Ventura presenta Torino-Athletic Bilbao: “Se giochiamo bene, nulla ci è precluso”

Ventura presenta Torino-Athletic Bilbao: “Se giochiamo bene, nulla ci è precluso”

Europa League / Le parole del tecnico granata alla vigilia della sfida contro i baschi: ”Qui chi sbaglia, perde. Non c’è dubbio

Dalla sala stampa dell’Olimpico il tecnico Giampiero Ventura presenta la gara in programma giovedì 18 febbraio contro l’Athletic Bilbao.

L’allenatore da subito rassicura sulla presenza dei suoi: “Tutti i disponibili sono convocati, anche Farnerud che ha recuperato”.

Parlando della storia delle due squadre in Europa Ventura ammette: “Come storia e abitudine loro hanno più esperienza in ambito europeo e la loro situazione in campionato conta poco. Se giochiamo bene nulla ci è precluso, ma dobbiamo stare attenti, perchè se sbagliamo possiamo pagare caro. Abbiamo una nostra identità e una nostra idea e cerchiamo di portarla avanti. Al di là della loro forza molto dipenderà da noi. Molti dei nostri non hanno grande esperienza europea, ma quello che conta è pensare e giocare da squadra. Chi ha più esperienza deve trasmetterla a chi ne ha di meno. In Italia la tattica è molto importante, mentre in Spagna e Inghilterra giocano tutti uguali. Cambiano però l’approccio e loro ne hanno uno molto aggressivo. Le squadre europee in trasferta cercano sempre di attaccare, mentre qui spesso trovi squadre che si chiudono tutte in difesa”.

Sull’apporto dei tifosi Ventura ammette: “Il calore del pubblico è motivo di orgoglio perchè quando sono arrivato non c’era questo entusiasmo e invece siamo riusciti a creare una simbiosi con loro. Non sono particolarmente emozionato, ormai di partite ne ho fatte tante. Nel campionato italiano si gioca in modo molto tattico, mentre in Europa cambiano altre componenti tra una formazione e l’altra. Siamo molto orgogliosi di essere qui. Il fatto che domani lo stadio sia tutto esaurito vuol dire che siamo riusciti a mettere di nuovo in simbiosi la squadra e i tifosi. Il rischio di queste partite è di giocarle con un po’ di ansia e sarà quello che dovremo evitare”.

Al tecnico granata viene chiesto come verrà marcato Muniain e lui confida: “Nessuna marcatura speciale per lui: abbiamo grande rispetto per un grande giocatore come lui e non è nella nostra filosofia modificare il nostro modo di giocare per un giocatore forte come lui. Di fronte non avrà uno solo che lo marca, ma un’intera squadra”.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy