Walter contro Sinisa, non c’è paragone: la superiorità di Mazzarri è nei numeri

Walter contro Sinisa, non c’è paragone: la superiorità di Mazzarri è nei numeri

Verso il match / I numeri del confronto tra l’attuale allenatore granata e il suo predecessore non lasciano spazio ad interpretazioni

di Silvio Luciani, @silvioluciani_

IL CONFRONTO

Mazzarri Mihajlovic

Oltre a mettere in palio tre punti di capitale importanza per gli obiettivi di Torino e Bologna, la partita di sabato sera sarà interessante anche per la sfida tra i due allenatori. Walter Mazzarri avrà di fronte proprio Sinisa Mihajlovic il suo predecessore, alla guida del Torino fino allo scorso gennaio. L’allenatore serbo, dopo l’esonero, è ripartito da Bologna e avrà voglia di fare bella figura davanti al suo ex pubblico. Per farlo, Mihajlovic dovrà sovvertire anche le statistiche, che lo vedono nettamente al di sotto rispetto a Mazzarri. Considerando i numeri in Serie A (e in particolare nell’esperienza granata) ma anche i confronti diretti emerge inconfutabile la superiorità dell’attuale tecnico granata.

26 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. lello - 2 settimane fa

    Non è il momento dei paragoni.
    Contro il Bologna abbiamo di fronte molti ex giocatori e mister. Qualcuno con la voglia matta di riscatto.
    Per noi è importante mantenere il massimo rispetto, e rimanere concentrati solo sulla partita che possiamo e dobbiamo vincere per rimanere attaccati alle posizioni di classifica che abbiamo conquistato.
    A fine campionato ci possiamo sbizzarrire a fare paragoni.
    Forza Toro, Forza Mazzarri, Forza ragazzi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prawda - 2 settimane fa

    Come ha giustamente scritto Granatiere e’ un paragone sbagliato perche’ per fare un confronto ad armi pari andrebbe tenuto conto delle cessioni e degli acquisti, oltre al fatto che lo si sta facendo oggi nel momento di massimi risultati ottenuti da Mazzarri mentre fosse stato fatto alla fine del girone d’andata il giudizio sarebbe stato ben diverso, per cui forse sarebbe il caso di aspettare la fine del campionato. Quello che in ogni caso non cambia sono i numeri e che piaccia o meno nei due anni di Mihajlovic il mercato porta un segno positivo per oltre 55M, e non per altro il 2017 si e’ chiuso con un utile record di 37M dopo le tasse, mentre questo mercato porta un segno meno per circa 27M anche se di questi in realta’ 17M sono acquisti fatti nel 2017 (Niang, Rincon e Nkoulu) ma spostati come uscita all’anno successivo. In soldoni significa contando per cassa e non per competenza che nei due anni di Mihajlovic c’e’ stato un saldo positivo per 37M, in quello di Mazzarri il saldo e’ negativo per 10M. Mi sembra che 47M non siano proprio pochi come differenza!
    Poi, io sono sempre stato critico verso il Mihajlovic allenatore, perche’ resto convinto che il mercato lo faccia e l’abbia fatto sempre il DS, e non lo rimpiango sicuramente ma per quanto riguarda Mazzarri credo che per un giudizio corretto si debba aspettare che raggiunga la qualificazione europea, perche’ se non lo fara’ avra’ fallito esattamente come chi l’ha preceduto con l’aggravante che quest’anno oltretutto non vinceremo lo scudetto del bilancio.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PrivilegioGranata - 2 settimane fa

      Ridicolo come ragionamento.
      Pur di dare addosso a Mazzarri…
      L’attivo di bilancio nella gestione Mihajlovic deriva dalle ottime scelte in sede di mercato di Ventura, vedi Benassi e Maksimovic tanto per citarne due. Attribuire a Sinisa i meriti per aver incassato quanto fatto da altri dimostra come minimo miopia, come minimo…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. prawda - 2 settimane fa

        Per prima cosa un minimo di educazione sarebbe il minimo, ridicolo lo andrai a dire a qualcun altro. Secondo se riuscirai a leggere quanto ho scritto, forse comprenderai che io non ho dato alcun merito a Mihajlovic ho solamento indicato dei numeri, oggettivi e che sono inconfutabili: nei due anni di Mihajlovic il Torino ha fatto un attivo di mercato di 55M, mentre nell’anno di Mazzarri e’ andato in rosso, punto. Infine visto il tuo scortese modo di porti e l’assenza di alcun rispetto per le opinioni altrui, in futuro fammi un favore, i miei pochi commenti non leggerli, saltali eventualmente metti il solito non mi piace come i bambini dell’asilo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. VivaVivaToniVigato - 2 settimane fa

    Dai commenti mi sembra che si stia confrontando l’oro con il ferro. Andiamo a vedere la media punti di WM in serie A e quella di Sinisa …il girone di andata 2016-2017 è il migliore della gestione Cairo-29 punti – ed un 4-3-3 aggressivo a volte scellerato ma sempre coraggioso . Possiamo dire lo stesso di WM? Io sto con chi mi ha fatto ribollire il sangue Granata negli ultimi 25 anni : Mondonico- De Biasi – Sonetti e senza dubbio Sinisa con tutto i suoi limiti soprattutto caratteriali !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Wallandbauf - 2 settimane fa

      Non metteri nella stessa frase mihailovic e quelli che hai citato..non scherziamo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. VivaVivaToniVigato - 2 settimane fa

        Infatti non è una frase ma un periodo con un assente che lo estende a 30 anni Eugenio Fascetti il più simile a Sinisa ma forse tu non c’eri in quelle trasferte tipo Licata del 1988-89 …

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. PrivilegioGranata - 2 settimane fa

      Peccato che i campionati siano fatti di un girone di andata e di uno di ritorno.
      Un po’ come la partita del Frosinone di domenica scorsa: gran primo tempo, poi è scoppiato e abbiamo meritatamente vinto noi.
      Un allenatore si misura su campionati interi, sulla capacità di far crescere la squadra nei singoli e nel collettivo, nella concretezza dei risultati ottenuti, non sui proclami.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. VivaVivaToniVigato - 2 settimane fa

        È un peccato hai ragione …non facciamo un campionato intero alla grande da almeno 26 anni …43anni il 16 maggio …se vogliamo proprio dirla Tutta … alla fine siamo più d’accordo di quanto si possa pensare

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Marco Toro - 2 settimane fa

    Ba!! Non c’è bisogno dei numeri per capire che Mazzarri è 3-4 spanne sopra Miha. Certo, Mazzarri non è il mio allenatore preferito ma Miha non è un allenatore quindi il confronto resta impietoso anche senza guardare i numeri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. PrivilegioGranata - 2 settimane fa

    Beh, alcune interviste di Sinisa sono state davvero simpatiche; belle anche alcune partite (fiorentina, roma, lazio se non ricordo male). Il resto è stato un pianto a livello tattico in campo, con qualche autogol comunicativo.
    Mazzarri da questo lato non delude: pragmatico tanto sul campo quanto nelle interviste; non brillante, ma serio in ciò che fa e ciò che dice.
    Spero che sabato sera il campo di gioco parli chiaro e forte della differenza di approccio, di lavoro, di impegno, di costanza tra i due, anche se nel calcio, più che in altri ambiti della vita, esiste l’imponderabile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granat....iere di Sardegna - 2 settimane fa

      Mah…dire che nelle interviste Mazzarri è pragmatico mi pare improvvido. Se essere pragmatici vuol dire inventarsi le scuse più assurde e invocare sempre l operato degli arbitri…diciamo che entrambi hanno delle evidenti lacune comunicative. Per quanto riguarda invece il loro lavoro è vero che i numeri danno ragione a Mazzarri ma occorrerebbe anche fare un paragone a parità di numeri della campagna acquisti…detto questo io mi tocco a più livelli perché se perdiamo domenica i famosi numeri di differenza contano il due di picche..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. PrivilegioGranata - 2 settimane fa

        Mi riferivo alle interviste pre-partita di Mazzarri, dove qualche differenza si può notare, volendo.
        Le interviste post spesse volte sono state totalmente condivisibili, soprattutto quando gli arbitri ci hanno danneggiato platealmente.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granat....iere di Sardegna - 2 settimane fa

          Se è per quello anche quando gli arbitri non centravano nulla come sull’espulsione di n’koulu…usare il paragone con Mihaijlovic per sostenere la tesi sulla bravura di Mazzarri non rende onore a Mazzarri, ma visto che lo si fa bisognerebbe farlo senza partito preso e ricordando sia ciò che sostiene Carlin più sotto, sia che fino a prima della partita con l’Atalanta Mazzarri aveva più o meno gli stessi punti di Miha con una rosa decisamente migliore e con un gallo in piena forma. Miha invece ha dovuto giocare con Sadiq come riserva e con un Gallo decisamente sottotono. Detto questo Miha è stato giustamente esonerato perché non in linea con gli obiettivi della società e questo discorso per me vale anche per Mazzarri, perché gli investimenti ci sono stati, molto più cospicui di quelli fatti per Miha e Mazzarri percepisce un ingaggio superiore. Deve semplicemente portarci in Europa, solo in questo caso si potrà dire che è meglio di Miha, altrimenti avrà fallito anche lui. Con i record di imbattibilità o di inviolabilità della porta mi ci faccio la birra se non portano l’Europa, tanto più che a livello di gioco di sicuro non possiamo spellarci le mani per applaudire lo spettacolo…

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. unasolafede - 2 settimane fa

            Se guardi i nomi della formazione titolare Mazzarri ha in più Izzo e Meitè con in meno Ljiaic, Burdisso e Obi. Considerato che per molti Ljiaic era il giocatore più forte della rosa, o Izzo è un fenomeno o la superiorità tattica di Mazzarri è palese. Può piacere o meno ma sa fare il suo lavoro e il suo obiettivo è quello di fare punti, non divertire. Con Mihaijlovic tra l’altro quelli che si divertivano di più erano gli attaccanti avversari, io no di certo.

            Mi piace Non mi piace
          2. Marco Toro - 2 settimane fa

            Non condivido quasi nulla di quello che ha scritto Granatiere ma ognuno è libero di esprimere le proprie opinioni. Tuttavia i fatti sono fatti e dire che gli investimenti fatti per la rosa di Mazzarri sono superiori a quelli fatti per la rosa di Miha è oggettivamente sbagliato! I giocatori arrivati nel ultimo mercato estivo sono quasi tutti in prestito, mettendo insieme solo i prezzi pagati per Niang e Ljaic si supera di gran lunga quanto speso la scorsa estate per acquistare nuovi giocatori.. Miha non solo ha fatto danni in campo, in conferenza e a livello di risultati.. Miha ha fatto danni anche a livello economico, facendo spendere cifre folli per giocatori che non valgono nulla (es. Niang). Mazzarri non è il mio allenatore preferito ma Miha non è un allenatore quindi il paragone non regge.

            Mi piace Non mi piace
          3. Granat....iere di Sardegna - 2 settimane fa

            Ragazzi massimo rispetto delle vostre opinioni e premesso che io non rimpiango Sinisa e neanche le sue conferenze stampa, devo però dirvi che le vostre considerazioni sono parzialmente incomplete. Intanto non è vero che ci sono solo meite e izzo in più perché c’è aina al posto di Molinaro, Didji al posto di Rossettini e Zaza al posto di sadiq, poi possiamo anche metterci Lukic al posto di Acquah se volete…o volete considerare anche l’ottimo acquisto di Carlao come elemento in più a disposizione di Sinisa? Quanto alle spese mi spiace ma è semplicemente una questione di numeri. Tanto per cominciare anche Niang con Sinisa era in prestito. E’ stato riscattato questa estate con Sinisa già defenestrato da tempo. In ogni caso, se pure si volessero considerare Liaijc e Niang come acquisti per Sinisa fanno 23 milioni (15 + 8). Quest’anno tra Izzo, (10) Meite (10) Bremer (6) e Zaza (15) fanno 41 milioni. Credo di non dover aggiungere altro. Mi sono limitato a considerare solo gli acquisti. Se volete considerare anche i prestiti, usando lo stesso parametro usato per Niang, allora entrano in gioco pure Aina (10) e Didji (3,5). E tralascio le entrate che, teoricamente, avrebbero permesso ben altri investimenti con Sinisa in panchina (Maksimovic, peres, benassi, jannson, Martinez per esempio) al fronte del solo Barreca quest’anno. Io non dico che i numeri non siano a favore di Mazzarri ma il confronto va fatto su altri aspetti, come gli scontri tra le squadre da loro allenate, oppure su parametri oggettivi come i gol subiti. Su altri aspetti il confronto va fatto ad “armi pari” e non per voler dire a tutti i costi che Mazzarri è migliore. Per me esiste ed esisterà un solo parametro per farmi ritenere Mazzarri migliore di Sinisa come di Ventura: la qualificazione all’europa League (o magari alla Champions). Su tutto il resto si può discutere ma con conformità di parametri. Quanto al divertimento neanche io mi divertivo a vedere il Toro di Sinisa prendere caterve di gol e infatti l’esonero ci stava tutto. Però non è neanche molto bello vedere il Toro che non ne fa molti, come fino a qualche settimana fa, anche perché nel calcio vince chi segna e non chi gol non ne prende. Se però Mazzarri ha trovato il modo di segnare e vincere meglio per tutti, il bel gioco possiamo anche tralasciarlo.

            Mi piace Non mi piace
          4. Marco Toro - 2 settimane fa

            Continuo a non essere d’accordo, solo per fare un esmpio il prestito di niang era con obbligo di riscatto, i prestiti di Aina, DjiDji Zaza ecc.. non hanno nessun obbligo di riscatto pertanto fino a quando eventualmente saranno riscattati non si possono mettere negli investimenti. Se parliamo di investimenti Niang lo è Aina Djidji Zaza ecc.. per ora non sono un investimento, solo un prestito (esattamente come lo era Soriano che infatti non è piu con noi), Meite è stato uno scambio di giocatori quindi si, lui forse è stato un investimento ma Barreca non valeva 10 come non li vale neanche Meite quindi.. Se parliamo di chi ha fatto spendere più alla società per l’acquisto di giocatori è fuori discussione che Miha ha fatto spendere di più per ora, io ho fatto esempio di Ljaic e Niang ma si può aggiungere Falque, De Silvestri, Rincon, Lyanco, Lukic ecc.. 5 dei 7 giocatori più cari della nostra rosa sono stati acquistati con la gestione Mihailovic: Niang, Falque, Ljiaic, Rincon, Lyanco. 1 massimo 2 da Mazzarri: Izzo (2 se vogliamo considerare anche Meite che non è stato pagato ma scambiato con un giocatore che può valere massimo 5M, lo dice il mercato) e 1 da Ventura: Belotti.

            Risultato:
            Ventura con una squadra di scalzacani ha raggiunto più o meno gli stessi risultati di Miha anzi l’anno di Cerci Immobile ha fatto meglio e anche l’anno successivo con Bilbao e il derby vinto.
            Mazzarri spendendo meno ma ovviamente giovando e in alcuni casi subendo anche degli aquisti delle gestioni passate che non sono stati scelti o approvati da lui.. chi lo sa dove arriverà, per ora meglio molto meglio sicuramente di Miha.
            Spero anzi sono certo che Mazzarri in futuro farà spendere alla società più soldi di Miha, sicuramente già da questa estate ma per ora no per ora Miha è l’allenatore che ha fatto spendere più soldi da quando Cairo è presidente e i risultati sono stati davvero mediocri.

            P.S. Miha non aveva Sadiq al posto di Zaza, Miha al posto di Zaza aveva Sadiq e Niang

            Mi piace Non mi piace
      2. Granata78 - 2 settimane fa

        A paragone di rosa l’anno scorso Mazzarri da subentrante ha ottenuto 4 punti in più di Miha. Stessa rosa, stessi problemi di condizione fisica e cambiando modulo di gioco a campionato in corso.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Carlin - 2 settimane fa

          Non hai tenuto conto che Miha nel girone d’andata ha giocato in trasferta quasi tutte le partite contro le grandi, è venuto a mancare Belotti per diverse partite,e non avevamo che Sadic a sostituirlo,tra arbitri e var ci tolsero diversi punti.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Granata78 - 2 settimane fa

            In casa e fuori casa ok, ma sono gli allenatori di oggi a dire che non deve fare differenza. Per quanto riguarda l’assenza di Belotti non mi pare che quando tornò avesse fatto sfaceli e poi Miha aveva Niang che quando ha giocato da punta ha fatto comunque bene, bastava lasciare Sadiq in panca e mettere Niang al centro (magari cambiava nulla ma tentare…) su var e arbitri mi pare che siamo messi bene anche con Mazzarri…

            Mi piace Non mi piace
        2. anpav - 2 settimane fa

          Piu goal fatti e molti meno subiti. Non c’è partita tra i due

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Fantomen - 2 settimane fa

    Vi prego non paragonate un allenatore, più o meno capace , con un predicatore di sale stampa, un impostore , un ruffiano dei tifosi , un predica bene e razzola male , anzi predica male e razzola peggio, un anticalcio , uno scarica barile ……ecc.
    Abbiate rispetto degli allenatori

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. anpav - 2 settimane fa

      Non posso che condividere quanto scritto da Fantomen. Uno è un allenatore che ha alternato qualche basso, a diversi alti. L’altro, il serbo, è un clown, più una macchietta che un allenatore. Partito dalla serie A, senza alcuna gavetta, ma grazie solo ai suoi trascorsi da calciatore, credo detenga il record di esoneri in relazione alle panchine effettive.
      Se invece parliamo di simpatie ognuno ha le proprie. e su questo non si discute.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Garnet Bull - 2 settimane fa

    I numeri non sono tutto, ma qualcosa vorranno pur dire

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Conta7 - 2 settimane fa

    Non mi fate pensare al serbo perchè mi viene la nausea…
    Confrontare Mazzarri a Mihajlović è come, rispettivamente, “mangiare o stare a guardare”… :)
    E questo al di là dei “gusti”, soggettivi per definizione. Parlo della capacità di trasmettere contenuti calcistici e organizzazione di squadra, di poter essere definito Allenatore con la A maiuscola.
    E tutto ciò chiaramente con evidente ripercussione sui risultati, imparagonabili: aspettative di gran lunga quasi sempre superate contro esoneri a ripetizione…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy