‘Zitti e pedalare’, ora più che mai

‘Zitti e pedalare’, ora più che mai

Aggancio riuscito. Il Torino corona un inseguimento iniziato il 18 marzo grazie alle reti di Muzzi e Ferrarese che stesero il Mantova al Delle Alpi. Cinque vittorie nelle ultime sei partite, 9 gol fatti, 4 subiti: i granata sono tornati a correre proprio mentre le avversarie hanno tirato il freno a meno.

La 38ma giornata della serie B conferma il periodo nero del Cesena, alla seconda batosta consecutiva contro una diretta concorrente dopo…

Aggancio riuscito. Il Torino corona un inseguimento iniziato il 18 marzo grazie alle reti di Muzzi e Ferrarese che stesero il Mantova al Delle Alpi. Cinque vittorie nelle ultime sei partite, 9 gol fatti, 4 subiti: i granata sono tornati a correre proprio mentre le avversarie hanno tirato il freno a meno.

La 38ma giornata della serie B conferma il periodo nero del Cesena, alla seconda batosta consecutiva contro una diretta concorrente dopo quella patita a Brescia. Il Modena si è portato via dal “Manuzzi” tre punti che ne legittimano le aspirazioni di vertice. La squadra di Pioli è la più in forma del torneo, gioca in scioltezza, trova il gol con facilità e sabato al “Braglia” riceverà un Catania che inizia ad avere qualche dubbio sulla promozione diretta. A cinque lunghezze inseguono Torino e Mantova. I virgiliani hanno sciupato la grande occasione facendosi bloccare in casa sull’1 a 1 dalla Ternana. Avevamo scritto alla vigilia che gli umbri potevano regalare a De Biasi una piacevole sorpresa, perché i biancorossi non sono più quelli ammirati durante l’andata e si stanno aggrappando alle iniziative dei singoli, Noselli a Catanzaro, Caridi ieri. Se alla fine della stagione regolare mancassero dieci giornate, avremmo pochi dubbi sulle possibilità di rimontare i siciliani da parte del Torino. Invece, sottoscriviamo l’ “invito alla prudenza” del presidente Cairo. Non si tratta di mancanza di fiducia, anzi. Ma di realismo e – se volete – scaramanzia. Guardando il calendario, soltanto il Catania può mangiarsi la serie A. Anche se perdesse a Modena, potrà contare sugli scontri in casa con Pescara e Albinoleffe, inframezzati dalla trasferta sul campo del retrocesso Catanzaro. Viceversa, posto che vinca a Trieste, la squadra di De Biasi affronterà, tra Rimini e Cremonese, la battaglia di Brescia. “Zitti e pedalare” è uno slogan che ha portato benissimo. Per il momento ci si goda il terzo posto che a volare con la fantasia c’è sempre tempo: e forse non bisognerà nemmeno aspettare troppo, magari già sabato prossimo la classifica strizzerà l’occhio ai granata. In attesa, “zitti e pedalare”.

Paolo Aghemo

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy