Torino, Cairo pronto a cedere chi non è motivato. E sposa la difesa a 4

Calciomercato / Il patron granata: “Abbiamo un centrocampo giovane che non andrà rivoluzionato”. Il futuro passa per il 4-3-3 o il 4-3-1-2 e con Mihajlovic può restare Maksimovic

16 commenti

Terminata la stagione e in vista del colloquio con il tecnico Ventura (qui i dettagli) il presidente Urbano Cairo ha dal canto suo le idee molto chiare sul da farsi: al di là della conduzione tecnica, vietato smembrare e vanificare gli investimenti fatti nella sessione di mercato estiva della scorsa estate.

Una parentesi in cui fu ceduto solamente Darmian – per via di una promessa fatta prima del Mondiale – e nalla quale arrivarono diversi giovani. Da Zappacosta a Belotti, passando per Baselli, Acquah e Joel Obi, senza mai dimenticare il riscatto record alle buste di Benassi.

Da questi giovani bisognerà ripartire, probabilmente cambiando assetto tattico, abbandonando il 3-5-2 diventato piuttosto prevedibile. Possibile ritorno alla difesa a quattro, mentre il cuore del centrocampo resterà improntato su uno schema che vede le mezzale protagoniste. Lo si intuisce dalle sue parole: “Passare ad una linea a quattro in mediana è un cambiamento forte. Abbiamo giovani competitivi che non si sposano più di tanto con quello schema”.

Ecco allora che il futuro del Torino passerà probabilmente dal 4-3-3 o dal 4-3-1-2, a seconda di cosa e quanto si riuscirà a fare in questa sessione di calciomercato.

Capitolo a parte quello dedicato alle uscite: chi non è motivato a restare, potrà andare per la propria strada, ovviamente solo se arriverà un’offerta congrua. Ed ecco allora che si apre qualche spiraglio per la cessione di Glik, ma anche per quella di Maksimovic. Sebbene per il serbo l’eventuale approdo di Mihajlovic in panchina potrebbe rimescolare completamente le carte con tanto di permanenza su richiesta. Stesso discorso per Maxi Lopez.

Il Toro è pronto a ripartire e mentre si attendono notizie ufficiali sul futuro di Ventura, ecco che il presidente mette avanti delle basi piuttosto solide sulle quali verrà portato avanti il progetto granata.

16 commenti

16 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 8 mesi fa

    Se arriva Mihajlovic Maksimovic ha buone probabilità di rimanere, magari purtroppo a scapito di Peres. Con l’addio di Ventura la partenza di Immobile pare certa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. gaphi - 8 mesi fa

    Se la idea di Miha va avanti, il toro sovra fare un mercato serio per poter giocare un 4-3-3 o un 4-3-1-2… io direi che si potrebbe fare così… faccio un po di fantacalcio.
    – VENDITE: Padelli, Glik, Farneud, Obi, Maksimovik, Vives, Gazzi.. in tutto direi che facciamo circa 25-30 milioni.
    – IN PRESTITI: ichazo, Martinez
    – RITORNO: Gomis, Parigini, Barreca, Pric..
    – ACQUISTI: 1 portiere titolare, 1 regista titolare, 1 centrale titolare, 1 laterale destro di riserva, secondo regista/ala, attaccante.

    FORMAZIONE 4-3-1-2
    PORTIERE (sirigu, sportiello)
    ZAPPACOSTA – CENTRALE (tonelli, gonzalo, altro) – JANSSON – AVELAR-barreca
    BENASSI – REGISTA – PERES
    BASELLI
    IMMOBILE – BELOTTI

    rimangono in panchina: gomis, un laterale, bovo, silva, moretti, barreca, pric, regista-ala, acquah. molinaro, parigini, maxi e altro attaccante… 24 giocatori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Scott - 8 mesi fa

    La motivazione è un fatto bilaterale che, molto spesso, è mancato proprio dalla parte della società. Il centrocampo ha le riserve, ma valori tecnici importanti andranno certamente reperiti in campagna acquisti da titolari. Temo….temo per cairo..che soprattutto a centrocampo Sinisa abbia bisogno di gente con personlaità piu’ forte.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. RDS- toromaremmano - 8 mesi fa

      Appunto, mi sembra che il centrocampo non dia le garanzie necessarie, gli acquisti dell’anno scorso a parte Baselli che comunque ancora deve crescere tantissimo, quest’anno sono stati sotto l’occhio del ciclone, Acquah grande corsa ,sette polmoni, ma piedi degni dell’Italsider, Obi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. RDS- toromaremmano - 8 mesi fa

        Più rotto che intero, non voglio rifare il centrocampo, ma qui comunque mancano un fantasista e un un uomo dal lancio pulito praticamente un regista, non cominciamo ora a fare manfrina per risparmiare.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Cecio - 8 mesi fa

    Bhe che il centrocampo non sia un settore su cui intervenire mi sembra “UNA CAGATA PAZZESCA” come direbbe il reg. Fantozzi.
    Che si debba cercare di adattare il modulo agli uomini che già si hanno, questo è più ragionevole, anche perchè non puoi pensare di non sfruttare i vari Baselli, Benassi e Acquah che sono abituati a giocare in un centrocampo a 3.
    Facendo i conti, al momento avremmo in rosa 6 centrocampisti centrali: Vives, Gazzi, Benassi, Baselli, Acquah, Prcic (Obi e Farnerud tanti saluti).
    Per come la vedo io almeno uno va ceduto (Gazzi) e 2 comprati (regista titolare, fantasista).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. prawda - 8 mesi fa

    Dalle parole di Cairo si comprende che sicuramente qualcuno verra’ ceduto e che i sostituti saranno le solite scommesse, traduzione del concetto di motivazione. Sul possibile nuovo modulo mi pare regni la confusione piu’ totale e non solo perche’ non e’ ancora chiaro chi sara’ il nuovo allenatore ma perche’ sembra non sia stata fatta alcuna scelta. Quando disquisisce di centrocampisti dovrebbe poi ricordare che Ventura ha voluto giocatori come Vives, Gazzi, Benassi, Acquah che sono tutti mediani, Baselli non e’ ancora chiaro quale sia la sua posizione ed in parte il problema l’aveva gia’ avuto a Bergamo, Obi considerato il tempo in cui non e’ disponibile non e’ nemmeno da contare. Quello che piu’ spaventa e’ la considerazione in gruppo che ha purtroppo dimostrato di essere modesto e che senza investimenti ma anzi perdendo qualche pezzo rischia pure di peggiorare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Puliciclone - 8 mesi fa

    Faccia come vuole (ovviamente) ma, se cede Peres è inutile che dica che vuole rinforzare la squadra.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco Toro - 8 mesi fa

      Scusa una domanda ma se dalla cessione di Peres ricavasse diciamo 25 mil. e di questi ne investisse ad esempio: 10 per Immobile, 10 per un buon trequartista e 5 per Valdifiori (o simili) pensi che la squadra ne uscirebbe indebolita o rafforzata?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. RDS- toromaremmano - 8 mesi fa

      Almeno quello, speriamo di tenerlo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marco Toro - 8 mesi fa

        Hai risposto senza rispondere alla mia domanda.. Secondo me ne uscirebbe rafforzata.. Ovviamente ne io ne te possiamo prevedere il futuro ma questo è quello che penso.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. aterreno - 8 mesi fa

    4-3-1-2 = Mihajlović, 4-3-3 = Mihajlović

    4-3-1-2, con quell’uno = Baselli

    4-3-3 con Martinez e Lopez a svariare e Belotti punta avanzata

    Certo, viene un po’ un brivido, come ha scritto RDS- toromaremmano, Cairo a fare la formazione e Miha ad allenare, sembra di parlar del Milan…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marco Toro - 8 mesi fa

      Scusa senza offesa ma non sono d’accordo, Maxi Lopez non è un giocatore che può svariare, è una prima punta quindi nel 4-3-3 uno fra Maxi Lopez o Belotti DEVE fare panca senza se e senza ma. Baselli trequartista???? direi proprio di no, se giocheremo con il 4-3-1-2 il trequartista dovrà essere acquistato sul mercato perché dalla partenza di El Kaddury il Toro non ha più avuto nessun giocatore in grado di giocare da trequartista. Se il nuovo mister sarà davvero bravo riuscirà a riadattare Baselli davanti alla difesa al posto di Vives diversamente Baselli resterà una mezzala.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. RDS- toromaremmano - 8 mesi fa

    Da queste parole si evincono due ipotesi, che: Cairo è diventato quasi un allenatore, ancora non si sa chi sarà il prossimo allenatore e lui già ha in mente il nuovo modulo e non si capisce se fa parte della mutazione genetica che lo porta ad assomigliare sempre di più ad un piccolo Berlusconi ed è un modo per far capire che non interverrà massicciamente sul mercato (il centrocampo secondo lui è a posto, costituito su ragazzi giovani, Vives, Gazzi,) o sa già chi sarà il prossimo allenatore e con lui ha già parlato di modulo. Come al solito niente di nuovo sul capitolo cessioni, coke al solito ha ribadito il vecchio concetto trito e ritrito che non tarpa le ali a nessuno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 8 mesi fa

      Lui lo sa quale sarà il nuovo allenatore, stai tranquillo, lo sa da mesi a parer mio. Quello che ha detto non sono certo analisi sue, ma sembrano la sintesi di un colloquio fatto con Miha.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. RDS- toromaremmano - 8 mesi fa

        In effetti penso che lui si rifà a quel che gli ha detto il nuovo mister, con tutti i difetti, Cairo non mi sembra il tipo di mettere il naso nelle tattiche stile Berlusconi. Quel che un po mi preoccupa è quando parla del centrocampo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy