

    Grazie di tutto Mister… rimarrai sempre nei nostri cuori per aver saputo ridarci una dignità !!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. co_riv_637 - 2 anni fa

    Qualsiasi cosa possa essere avvenuta al Mister va il mio perenne ringraziamento per averci letteralmente tolto dalla cacca e dal grigiore in cui ci stavamo da anni arrabattando(vedi Colantuono,Beretta,Lerda ecc.)per portarci a gioie inimmaginabili.
    Grazie Mister e che tutto vada per il verso giusto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. fabry.prover_908 - 2 anni fa

    Grazie di tutto Mister! Abbiamo vissuto cinque anni di passione amore e incazzature ma non abbiamo mollato un centimetro!E’ finito un ciclo,ora per guidare una nazionale con tanti problemi hai bisogno di un grosso in bocca al lupo!Un grande abbraccio!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. FVCG sempre - 2 anni fa

    Grazie Mister, comunque sia ci hai fatto gioire ed essere di nuovo rispettati da tutti dopo troppi anni troppo bui. Sicuramente avrai capito cosa siglifica essere del Toro, ma non lo potrai mai essere perchè GRANATA SI NASCE!!!!! FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. claudio sala 68 - 2 anni fa

    Matrimonio “consumato” tra le due parti. Grazie al Toro Ventura è arrivato alla nazionale, il Toro con lui ci ha guadagnato una certa stabilità. Anche la separazione è avvenuta al momento giusto, mi auguro che con Miha si possa fare un cammino simile. Saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. fabiusss - 2 anni fa

    Di Ventura si può dire tutto e il contrario di tutto. Ma su un dato non c’è discussione che tenga: è stato l’unico a raggiungere gli obiettivi per cui era stato chiamato, a differenza di tutti i suoi predecessori. Ha riportato il Toro stabilmente in serie A. Ha ridato solidità e valore a una società fallita. Ha riportato alla luce un nome che nel mondo del calcio (inteso come ambiente professionale, dai calciatori ai procuratori, dai giornalisti agli sponsor) era considerato appena più appetibile del Chievo (con tutto il rispetto per il Chievo). Tutte cose che a noi tifosi interessano relativamente, proprio perché siamo tifosi. Per noi, il Toro è comunque la maglia più bella del mondo e mai e poi mai capiremo come si possano preferire i miliardi di Madrid o della Premier al giocare nel Toro… Siamo pazzi d’amore per il Granata ed è questo che ci rende bellissimi. Secondo me, Ventura ha capito benissimo il Toro. Ed è rimasto volutamente distaccato perché ha capito che sarebbe stata l’unica salvezza. Sua in primis, del Toro in conseguenza. Non ha voluto “leccare il culo” alla curva, ha cocciutamente seguito la sua strada. Testardo come un mulo sì, ma tenace come un toro. E checché se ne dica, questa è stata la sua forza. Che poi è diventata la nostra forza. Lascia in dote a Sinisa una squadra ambiziosa, un gruppo che potrà solo crescere. Adesso sì che si potrà tornare ad essere quel Toro cattivo, tutto cuore e grinta, che tanto bramiamo noi dagli spalti. Ventura ha il grande merito di aver fatto tutto ciò che doveva e poteva. Ed è per questo che lo ringrazio. E passino le sue panzane sulla storia della fierezza e del ritrovato orgoglio: lui non sa e non può sapere che i nostri figli li abbiamo sempre mandati a scuola con la maglia del Toro. Non conosce l’impegno profuso da ogni singolo genitore, fratello, cugino, amico, nel tramandare la fede granata di generazione in generazione. Lui non era tra i 50.000 che manifestavano il proprio orgoglio dopo l’ennesima retrocessione. Non lo sa, perché non era tenuto a saperlo. Quello era, è e resterà per sempre il nostro compito. Un Mister con la M maiuscola come lui doveva ricostruire le fondamenta di una squadra di calcio di serie A. Missione perfettamente riuscita. Quindi Mister, ancora una volta, grazie per il lavoro eccelso svolto con la nostra squadra. Ora le auguro di fare altrettanto con l’Italietta: sembra impossibile, ma sarà un compito molto più difficile. Buona fortuna Mister. FVCG!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bertu62 - 2 anni fa

      G R A N D I S S I M O !!!!!!!!!!!!!! :-) :-) !!!!!!!!!
      COMMENTO SPETTACOLARE!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. fabiusss - 2 anni fa

        Grazie. È solo un pensiero da inguaribile tifoso del Toro.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. ilpalodiBeruatto - 2 anni fa

    So che forse e’ inopportuno ma volevo ringraziare tutti voi che avete messo mi piace alle mie parole. Siete molto generosi. D’altronde siete tifosi del Toro. Grazie davvero!! Forza Toro!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. aterreno - 2 anni fa

    E prawda.. siamo i soliti 4…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 anni fa
      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. biziog - 2 anni fa

    Grazie mister,
    riuscire a guidare 5 anni la stessa squadra in serie A è un mezzo miracolo, allenare il TORO per 5 anni ancora più difficile
    Ventura è riuscito con squadre non eccelse a risollevare gli animi e a renderci nuovamente fieri della Nostra Squadra, non ricordo il derby o il San Mamés ma il fatto che siamo andati per cinque anni in campo con ben altra consapevolezza
    anche quest’anno che abbiamo fatto male c’erano aspettative grandi, ma un’annata storta può succedere.
    e a chi dice che GPV non ha capito cosa è il TORO ricordo che un conto è far giocare “da TORO”, un conto è capire COSA E’ il TORO, e GPV sicuramente è uno dei pochi allenatori che l’ha capito

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. prawda - 2 anni fa

    Sicuramente una bella lettera ed altrettanto sicuramente vanno riconosciuti i meriti che Ventura ha e che non sono pochi, ma non vanno nemmeno dimenticati gli errori e le note stonate ed anch’essi non sono pochi. Se su una ipotetica bilancia si mettesse cosa ha dato Ventura al Torino e cosa ha ricevuto dal Torino sono sicuro che il piatto penderebbe dalla parte granata. In ogni caso sono stati cinque anni in cui il Torino e’ uscito dalla melma in cui era sprofondato ed ha ritrovato un minimo di credibilita’ e di questo va dato atto a Ventura di averne il merito principale, anche se resta ben lontano dalle posizioni cui dovrebbe ambire. Ho volutamente scritto Torino perche’ io, al contrario di quello che scrive Ventura, non penso che abbia realmente capito cosa significa il Toro, mi augoro vi riesca Mihajlović ma soprattutto sarebbe ora che lo comprendesse la dirigenza della societa’.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. Luigi-TR - 2 anni fa

    ciao GPV,
    io posso solo ringraziarti di quanto hai fatto per il nostro Toro e sentirmi fiero per essere stato sempre dalla tua parte anche nei momenti difficili, ormai sei parte della storia a tinte granata
    FVGC

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Rok - 2 anni fa

    Numero uno

    Grazie a Te Mister!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Atanor - 2 anni fa

    Grazie mister! Non sempre siamo stati sulla stessa lunghezza d’onda. Ma ti va riconosciuto il merito di essere riuscito a ridare al Torino FC credibilità e prestigio. In bocca al lupo! E Sempre FORZA TORO!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Achille - 2 anni fa

    Grazie di tutto Giampiero, la nazionale da dopo gli europei sarà sicuramente meno antipatica, anzi, mi auguro che tu riesca e riesumare vecchi valori, al contrario di parrucchino, a partire dal fatto che i calciatori, specie i nazionali, sono da esempio soprattutto per i bambini, quindi da te mi aspetto che non convocherai chi di sportivo non ha nulla, come Bonucci ad esempio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Alexrunner - 2 anni fa

    …sul primo taxi arrivato a Torino il tassista gli disse” ci faccia tirare fuori le bandiere mister e ci faccia essere orgogliosi di sventolarle,ce ne sono tante nei cassetti pronte a venir fuori!!” Credo proprio che ci sia riuscito. In bocca al lupo Mister!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. Catlina - 2 anni fa

    Piango. Grazie di tutto. Dopo tanti anni di merda nel piatto hai portato un buon primo di linguine con il pesto ligure.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Baveno granata - 2 anni fa

    Anche con Ventura CT della nazionale non cambia nulla e per quanto mi riguarda, la mia nazionale sarà sempre il mio vecchio Toro,l’italgobbi non esiste.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Hastasiempre - 2 anni fa

    Grazie mister , sei un grande
    in bocca (crepi ) il lupo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 anni fa

    Ammetto di sentirmi un po’ come ai tempi della scuola, quando non vedevo l’ora che finisse ma che poi finivo per provarne nostalgia.
    Cosi adesso, Ventura al Toro non lo volevo piu’ da un pezzo, ma porca troia, sono sicuro che ci mancherà.
    Ha fatto qualche errore, mi ha imbestialito durante il derby di coppa e con quelle dichiarazioni del ricordiamoci dove eravamo cinque anni fa..ma credo che con il tempo resterà nella mente il ricordo della risalita in A, di alcune belle vittorie, della notte di Bilbao e di uno spogliatoio che in cinque anni è sempre rimasto unito, e il cui merito in cio’ è tutto suo.
    Ha capito cosa il Toro, scrive. Puo’ darsi, ma non è e non sarà mai un granata.
    Perché noi siamo sempre qui. Lui no.
    I granata sono qua, non importa chi ci allenerà o con che squadra, modulo o categoria giocheremo: I granata sono qua!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. Pimpa - 2 anni fa

    Bella lettera,partorita da un buon uomo che certamente noi tutti ricorderemo sempre con affetto e riconoscenza.
    Certo,la comprensione della mentalità Toro ha difettato nella capacità di applicazione pratica del sistema di gioco.
    Quello che abbiamo visto,tranne rarissime eccezioni,non è mai stato un gioco da Toro.
    Il fatto di non averlo capito e soprattutto quello di non essere stato capace di trovare un sistema di gioco (ammesso che quello mostrato dal Toro possa definirsi un sistema di gioco) diverso da quello ossessivamente mostrato,credo che sia la pecca maggiore del buon Ventura.
    Concludo aggiungendo che credo che Ventura sia l’allenatore meno adatto per allenare la nazionale,questa nazionale così modesta,come credo che la scelta del serbo sia francamente discutibile per una società come il Toro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. ilpalodiBeruatto - 2 anni fa

    Grazie Mister. Sono certo che i tifosi del Toro saranno da oggi più tifosi della nazionale. E certamente la nazionale sarà più simpatica e umana rispetto al recente passato dove tutti hanno l’aria incazzata!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. RDS- toromaremmano - 2 anni fa

    Bella lettera, belle parole di sicuro sincere anche se penso che non ha capito al 100% cosa vuol dire esser del Toro, ma per capirlo devi esser nato granata, ci ha dato tanto, ha ricevuto ancor di più, una forte stretta di mano come fra vecchi amici.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. davide.ratti1973@gmail.com - 2 anni fa

    L’ennesima dimostrazione che oltre ad essere un grande allenatore lei é e resterà sempre UN GRANDE UOMO!!!
    Grazie di tutto e ora renda di nuovo grande la nostra nazionale!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. granata - 2 anni fa

    GRAZIE MISTER per quello che ci ha dato per quello che ci ha fatto sognare x gli anni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. Clozza - 2 anni fa

    Grande mister e noi ringraziamo lei per quanto fatto per il Toro,le auguriamo di fare altrettanto bene in nazionale e stia tranquillo che noi di una cosa siamo certi e fieri:lei ha voluto sicuramente bene a tutto il Toro e la piazza le sara`riconoscente a vita!Buona fortuna Gianpiero….FVCG…sempre!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  33. andrimo - 2 anni fa

    grazie a te Mister!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy