Verona-Torino 1-3: i granata vincono con le ripartenze

Verona-Torino 1-3: i granata vincono con le ripartenze

I numeri del match/ Meno supremazia territoriale, ma il Toro è più preciso nel tirare in porta

Commenta per primo!

I numeri non mentono, e ci aiutano ad analizzare ancora meglio il successo del Torino a Verona, il quarto di fila che si inserisce in una serie aperta di ben nove risultati utili consecutivi.

SUPREMAZIA STERILE VERONESE – Il Torino ha conquistato la vittoria in una sfida che i numeri mostrano più equilibrata di quando non indichi il punteggio finale. Come spesso capita agli avversari dei granata l’Hellas ha avuto una netta supremazia territoriale tradotta in 13′ 29″ di possesso palla nella metà campo avversaria contro i meno di 7′ della squadra di Ventura. Come sempre però il Torino è difensivamente molto compatto e rende sterile e spesso inutile il palleggio avversario. I granata invece quando superano la metà campo pensano a come fare male all’avversario: 13 tiri totali contro gli 11 dei padroni di casa e 5 tiri in porta a 4.

DIFESA SUGLI SCUDI, COME AL SOLITO- Anche battere il doppio dei calci d’angolo non ha evitato a Toni e C. la sconfitta: 8-4 il conto dei corner per l’Hellas, ma proprio da un calcio d’angolo a favore dei gialloblù nel finale è nato il contropiede di El Kaddouri che ha chiuso il match sul 3-1. Partita spigolosa con ben 31 falli (17-14 per il Torino) anche se i cartellini gialli sono stati solo 4, di cui uno ricevuto da Padelli per perdita di tempo nei minuti finali. Il Torino ha avuto una pericolosità maggiore (55,9% contro il 40,5% dei veneti) ed ha avuto i due giocatori che hanno recuperato più palloni durante la partita: Vives e Bovo con 27 recuperi a testa. Ennesima conferma se ancora ce ne fosse bisogno di quanto perfetta sia la macchina difensiva del Toro, non solo nel reparto arretrato ma nell’interezza della fase di non possesso.

MARTINEZ PROTAGONISTA – Buona anche la prova degli attaccanti, in particolare Martinez che oltre ad aver segnato un gol, procurato un rigore e corso 70 metri nell’ultima azione del match per supportare il contropiede di El Kaddouri, è stato anche il granata a concludere di più in porta, con 3 tiri. Un piccolo dato in più che conferma i suoi progressi e mette ancora più in difficoltà Ventura nella scelta degli attaccanti per le prossime sfide, ma ben vengano queste difficoltà!

I NUMERI DEL MATCH

Possesso palla: Hellas Verona 57% – Torino 43% 

Tiri dentro/totali: Hellas Verona 4/11 – Torino 5/13 

Giocate utili: Hellas Verona 572 – Torino 435 

Supremazia territoriale: Hellas Verona 13′ 29” – Torino 6′ 41” 

Tasso pericolosità: Hellas Verona 40,5% – Torino 55,9% 

*dati ripresi dalle statistiche ufficiali della Lega Serie A

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy