La normalità

di Silvia Lachello

Buongiorno Toro… il linguaggio corporale dice tante cose.
Io gesticolo tanto, per esempio. Lo faccio per rendere più visivo ciò
che esprimo. Lo so: pare sia indice di maleducazione. Nessuno è
perfetto, altrimenti… che noia!
Ci sono quelli che toccano l’interlocutore, gli afferrano le braccia, cercano in ogni caso il contatto corporeo….

di Redazione Toro News

di Silvia Lachello

Buongiorno Toro… il linguaggio corporale dice tante cose.
Io gesticolo tanto, per esempio. Lo faccio per rendere più visivo ciò che esprimo. Lo so: pare sia indice di maleducazione. Nessuno è perfetto, altrimenti… che noia!
Ci sono quelli che toccano l’interlocutore, gli afferrano le braccia, cercano in ogni caso il contatto corporeo. Anche quando non è desiderato. Dio (o chi per lui…) me ne scampi e liberi.
Ci sono quelli che, quando dialogano, non guardano negli occhi la persona con cui stanno parlando. Si voltano a guardare chi passa, scrutano l’orizzonte, hanno un tono quasi distratto eppure non perdono una singola parola del discorso.
Ci sono quelli che ti guardano negli occhi, ma poi spostano lo sguardo per vedere se c’è qualcosa da spulciare: un pelucchio, una piumetta… tic tic tic, raccolgono e buttano via con la stessa meticolosità di un babbuino.
Ci sono quelli che ti guardano negli occhi, tengono sotto controllo ciò che accade intorno, ti toccano un braccio affettuosamente e con la mano rimasta libera gesticolano. Racchiudono tutto quanto detto prima e trasmettono normalità.
La normalità… viene quasi considerata una malattia, una cosa brutta, da abbattere, da superare.
Io non riesco a venire a patti con questo tipo di visione, ma è un mio limite.
Vedete, mi è capitato giusto due giorni fa di vedere un gesto NORMALE che mi ha colpito molto.
Chi/cosa/dove/quando: Rolando Bianchi/si è abbassato ed ha abbracciato mia figlia/in Sisport/mentre io scattavo loro una foto.
Perché? Per essere allo stesso livello di quella nanetta.
Un gesto normale.
Talmente normale da essere immenso.
“Io mi metto al tuo livello”.
Allo STESSO livello. Non più in alto o più in basso. Allo STESSO livello.
Il linguaggio corporale dice tante cose.
Dice più di quel che la parola esprime, dice la verità… e lo fa senza filtri, senza sovrastrutture, senza ridondanze, senza clamore: NORMALMENTE.
Fateci caso… sarà una piacevole sorpresa capire qualcosa di più sui bipedi che normalmente frequentate…
Così… tanto per augurarvi una buona settimana… e sempre forza Toro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy