Ventura-Mancini: è pareggio. Al primo il gioco, al secondo il risultato

Ventura-Mancini: è pareggio. Al primo il gioco, al secondo il risultato

Testa a testa / I due tecnici si dividono la posta in gioco: molto meglio i granata tatticamente, ma i tre punti vanno ai nerazzurri

4 commenti
Ventura

Il risultato finale di Torino-Inter ha visto i nerazzurri vincere e portare a casa i tre punti, molto pesanti per le stagioni di entrambe le formazioni ed i relativi obiettivi. Quanto mostrato però in campo dalle due squadre non rispecchia il risultato finale, ed i granata possono a ragione recriminare almeno per il pareggio ed accrescere il rammarico per questa partita: in virtù di queste due componenti il risultato della sfida tra le panchine, quella tra Giampiero Ventura e Roberto Mancini, sembra indirizzarsi verso un sostanziale pareggio.

Torino FC v FC Internazionale Milano - Serie A
Giampiero Ventura impegnato a dare indicazioni ai suoi ragazzi

VENTURA: IL GIOCO – Ancora una volta zero punti, cade l’imbattibilità interna, la scia di risultati negativi si allunga. Ma il Torino ieri non avrebbe decisamente meritato la sconfitta, e questo è un dato di fatto: dopo un primo tempo fatto di ritmi bassi e poche occasioni da rete da entrambe le parti, con Kondogbia bravissimo ad approfittare dell’unico vero errore difensivo dei padroni di casa ed a portare in vantaggio l’Inter, la ripresa è stata praticamente un dominio granata. La squadra di Ventura è stata padrona del campo e del pallone per tutto il secondo tempo, mentre gli uomini di Mancini si sono limitati a difendere e cercare di ripartire con lanci lunghi, praticamente mai riusciti: il fattore campo si è fatto sentire ed il Toro ha messo sotto anche la prima in classifica, che in più di un’occasione ha dovuto aggrapparsi ad un Handanovic mostruoso. Per quanto riguarda i cambi di Ventura, il tecnico avrebbe potuto provare a puntare sul tridente offensivo un po’ prima: la scelta di togliere Belotti al minuto 63 per far posto a Maxi Lopez e poi inserire Amauri come terza punta a scapito di un centrocampista lascia un pochino di rammarico, il Gallo avrebbe potuto dare ancora molto alla squadra.

Mancini
Ancora una volta l’Inter di Mancini ha saputo soffrire e portare a casa i tre punti

MANCINI: IL RISULTATO –  “Brutta ma vincente” , così è stata ormai etichettata l’Inter di Roberto Mancini che anche ieri ha portato a casa i tre punti senza entusiasmare sotto il profilo del gioco ma rivelandosi cinica e compatta: quello conquistato sul campo del Torino è il settimo 1-0 del campionato per l’Inter, che vince sempre di misura. Il primo tempo sottotono è ovviamente opera anche dei nerazzurri e non soltanto della squadra di Ventura: nerazzurri che però, al contrario degli avversari, nella prima frazione riescono a trovare e sfruttare un lampo improvviso ed a passare così in vantaggio. La ripresa è una vera e propria sofferenza per i ragazzi di Mancini che tuttavia, anche grazie ad un super Handanovic, dimostrano di saper soffrire ed essere capaci di trionfare anche senza un gioco spumeggiante. Gli unici appunti che possono essere fatti al tecnico nerazzurro, oltre alla totale rinuncia al gioco dei suoi ragazzi nel secondo tempo, è il fatto di aver provato in un paio d’occasioni a cambiare modulo, sostituendo in particolare gli interpreti della fase offensiva, ma senza alcuna vera risposta: l’Inter nella ripresa si è limitata a buttare il pallone più lontano possibile dall’area di rigore, quindi eventuali moduli e schemi non sono stati ovviamente rispettati. Ancora una volta, tuttavia, il Mancio ha ragione degli avversari e porta a casa il bottino pieno.

4 commenti

4 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. granata70 - 1 anno fa

    Il gioco conta perché è un segnale che si può far bene con i risultati. Vedremo la squadra risalire la classifica….basta con le critiche paranoiche. Ventura non si tocca.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Zlobotan - 1 anno fa

    Prima regola del giuoco del calcio: la palla deve superare la linea di porta. Lo scopo del calcio è fare gol

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. papimari - 1 anno fa

    tante chiacchiere e paragoni sterili ed inutili
    sta diventando il campionato delle occasioni perse e dei rimpianti. ….
    è intanto sprofondiamo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. pino.maiuli_896 - 1 anno fa

    Sono i punti a fare la classifica; tutto il resto non conta…purtroppo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy