Alcune curiosità tra Varese e Torino

di Guido De Luca

L’ultimo incontro ufficiale di campionato tra il Varese e il Torino in terra lombarda risale alla fine dell’aprile del 1975. Terminò con un pareggio a reti bianche; il Varese retrocesse dalla A alla B piazzandosi all’ultimo posto in classifica. Il Toro, l’anno dopo, vinse lo scudetto. Diverso il risultato, invece, dell’ultima uscita dei granata al Franco Ossola in…

di Redazione Toro News

di Guido De Luca

L’ultimo incontro ufficiale di campionato tra il Varese e il Torino in terra lombarda risale alla fine dell’aprile del 1975. Terminò con un pareggio a reti bianche; il Varese retrocesse dalla A alla B piazzandosi all’ultimo posto in classifica. Il Toro, l’anno dopo, vinse lo scudetto. Diverso il risultato, invece, dell’ultima uscita dei granata al Franco Ossola in una sfida di Coppa Italia. Gol vittoria per i biancorossi, padroni di casa, realizzato da Autieri nel febbraio del 1984. In realtà l’ultima vera trasferta ufficiale contro il Varese risale ad una gara (sempre di Coppa Italia) giocata il 13 agosto del 2000. Vinse il Toro di Gigi Simoni con un rotondo punteggio: doppietta di Schwoch e rete di Tricarico. Non si giocò, però, nello stadio lombardo che rende omaggio all’attaccante del Grande Torino, ma in campo neutro a Pavia, a causa dell’indisponibilità del terreno di casa del Varese. Ci sono altre curiosità legate a quest’ultimo confronto ufficiale. Nel Varese giocavano titolari due giovani del vivaio granata che ebbero l’opportunità di rendersi protagonisti pochi anni più tardi con la maglia granata della prima squadra: Sorrentino e Balzaretti. Giovanissimi, facevano già intravedere ottime potenzialità. In quella sfida, sempre tra le fila dei varesini, giocava in attacco Felice Foglia, che aveva vestito la maglia granata delle giovanili poco più che diciassettenne, oltre ad aver collezionato qualche apparizione in prima squadra nella stagione 97/98. L’allenatore del Varese, in quella calda giornata preferragostana, era l’emergente Mario Beretta (ex mister granata dello scorso campionato per sole 5 gare), che guidò la squadra lombarda per ben tre anni in C1. Nella panchina del Varese, inoltre, figurava un certo Sannino, ma era il portiere di riserva che nulla aveva a che vedere con l’attuale allenatore Giuseppe Sannino, che giocò nel Varese sino al 1976 e fu allenatore, sempre dei lombardi, per la prima volta nel 2003, poco dopo la dipartita di Beretta. Tante casualità, tanti incroci di carriere tra giocatori e allenatori che hanno vissuto e vestito i colori granata del Torino e biancorossi del Varese; e che hanno lasciato (chi più, chi meno) il segno in entrambe le società.
Nell’attesa dell’ appassionante sfida di sabato prossimo, in cui il Torino cercherà di violare l’imbattibilità dello stadio Franco Ossola che dura da settembre 2008, abbiamo provato a ripercorre l’ultimo confronto tra le due squadre nella speranza che finisca nuovamente a nostro favore.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy