Non siamo al Fantacalcio!

di Stefano Brugnoli

Lerda oggi anteponeva il risultato alla prestazione, a mio parere però è stata meglio quest’ultima, il Torino ha corso e giocato per tutta la partita, facendo la partita. Imprecisioni, parate del portiere e purtroppo ancora un po’ di supponenza, di questa squadra che sa di essere più forte dell’avversario e per questo non riesce a giocare al 100%, negano la vittoria…

di Redazione Toro News

di Stefano Brugnoli

Lerda oggi anteponeva il risultato alla prestazione, a mio parere però è stata meglio quest’ultima, il Torino ha corso e giocato per tutta la partita, facendo la partita. Imprecisioni, parate del portiere e purtroppo ancora un po’ di supponenza, di questa squadra che sa di essere più forte dell’avversario e per questo non riesce a giocare al 100%, negano la vittoria ai granata in un pomeriggio che a un certo punto li vedeva addirittura sconfitti.
In questa stagione il Toro e la rete per il momento hanno un rapporto molto complicato, rispetto allo scorso anno è aumentata la pericolosità, quest’anno diamo l’impressione di poter far male anche se non lo facciamo, lo scorso anno non davamo mai l’impressione di poter segnare e per fortuna che davanti c’era Bianchi che con le sue reti risolveva il problema.
Tra le due campagne acquisti, estiva ed invernale, Cairo e Petrachi hanno agito come due giocatori di fantacalcio, prendendo molti giocatori che lo scorso anno avevano segnato nel campionato cadetto caterve di gol o comunque avevano avuto una buona percentuale di realizzazione.
In estate Iunco e Sgrigna che avevano segnato entrambi 12 gol, poi Pellicori che ne aveva segnate solo 8 ma in 17 partite che aveva sostituito Bernacci autore di 15 gol, infine in questo ultimi giorni Antenucci che ne aveva segnate nella regular season 24 come Bianchi e Pagano che si era fermato per così dire a 11.
Purtroppo tutta questa abbondanza di reti non si sta riproponendo in questa stagione.
Ovvio che non si possano ripetere i numeri tali e quali sia perché nella scorsa stagione tutti giocavano in squadre diverse e quindi abituati a schemi che probabilmente li mettevano in condizioni di andare a rete, non a caso tutti quanti sono stati tra i primi tre migliori realizzatori nelle rispettive squadre, sia perché Lerda non può schierarli tutti contemporaneamente e non può comunque adottare un modulo che esalti le caratteristiche di tutti.
Il Torino al termine del mercato si trova ad avere un potenziale offensivo enorme e svariate possibilità di schierarlo però ho la sensazione o meglio più che sensazione la certezza che ogni volta avremo almeno un “big” in panchina (cosa buona perchè se fai un cambio entra uno forte e non una mezza calzetta) o un giocatore che giocherà fuori ruolo (cosa meno buona) anche se per i giocatori è più facile accettare la seconda che la prima, mentre dovrebbe essere il contrario…
Se Lerda e la società riusciranno a far capire questo ai giocatori che dovranno ragionare non individualmente ma di “squadra” avremo la possibilità di recuperare posizioni in campionato, altrimenti rischiamo di avere una anarchia totale in attacco con la conseguenza di produrre meno di quanto è possibile fare.
Oggi alla prima post mercato il Torino ha creato parecchie occasioni da rete frutto di una maggior libertà nell’interpretare i movimenti offensivi da parte dei calciatori, piuttosto che di giocate preordinate come succedeva nel periodo novembre dicembre, non a caso il gol ha visto partecipi i quattro “big”…cross di Sgrigna, palla a rientrare di Pagano, tiro di Antenucci e rete di Bianchi sulla respinta del portiere.
Come detto all’inizio rimane il rammarico che questa squadra giochi sempre al risparmio cercando di fare il minimo indispensabile per ottenere il risultato e oggi come a Padova, la reazione al gol subito ha prodotto subito azioni per poi placarsi od esaurirsi una volta ottenuto il gol del pari; un maggior spirito garibaldino o meglio di Cuore Toro penso che ci farebbe vincere più partite, col rischio di perderne qualcuna qua e là.
In attesa che il campo mi smentisca, buttiamo a mare (per non dire peggio) due punti come sabato scorso, con il rammarico (per non dire peggio anche qua) che davanti a noi non vanno forte e chi vince lo fa solo perché l’arbitro dà loro una mano…guarda caso bianconeri che oggi dopo aver subito nel primo tempo hanno avuto una espulsione generosa di un avversario il che li ha avvantaggiati nella ripresa per raggiungere la vittoria fino a lì sicuramente non meritata.

(foto M.Dreosti)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy