Ventura-Maran: dall’esaltazione al calo, con la voglia di riprendersi

Ventura-Maran: dall’esaltazione al calo, con la voglia di riprendersi

I due tecnici /Nell’ultimo scontro diretto sembravano sul punto di costruire un capolavoro, poi la stagione ha preso una piega ben diversa

torino-milan

Aveva sicuramente un altro sapore, la sfida tra Torino e Chievo che andò in scena al Bentegodi a settembre: ad affrontarsi erano le due rivelazioni di quell’ancora brevissimo campionato. Ventura e Maran, all’epoca, raccoglievano consensi unanimi, capaci di una partenza sprint, a discapito di grandi squadre decisamente più quotate. Erano i giorni in cui il Torino sfiorava la zona Champions, mentre i tifosi gialloblù andavano allo Juventus Stadium al grido di “Salutate la capolista”.

Molta acqua è passata sotto i ponti da quel momento, con le due squadre riassorbite nei vortici di una Serie A corta e indecifrabile: oggi la classifica le pone a contatto, e questo match può essere l’occasione giusta per il rilancio. E’ soprattutto Ventura ad aver bisogno di risposte concrete, dopo la bella prestazione di Genova, che, però, è valsa solo un punto: dare continuità è la parola d’ordine per i granata, che hanno bisogno di mettere in sequenza punti e gioco per ritrovare fiducia. Il tonfo in classifica, certamente, è stato avvertito peggio nella piazza di Torino, che chiede risposte importanti, e che, a tratti, si è lasciata andare a manifestazioni di malumore anche contro la guida tecnica di Ventura.

All'andata non ci fu testa a testa: Maran era squalificato
All’andata non ci fu testa a testa: Maran era squalificato

Certamente, l’ambiente clivense non pone certi tipi di pressione, motivo per il quale Maran rimane saldo al comando del timone, anche se i gialloblù arrivano da tre sconfitte consecutive che ne hanno spento gli entusiasmi (pur se patite contro squadre d’alto profilo quali Lazio, Juventus, Inter). La grande sfida di Maran sarà riuscire a creare una squadra attorno a quello che si presenta come il nuovo attaccante titolare , ossia Floro Flores, vista la partenza di Paloschi, direzione Swansea. Anche Ventura ha dovuto riarrangiare l’attacco (anche se Immobile non era più un punto di domanda),cercando di dare una nuova sterzata al Torino. Per rimetterlo in corsa, per divertirsi ancora.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy