Villas Boas e Ventura, l’allievo vuole superare il maestro

Villas Boas e Ventura, l’allievo vuole superare il maestro

Europa League, verso Zenit San Pietroburgo – Torino / Il tecnico granata ha dimostrato di saper vincere anche contro squadre sulla carta più forti

Commenta per primo!

Andre Villas Boas, giovane e brillante allenatore portoghese dello Zenit San Pietroburgo, si trova al cospetto di Giampiero Ventura, un tecnico che ha sempre dichiarato di ammirare e di stimare, come ribadito anche ieri in conferenza stampa.

GRANDE STIMA – Villas Boas segue il mister genovese dai tempi di Bari, da quando era un esempio per tutti quelli che volevano intraprendere questa professione.
Stasera, come spesso accade, l’allievo vorrà superare il maestro, e portare avanti la sua squadra verso i quarti di finale di Europa League.

L’ORGANICO – Certo Villas Boas appare avvantaggiato dal fatto di avere a disposizione un organico di altissimo livello, ma Ventura ha più volte dimostrato in stagione, per esempio a Bilbao e a Torino contro il Napoli, di saper vincere anche contro compagini più forti e preparate.

LA CARRIERA – Villas Boas, pur essendo molto giovane, ha fin qui condotto una grande carriera, vincendo un’ Europa League con il Porto nel 2011 e sedendo sulle panchine di Chelsea, Tottenham e , ora, Zenit San Pietroburgo, con cui spera di bissare la vittoria nel trofeo.
Ventura però non ci sta e, a 67 anni e con alle spalle tanta esperienza in Italia, anche se mai su palcoscenici di primissimo piano, vuole togliersi una bella soddisfazione portando avanti il suo Torino e inseguendo un sogno unico e impronosticabile, per lui e per tutto il popolo granata.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy