25 giorni al 4 Maggio e Superga è un cantiere

25 giorni al 4 Maggio e Superga è un cantiere

Mancano solo 25 giorni per arrivare alla data del 4 maggio , giornata di celebrazioni legate alla tragedia di Superga dove  perirono tragicamente gli Invincibili uomini e giocatori del Grande Torino, e Superga è un cantiere aperto. Proprio così. Ha dell’incredibile ma  sulla sommità che domina Torino e simbolo granata giacciono mattoni, escavatori, tubi per illuminazione, carriole abbandonate e quant’altro….

di Redazione Toro News

Mancano solo 25 giorni per arrivare alla data del 4 maggio , giornata di celebrazioni legate alla tragedia di Superga dove  perirono tragicamente gli Invincibili uomini e giocatori del Grande Torino, e Superga è un cantiere aperto. Proprio così. Ha dell’incredibile ma  sulla sommità che domina Torino e simbolo granata giacciono mattoni, escavatori, tubi per illuminazione, carriole abbandonate e quant’altro. Certamente tutto materiale edile che serve per dare  una giusta ristrutturazione all’area  parcheggio e al viottolo che conduce alla lapide del Grande Torino. Ma è altrettanto vero che a soli 25 giorni  i lavori viaggiano al rallentatore. Noi, spinti  dalle richieste di molti lettori tifosi, siamo andati a vedere lo stato dei lavori per verificare l’allarmismo granata. Già, un’attenzione legata al fatto che il 4 maggio i tifosi e la società granata si riverseranno in massa  a Superga a onorare  Valentino Mazzola e i suoi fratelli. Ci siamo andati di domenica 9 aprile e abbiamo scoperto che al di là del cantiere tifosi e turisti per nulla preoccupati  delle barriere del cantiere inadeguate a livello di sicurezza le hanno superate agevolmente senza fare tanta fatica. Famiglie, bambini e anziani addirittura con le stampelle hanno valicato le “barriere” per visitare quella magica squadra.  Effettivamente l’allarme è veritiero e infatti nel reportage fotografico che abbiamo realizzato (grazie a “Toro scatenato“) pare davvero impossibile che per venerdì 4 maggio i lavori siano finiti , soprattutto  lungo il viale , da ambo le parti, che conduce alla lapide granata. Un grosso problema soprattutto dopo che il Consiglio comunale ha approvato una richiesta dei Consiglieri comunali, Cerveteri, Carbonero e Ricca, che chiedeva che il 4 maggio fosse nominata Giornata della Memoria del Grande Torino. Al riguardo tutta la sala Rossa tornese ha approvato all’unanimità il provvedimento. Ma adesso?  Cosa ne sarà delle celebrazioni a Superga? In 25 giorni i lavori saranno finiti per poter  accogliere i tifosi?  Tifosi che si riverseranno il 4 maggio per pregare e ricordare la squadra che con il suo gioco fu per  tutta l’Italia il simbolo di una rinascita italiana, di un popolo sconfitto e in miseria ferito nell’orgoglio da una  seconda guerra mondiale assurda e terribile.  Il richiamo di questo reportage non vuole essere una critica  a nessuno ma solo un attenzione a  chi deve seguire politicamente questi lavori e che riescano a dare una scossa a chi deve eseguire questi lavori per finirli in tempo. Ma se non li si finisse? Che succederebbe  il 4 maggio?  I tifosi arriveranno comunque in massa e il rischio legato alla sicurezza esiste eccome! E poi, proprio nell’anno in cui la Città di Torino ha ufficialmente  “dedicato” il 4 maggio giornata della memoria granata, non può verificarsi in assoluto un tale problema che deve essere risolto al più presto.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy