Zenit-Torino, Villas Boas dà una severa lezione a Ventura

Zenit-Torino, Villas Boas dà una severa lezione a Ventura

Post Zenit-Torino / Il tecnico portoghese stravince il confronto con l’allenatore granata dimostrando la maggiore esperienza in Europa

La brutta sconfitta di Europa League è già alle spalle e la squadra è già al lavoro con la flebile speranza che non tutto è ancora perduto in vista del ritorno. C’è da dire però che gran parte del merito va anche all’avversario e in particolare al tecnico Villas Boas che ha preparato al meglio la partita stravincendo il confronto con il collega Ventura.

BLOCCATI I PUNTI DI FORZA GRANATA – Alla vigilia lo aveva detto il tecnico portoghese che aveva studiato bene il Torino in tutti i particolari e nella partita di ieri ha dimostrato a pieno di averlo fatto alla perfezione. Inferiorità numerica a parte, lo Zenit è stato tatticamente perfetto bloccando i punti di forza dei granata. In particolar modo le fasce, dove il tecnico sapeva della maggiore pericolosità, sono state ben presidiate da Criscito e Smolnikov che hanno annullato ogni sporadica incursione degli esterni granata.

VENTURA TRADITO – Il tecnico ligure invece, fiducioso del buon momento della sua squadra, non ha voluto stravolgere nulla a livello tattico e ha giocato alla solita maniera risultando però prevedibile nelle giocate, l’espulsione ha poi fatto il resto. In più le proprie frecce esterne, vere e proprie spine nel fianco fin qui, non hanno reso e spinto come al solito e il giovane Benassi, preferito a Farnerud, ha tradito la sua fiducia con il doppio giallo che ha compromesso la partita.

Insomma una vera lezione di calcio data dall’allievo Villas Boas che supera il maestro Ventura in questo primo round del doppio confronto europeo. Il tecnico granata paga sicuramente l’inesperienza europea, ma i 39 anni da allenatore sono molti e in vista del ritorno saranno utilissimi per provare a ribaltare l’esito finale.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy