Verona-Torino 2-2, parla Jansson: “Il mio fallo non era rigore. Non l’ho toccato”

Verona-Torino 2-2, parla Jansson: “Il mio fallo non era rigore. Non l’ho toccato”

Zona mista / Il difensore: “I primi 20 minuti abbiamo patito, ma è un buon pari. La panchina? Scelta tecnica che rispetto”

Il centrale svedese si è soffermato in zona mista dopo la sfida tra Verona e Torino. Subito stuzzicato sugli episodi dubbi dice: “Il nostro rigore ero lontano e quindi non posso giudicare. Il loro invece per me non c’era, poi per carità è l’arbitro che decide, ma io non l’ho toccato”.

Sulla sua partita invece Jansson afferma sicuro: “Potevo fare meglio. Nei primi minuto siamo andati in netta difficoltà, ma alla fine siamo venuti fuori. Sono contento di essere tornato in campo dopo l’operazione e dopo tanti mesi di stop. Non penso di essere andato male, ma questo lo deciderà il mister”.

Jansson imposta in ProSettimo-Torino
Pontus Jansson è entrato al 15′ del primo tempo per sostituire l’infortunato Avelar

Jansson quindi conclude: “Non ho giocato dall’inizio perché il mister mi ha detto che preferiva mettere un mancino sulla sinistra e non un destro come me. Infatti quando sono entrato mi ha spostato a destra e ha dovuto riadattare ancora una volta il pacchetto arretrato. Per il resto credo che uscire con un punto che non nasce dal caso da un campo ostico come quello di Verona, non è affatto male. Bisogna essere positivi”.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. ToroSeduto - 2 anni fa

    hai ragione non l’hai toccato ma…un pò + composto negli interventi Pontus, soprattutto in area!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy