Torino, Gigi Radice l’incontentabile e lo scudetto del ’76: “Siamo campioni? Sì, ma abbiamo pareggiato…”

16 maggio 1976, il Torino di Gigi Radice ha appena pareggiato per 1-1 col Cesena.

16 maggio 1976, il Torino di Gigi Radice ha appena pareggiato per 1-1 col Cesena. La Juve ha perso a Perugia 1-0 e il Toro è campione d’Italia: il giornalista della Rai Paolo Frajese avverte Radice: che risponde quasi scontento: “Sì, ma abbiamo pareggiato la partita. Noi vogliamo sempre vincere…”

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Mario66 - 5 giorni fa

    Di Radice ho un ricordo bivalente. Ero giovane quando il Toro vinse lo scudetto e anche se non lo conoscevo era per me un idolo. Poi il campionato del secondo posto dietro il Verona con una squadra anch’essa spettacolare. Ma vi ricordate junior che batte l’angolo a Serena batte Tacconi all’ultimo minuto di un derby spettacolare e indimenticato?
    Poi la brutta storia con Junior e da quel momento fini il l’idolo con Radice. Ciao Gigi ora sei lassù con i nostri eroi.
    Ciao

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. gianTORO - 5 giorni fa

    “…bisogna allenarsi seriamente per essere in grado, la domenica, di rispettare la gente che veniva a vedere il Toro…” Gigi Radice.
    questa è la mia gente. questo è il mio modo di viviere il TORO…ormai è solo più di noi tifosi di una certa purtroppo…FVCG! vola sereno in alto Gigi….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Hagakure - 5 giorni fa

    Imparate bracciamozze, testadighisa & c., amebe e pusillanimi del cazzo, cosa vuol dire non avere paura di nulla e di nessuno e avere una MENTALITA’ VINCENTE UNIVERSALE.

    IMPARATE DA COLORO CHE HANNO FATTO LA STORIA E LA LEGGENDA DEL TORO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. r.ponzon_94 - 24 ore fa

      insopportabile

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. alètoro - 5 giorni fa

    Durante l’anno in corso sono mancati i tre tecnici, i quali, a mia memoria, hanno regalato a tutti i tifosi granata le migliori soddisfazioni conseguendo alla guida tecnica del TORO importanti risultati sportivi.
    Quel giorno del 7° Scudetto personalmente ero quasi tredicenne ed assistetti alla storica partita in questione allo stadio in compagnia di uno zio, appassionato “Cuore TORO” e del fratello gemello, quest’ultimo cuore viola dalle simpatie granata.
    Un giorno e una felicità davvero unici e indimenticabili !
    Grazie Gigi, RIP assieme a Gustavo Giagnoni e Emiliano Mondonico, ai quali l’intera tifoseria granata rimarrà grata per l’eternità ! Alè TORO !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-13972345 - 6 giorni fa

    io c’ero avevo 10 anni mio padre mi portava sempre in maratona mi vengono ancora i brividi se penso a quel giorno ….. grazie gigi x tutta la felicita che ci hai dato a noi tifosi del toro sarai sempre nel nostro

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Il_Principe_della_Zolla - 6 giorni fa

    Io c’ero, ringrazio il cielo e Gigi Radice, per sempre nel cuore di tutti i granata.
    Il Toro che non c’è più.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. renato - 6 giorni fa

    “Magari qualcuno”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. renato - 6 giorni fa

    Me lo ricordo quell’episodio. Lui incavolato con Mozzini che tentava di giustificarsi. “Noi vogliamo sempre vincere…”
    É difficile dimenticare quella partita.
    Il mio primo figlio era nato da appena un mese, ma nella marcia verso piazza San Carlo c’ero anch’io che spingevo la carrozzina e il bimbetto dentro. Chi lo sa, magari se lo ricorda.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Seagull'59 - 6 giorni fa

    Questa frase, che sembra incomprensibile ai molti, visto che aveva vinto lo scudetto, fa capire cosa vuol dire avere una MENTALITÀ VINCENTE: Gigi ce l’aveva, proprio come il suo Toro! Un Grande, Immenso allenatore: R.I.P. Gigi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Seagull'59 - 6 giorni fa

      Ho pianto ora, come allora…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy