L’ultima rete di Belingheri

di Guido De Luca

Non torniamo molto indietro nel tempo quest’oggi. Ripercorriamo l’ultimo confronto del Torino con il Cittadella che è coinciso con la fine del campionato scorso e con l’ultimo gol granata della regular season ad opera di Luca Belingheri. Entrambe le squadre, lo scorso 30 magggio, sono scese in campo con la garanzia di essere approdate ai play-off; il Crotone,…

di Redazione Toro News

di Guido De Luca

Non torniamo molto indietro nel tempo quest’oggi. Ripercorriamo l’ultimo confronto del Torino con il Cittadella che è coinciso con la fine del campionato scorso e con l’ultimo gol granata della regular season ad opera di Luca Belingheri. Entrambe le squadre, lo scorso 30 magggio, sono scese in campo con la garanzia di essere approdate ai play-off; il Crotone, che inseguiva e insidiava il sesto posto occupato dai veneti, si era eclissato nelle ultime due giornate, lasciando il settimo posto al Grosseto. Poteva bastare anche un pareggio, ma per il Torino poteva esserci ancora la possibilità di scavalcare il Sassuolo e giungere quarto. E’ stata partita vera, nonostante le due squadre schierassero le seconde linee che si sono rese protagoniste di una partita vivace e gradevole. Il Torino ha avuto la possibilità di far esordire il giovane promettente Simone Benedetti, autore di una partita senza sbavature, e di schierare dal primo minuto chi aveva trovato poco spazio in precedenza: D’Aiello, Gorobsov, Statella, Belingheri e Salgado; il cileno, in attacco, veniva poi sostituito dal marocchino Arma. Intorno al 20’ giungeva l’unica rete della gara. Un bell’inserimento dell’ex ascolano Luca Belingheri permetteva a quest’ultimo di battere Pierobon del Cittadella con un preciso diagonale. Nonostante la giornata calda, le due squadre hanno continuato a confrontarsi con un’impennata di agonismo nei minuti finali della gara, quando l’arbitro ha concesso un recupero esagerato per una partita che non aveva visto troppe perdite di tempo. Il Cittadella, forse, preso dall’orgoglio e dal desiderio di non perdere, ha chiuso il Torino nella propria metacampo, sfiorando in più occasioni la rete del pareggio che non è giunta grazie ad una coriacea opposizione della difesa granata e ad un paio di interventi decisivi del portiere Morello. La gara si è poi conclusa con un contropiede di Statella che, al termine di uno sfiancante coast to coast, si accasciava al suolo senza riuscire a segnare quella che poteva esser la sua prima e unica rete con la maglia granata. Nei play-off sia il Cittadella, sia il Torino vedevano spegnersi i sogni di una promozione in serie A ad opera del Brescia allenato da Iachini.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy