I-Phone che passione!

di Mauro Saglietti

 

Poche cose cambiano decisamente la vita.
Uno scudetto del Toro, per esempio.
Mi spiace non poter farlo capire correttamente ai tanti (saranno la maggioranza ormai), che non hanno potuto viverlo.
Immaginate cosa significhi essere lì, davanti a tutti, l’ultima giornata.
La città che fiorisce di bandiere granata ad ogni angolo. Le feste fino alla mattina.

di Redazione Toro News

di Mauro Saglietti

 

Poche cose cambiano decisamente la vita.
Uno scudetto del Toro, per esempio.
Mi spiace non poter farlo capire correttamente ai tanti (saranno la maggioranza ormai), che non hanno potuto viverlo.
Immaginate cosa significhi essere lì, davanti a tutti, l’ultima giornata.
La città che fiorisce di bandiere granata ad ogni angolo. Le feste fino alla mattina.
Le risate sguaiate di fronte ai compagni di scuola e, per chi lavorava già, ai colleghi.
No gente, mai più nulla è stato come dopo quel 16 maggio. La vita di tutti noi è stata vista sotto una lente diversa, che ci ha spesso fatto credere che tutto potesse cambiare ancora.
E poi c’è un figlio, ovvio che cambi la vita.
Orari, priorità, abitudini, comportamenti e soprattutto sentimenti, non certo il tifo.
Naturale.
Poi un giorno scopri qualcosa, un oggetto che ti attira.
Da qualche tempo lo guardi fingendo superiorità e disprezzo altezzoso.
A te cosa frega in fondo di quello che in altri tempi sarebbe stato considerato uno status symbol?
Basta con questa roba da puzzoni, oggetti minimalisti che si fanno strapagare, per i quali bisogna rinunciare a cose fondamentali.
Eppure… quell’aspetto così invitante…
Ma sì, dai, vado a fare un giro alla Apple per dimostrarmi che proprio non ne ho bisogno.
Sì sì, bel giretto.
Gira che ti rigira i giri diventano 2, 5, 10…
E alla fine ti ritrovi tra le mani un qualcosa che, oltre a dover cominciare a pagare, ti cambia totalmente la vita.
Te ne accorgi quando è troppo tardi, da piccoli sconvolgenti particolari.
Spostare il piatto della cena per avere l’I-Phone sempre davanti, portare a spasso il cane e tentare di tenerlo al guinzaglio tramite l’I-Phone, mentre lui se ne scappa beato, fino ai casi più gravi, quali cantargli la ninna nanna, o telefonare a se stessi per essere sicuri che tutto funzioni.
Questa sindrome che ti fa tenere d’occhio ogni movimento planetario, anche se ti trovi a Devesi, si adatta benissimo all’universo granata.

 

La cosa più accattivante è che l’I-Phone può essere gestito scaricando applicazioni, gratis oppure a pagamento, e niente può adattarsi meglio al mondo granata.
Ma che cos’è un I-Phone? Quante sono le personalizzazioni possibili?
Vediamo nel dettaglio alcune di esse…

 

I-Phone normale.
Serve per fare le cose più disparate… come ad esempio telefonare. Musica, mail, macchina fotografica, altimetri, previsioni del tempo, chat, giochi.
Tutto in una semplice tavoletta, peraltro cara come il fuoco e con una batteria che dura il tempo di una vittoria del Toro.

 

Ahi-Phone
Telefono in puro tungsteno dell’isola di Java, del peso di 2500 Kg, prodotto dalla Apple in serie limitata. Difficile da maneggiare, richiede una installazione fissa e le sue conseguenze in caso di caduta sui piedi sono facilmente immaginabili.

 

I-Von Richtofen
Modello dal geniale design, studiato dalla Apple sulla base del famoso biplano del Barone Rosso. Nella versione “plus” vola ed è dotato di piccola mitraglietta, ideale per le incursioni aeree sulle scrivanie delle persone che vi stanno sull’anima.

 

Mai-Phone
Gradevole modello. Stesse dimensioni dell’originale, stessa custodia. Venduto in prevalenza negli autogrill nei dintorni di Napoli da intraprendenti venditori alla cifra di soli 100 euro.
All’interno è pieno di segatura.

 

Cai-Phone
Modello a tiratura unica, in possesso del Dottor Puzzetto.

 

Ca-Phone
Anche questo modello è stato prodotto dalla Apple in tiratura limitatissima ed è in possesso di alcuni non meglio precisati Presidenti del Consiglio.

 

Za-Phone
Prodotto a Barcellona, è un esemplare in grado di riprodurre, con una voce preregistrata, capolavori della letteratura recente, quali “L’ombra del vento” e “Il gioco dell’angelo”.

 

Ban-Phone
Telefono che ha la particolarità di amplificare voce e concetti grazie ad un rilevatore di idiozie. E’ il telefono con il quale si telefona ai giornalisti per candidarsi alla presidenza del Toro, ed è lo stesso telefono che alcuni dei giornalisti usano per dettare i loro pezzi alla redazione.

 

Buf-Phone
Stranissimo telefono, prevalentemente in dotazione ad arbitri e portieri in disarmo della gobba.

 

Tuf-Phone
Storico telefono che Klaus Di Biasi impugnava dal trampolino nelle olimpiadi di Monaco 1972.
Funziona sott’acqua.

 

 

Applicazioni
Vediamo ora quali sono le applicazioni più richieste, autentici software in grado di trasformare il vostro cellulare in un qualcosa di unico.

 

Bassi-lite
Spettacolare applicazione, totalmente gratuita, in grado di trasformare il tuo I-Phone in una saponetta.

 

Bassi-full
Ha tutte le funzioni della versione lite, in più riesce a far emanare all’I-Phone una vibrazione in grado di paralizzarti come un ebete.
Usala se l’avversario senese sta per tirare una punizione, e guarda con stupore la palla entrare!

 

Parla con Cimmi
Simpaticissima applicazione, in grado di incasinarti totalmente la tastiera, il dizionario e la rubrica dei contatti.
Non ci credete? Provate a digitare il nome di un amico, che ne so, Zaccarelli e vedere comparire sul display “Zaccarello”. Provate a digitare il cognome “Olive” e a veder comparire sul display “Oliva”.
E se hai un conoscente che si chiama Simono, cosa aspetti, regalagli anche tu questo simpatico applicativo dal costo contenuto. Si accettano anche fidejussioni.

 

Pellicori-it
Gradevolissimo effetto nel quale il desktop del tuo I-Phone mostra la foto di una porta murata.

 

Kit del contestatore.
Geniale applicativo che trasforma il tuo I-Phone in una bomba carta, che esplode dopo essere stata lanciata, distruggendo però anche il prezioso telefonino.

 

Da segnalare anche l’applicativo
Dove sono?
In grado di sfruttare il GPS dell’I-Phone per segnalarti la rosticceria più vicina.

 

I-Fon
Già accennato in una rubrica precedente, è un originale add-on in grado di fare uscire aria calda dall’I-Phone.

 

I-Beans
Non è un applicativo per I-Phone, trattasi semplicemente di fagioli in scatola marchiati Apple, ma ottiene lo stesso risultato dell’applicazione I-Fon.
Sebbene non dal telefono.

 

Orabasta!
Geniale applicativo, capace di generare un raggio fotovoltaico ad alta intensità dal proprio gioiellino Apple, capace di incenerire un bersaglio distante anche 50 metri.
Utlissimo allo stadio, in particolare quando Belinghieri si trova sul terreno di gioco.
Usare nel senso corretto.

 

I-Gu!
Avete mai pensato al mondo visto da un gobbo?
Che aspettate allora, scaricate questo fondamentale add-on, indossate gli auricolari e gustatevi il mondo visto da un gobbaccio, accompagnandovi con le immagini sul display.
Per soli 0.75 euro si può scaricare un set di donne nude aggiuntive, effetti audio elaborati, quali rutti e sfiatamenti vari, collegamento su Safari a nuovi siti porno, mentre sull’I-Pod si possono ascoltare on-line tutte le canzoni di Nino d’Angelo gratuitamente.
Tastiera con sole sei lettere, la M, la I, la N, la G, la H, la I (di nuovo) e la A.
Premi il tasto GU! E scatta delle foto credendo di farle a un gorilla, mentre invece le stai facendo a te stesso.
Con la versione Ggiuve facci un goals, in regalo anche il traduttore per capire l’Italiano.
In più un messenger sul quale sono già preinstallate le frasi più comuni, quali
– Gu!
– Minghia quant’è figa quella!
– Minghia
– Minghia quant’è figa quella!
– Alex del Piero maggico capitano
– Minghia quant’è figa quella!
– Ohu, che minghia vuoi?
– Minghia quant’è figa quella!
– Ohu, che minghia ti guardi?
– Ohu, che minghia ti sei visto quanto è figa quella?
Buono sconto di 50 euro per le visite odontoiatriche di tutti quelli che hanno addentato la mela credendo fosse vera.

 

Parla con Cairo
Vuoi fare un figurone con gli amici?
Metti in viva voce e simula anche tu la telefonata al nostro Presidente.
Una voce registrata ti risponderà come se fosse lui. Impara le pause e fingi una vera conversazione.
– Allora Presidente, come va?
– Bene, bene tutti, direi. Bene Pestrin, bene Gasbarroni, bene Lanna…
– Sì, ma come va?
– Adesso vediamo, ne parleremo con Lerda…
– Ma… io volevo…
– Bene Pestrin bene tutti

 

Bussola.it
Applicazione esclusiva, personalizzabile per i giocatori del Toro.
A Pellicori indica la posizione della porta, a Sgrigna la posizione della palla, A Bassi la posizione della palla, terminata in gol.

 

Kit tessera dell’utente I-Phone
I-Phone che viene venduto senza sim, in segno di protesta per la raccolta dati operata dalle compagnie telefoniche.
Da sventolare durante la partita al grido “E non mi tesserooo”, facendo vedere a tutti il proprio I-Phone che non funziona.

 

Insonnia lite
Non potevano mancare le applicazioni a sfondo medico e sanitario.
Questo interessante software sembra sia stato utile nel 99% dei casi contro i problemi dell’insonnia che si credevano incurabili. Il software funziona in maniera molto semplice, si fa stendere il soggetto con gli auricolari e gli si fanno ascoltare le interviste del dopopartita fatte a Franco Lerda.
L’effetto arriva in genere dopo sei-sette secondi.
Non persistere nel trattamento se non sotto controllo medico.

 

Viagra-it
Consente di reggere l’I-Phone tenendo le mani libere, quando si guida.

 

I-Bird
Sviluppato in collaborazione con la LIPU. Azionando il tasto ATTACK dell‘applicativo, l’I-Phone emette una serie di ultrasuoni che raggiungono un’aquila addestrata, che va a posarsi con i suoi potenti artigli, sulla testa dell’allenatore del Siena.
Premendo il tasto GO!, l’aquila riparte, portandosi dietro tutto quello che è riuscita a strappare con gli artigli.

 

I-Cairo (Ahi, Cairo)
Simpaticissima applicazione che consente di ricevere finti sms dal presidente Cairo.
Porta con te l’I-Phone in Maratona e fingi l’arrivo di un sms del Presidente, annunciando l’evento ad alta voce e con entusiasmo.
Ideale per chi è diplomato in Viet Vo Dao, o per chi parteciperà alle olimpiadi di boxe, categoria medio-massimi.

 

I-Lerd
Sfrutta le capacità vocali del tuo giocattolino.
Detta le istruzioni nel tuo I-Phone e puntalo verso Lerda, il quale si comporterà secondo i tuoi desideri.
L’applicazione ottiene risultati difficilissimi, quali far saltellare Lerda per un’ora su un piede solo, ma non miracoli, quali convincere il tecnico a non schierare Pellicori.

 

I-Ronf
Ottima applicazione per bambini, nella quale una voce registrata legge ad alta voce “La bella addormentata nel bosco”.
Finale a lieto fine, con il risveglio di Sgrigna.

 

Old-Booth
Uno dei più conosciuti programmi di fotoritocco per I-Phone.
Riesce a trasformare un viso amico in una caricatura, una foto nuova in una antica, i piedi di Rubinho in diritti, e persino Belinghieri in un giocatore di calcio.

 

Panoramic.
Sempre nel campo del fotoritocco, esiste questa splendida applicazione che unisce due o più foto per fotografare soggetti molto larghi.
Ideale per chi vuole una scattare una foto a Cannavaro.

 

Un-tube
Di questa applicazione non ho capito molto.

 

Mauro Saglietti

Visita la pagina di Istantanee su Facebook

Alla prossima, Amici.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy