Verona-Torino: gli scaligeri subiscono più di quanto realizzano, per i granata bilancio in equilibrio

Verona-Torino: gli scaligeri subiscono più di quanto realizzano, per i granata bilancio in equilibrio

Approfondimento / Dopo il Derby con la Juventus è cambiato qualcosa: maggior cinismo e qualità sotto porta hanno scandito le partite dei granata

Commenta per primo!

Reduce da 8 risultati utili consecutive e 3 vittorie di fila, oggi il Toro scenderà in campo contro il Verona.

UN IMPEGNO DA NON SOTTOVALUTARE – Bilancio in perfetto equilibrio per gli uomini di Ventura. Con 4 lunghezze in meno dei granata e protagonisti di molti alti e bassi nel corso del loro girone d’andata, gli scaligeri, invece, giungono alla sfida odierna con una differenza reti in negativo, ma in seguito a 2 successi negli ultimi 2 appuntamenti interni, motivo per cui il Toro dovrà stare molto attento a non prendere con leggerezza l’impegno.

UNA MATURAZIONE EVIDENTE – A tal proposito, però, è evidente come il Torino visto negli ultimi 2 mesi abbia cambiato non una, bensì due marce. Quello che era il problema principale, il gol, sembra infatti un tabù sfatato ormai. Le recenti statistiche della formazione di Ventura parlano chiaro: la squadra è decisamente più cinica sotto porta. I gol degli attaccanti sono arrivati solo nelle partite contro Cesena e Sampdoria, vero, ma è al tempo stesso inconfutabile come la radice della maturazione dei granata non risieda tanto nella vena realizzativa delle sue punte, quanto in un’accresciuta capacità di Glik e compagni di tramutare in rete le occasioni create. Fino al 14° turno di campionato contro il Palermo (match che ha dato il la al filone di risultati positivi), il Toro aveva infatti realizzato solamente 8 reti, addirittura 6 in meno rispetto a quelle segnate dalla compagine piemontese nei successivi 8 impegni di campionato.

*infografica del nostro partner bettingexpert.com

LA RADICE DEL CAMBIAMENTO: MAGGIOR CINISMO E QUALITA’ SOTTO PORTA – Al pari dell’aspetto esaminato, i granata hanno registrato un netto miglioramento della loro percentuale di conclusioni nello specchio della porta, salita rispetto alle prime 13 giornate dal 24,47% al 33,64%. Inoltre, è sicuramente significativo segnalare come l’indice di un accresciuto cinismo sotto porta sia al contempo accompagnato da una diminuzione dei tiri tentati a partita: un rapporto che mette perfettamente a nudo i progressi di una squadra che, non solo nel reparto avanzato, ma in tutti i settori del campo, sembra aver trovato le giuste misure e soluzioni per capitalizzare al meglio la manovra.

Quelle appena riportati, quindi, non sono solamente dei dati, bensì delle solide basi che potrebbero permettere al Toro di continuare a far bene e a sorprendere. A tal proposito, la sfida presenta indubbiamente numerose insidie, insidie che possono, però, essere superate da una squadra uscita vittoriosa dalle ultime 2 trasferte e che si è resa protagonista del più evidente processo di maturazione di tutte le realtà del nostro campionato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy