Torino, ecco Ansaldi: terzino di corsa e buoni cross in cerca di riscatto

Nuovo acquisto / Quasi sul gong della sessione estiva del calciomercato, è arrivato Cristiana Ansaldi per sostituire il partente Zappacosta

Corsa, chiusure, cross: sono queste le caratteristiche principali di Cristian Ansaldi, nuovo giocatore del Torino. Il terzino è arrivato nella giornata di ieri, dopo che Zappacosta è stato ceduto al Chelsea di Antonio Conte. Il ragazzo proveiene dall’Inter con la formula del prestito biennale, con obbligo di riscatto dopo due stagioni in granata (QUI i dettagli), e sarà a disposizione di Sinisa Mihajlovic già da oggi, quando la squadra tornerà al Filadelfia per allenarsi in vista del prossimo impegno di campionato preceduto dalla pausa per le Nazionali.

Torino, UFFICIALE: Zappacosta va al Chelsea. Cairo: “Davide, grazie di tutto”

Cristian Ansaldi è nato a Rosario, in Argentina, ma è naturalizzato italiano. I suoi primi esordi sono proprio oltre oceano, con la maglia del Newell’s Old Boys, per poi trovare l’Europa in Russia, con il Rubin Kazan, squadra con la quale rimase per ben 5 anni (dal 2008 al 2013), prima di essere scelto dallo Zenit San Pietroburgo, sempre in territorio russo. Dopo una stagione, però, viene ceduto in prestito prima all’Atletico Madrid e poi al Genoa, squadra con la quale esordisce in Serie A (proprio contro il Torino, nel match terminato 3-3 grazie alla rete in extremis di Nicola Bellomo).

Cristian Ansaldi

Il terzino arriva al Torino con una grande voglia di riscattarsi: nella scorsa stagione, infatti, è sceso in campo in 26 partite con la maglia nerazzurra (tra campionato, Coppa Italia ed Europa League), ma non è riuscito a convincere appieno la piazza, come invece era successo a Genova, sponda rossoblu. Con la maglia dei liguri fu in grado di mettere in mostra colpi molto interessanti, tanto da essere valutato 10 milioni e mezzo dall’Inter. Il ragazzo, agli ordini di Gasperini, si mise in luce per la sua corsa, per i dribbling e per i cross vincenti.

FC Internazionale Summer Tour

Ansaldi, dunque, cercherà di convincere la piazza granata, imbastendo un duello sulla fascia con un De Silvestri che in queste prime giornate pare rigenerato rispetto allo scorso anno: la concorrenza sarà dura, ma potrà fare bene al giocatore e anche al Torino.

8 commenti

8 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. joe69 - 3 settimane fa

    La stagione negativa di Ansaldi all Inter fà poco testo perchè come al solito all Inter di terzini non capiscono nulla e continuano imperterriti a comprare terzini destri e li fanno giocare a sinistra… Non tutti sono come Darmian o De Sciglio in grado di giocare su entrambe le fasce… lo stesso Zappacosta probabilmente a sinistra sarebbe improponibile….
    Io penso che Ansaldi a destra possa fare molto bene come ha fatto 2 anni fa a Genova , detto questo bisogna riconoscere che Gasperini ha una innata capacità di far giovare bene tutti i terzini nelle sue squadre , staremo a vedere

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. WGranata76 - 3 settimane fa

    Aldilà della mia preferenza, e che sto giocatore mi è sempre piaciuto molto, i dubbi leciti su questo giocatore sono di due tipi:

    – Integrità fisica, visto che il giocatore dai tempi dell’Atletico a oggi ha sofferto sempre molto a livello muscolare, accumulando circa una 70ina di giorni di assenza all’anno, saltando in media 8-10 partite l’anno.

    – Prestazioni, nel Genoa aveva fatto vedere gran belle cose, ma giocando esterno in un 3-4-3 e quindi sfruttando di più i duelli in dribbling ed i cross, senza dover difendere tanto quanto un terzino puro. Nell’Inter invece da terzino ha fatto moltissime partite largamente insufficienti e anche quando messo esterno fuori ruolo, a mò dei tempi di Genoa, non ha reso particolarmente.

    Quindi un giocatore di 31 anni che deve riprendersi da una stagione molto negativa e che spero davvero riesco a tornare quello di Genoa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 3 settimane fa

      …trovami uno che all’inter riusciva a stare sopra la sufficienza!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. WGranata76 - 3 settimane fa

        Perisic? Candreva? Miranda l’80% Delle partite si salvava da solo in difesa?Handanovic? Icardi? Gagliardini? Ce ne erano di giocatori, lascia stare i problemi di cambi di allenatori,ma giocatori forti ne avevano e con piú allenatori Ansaldo ha giocato male. Con gli stessi giocatori hanno giocato bene le prime due.
        Io sono il primo che spera si riprenda perché mi piaceva il suo stile grinta,ma i fatti parlano di un giocatore in flessione da recuperare. Speriamo bene.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. WGranata76 - 3 settimane fa

        Perisic? Candreva? Miranda l’80% Delle partite si salvava da solo in difesa?Handanovic? Icardi? Gagliardini? Ce ne erano di giocatori, lascia stare i problemi di cambi di allenatori,ma giocatori forti ne avevano e con piú allenatori Ansaldo ha giocato male. Con gli stessi giocatori hanno giocato bene le prime due.
        Io sono il primo che spera si riprenda perché mi piaceva il suo stile grinta,ma i fatti parlano di un giocatore in flessione da recuperare. Speriamo bene.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. joe69 - 3 settimane fa

      I tuoi dubbi sono leciti ma anche Conti è esploso nel 343 e sta facendo bene nella difesa a 4 l’importante e non farlo giocare fuori ruolo come all Inter , che poi in fase puramente difensiva De Silvestri sia probabilmente più forte è assai probabile ma se è per questo lo era anche di Zappacosta

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. ddavide69 - 3 settimane fa

    bienvenido

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Nemo - 3 settimane fa

    che dire… speriamo bene

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy