Aina e la Nazionale: la Coppa d’Africa può accelerare il calciomercato del Toro

Aina e la Nazionale: la Coppa d’Africa può accelerare il calciomercato del Toro

Calciomercato / C’è la possibilità che Aina salti una parte del ritiro di Bormio a causa della Coppa d’Africa: ecco come cambiano i piani del Toro

di Silvio Luciani, @silvioluciani_
Ola Aina

Al termine di una stagione molto dispendiosa è tempo di vacanze per i giocatori del Toro. Per molti ma non per tutti, però, perché in questi giorni stanno iniziando diverse rassegne internazionali tra cui l’Europeo Under 21, la Coppa d’Africa e la Copa America; tra i convocati ci sono anche 4 giocatori del Torino: Kevin Bonifazi, Sasa Lukic, Tomas Rincon e soprattutto Ola Aina. Il Toro guarderà con particolare attenzione gli impegni internazionali dell’esterno nigeriano appena riscattato, perché potrebbero influenzare anche le strategie di mercato del nuovo direttore sportivo granata.

DATE – Questo perché, delle tre competizioni menzionate, la Coppa d’Africa è quella che finirà più tardi. La finale è fissata per il 19 luglio, data in cui il Torino avrà già terminato la prima settimana di ritiro a Bormio (fissato dal 13 al 27 luglio). I fattori da considerare sono molteplici: innanzitutto bisognerà vedere sino a che punto della competizione arriverà la Nigeria di Aina e soprattutto sarà importante capire se il Torino disputerà i preliminari di Europa League o no. Qualora questa eventualità si concretizzasse, la partenza per il ritiro verrebbe anticipata e Aina potrebbe anche saltarlo interamente.

MERCATO – Questa eventualità potrebbe modificare anche i piani del Toro, perché Europa League o meno, al Torino serve un esterno sinistro. Anche considerando Ola Aina, a Mazzarri manca un sinistro naturale per completare il reparto. A maggior ragione, quest’operazione andrebbe anticipata nel caso in cui Aina saltasse del tutto o in parte il ritiro estivo: il rischio è quello di presentarsi con la coperta corta ai nastri di partenza del campionato o, ancora peggio, ai preliminari di Europa League. Visto, poi, che Parigini dovrà recuperare dall’operazione e che Berenguer piace molto all’Athletic Bilbao, la priorità sul mercato del Torino sarà proprio l’esterno.

Il Senegal supera la Nigeria per 1-0, Ola Aina dalla panchina

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. gpmorano - 3 mesi fa

    Scusate se mi permetto di far notare, quando si parla di ruoli, che puntualmente vengono ignorati certi criteri fondamentali di cui tener conto nell’iper-specilizzazione propria del calcio moderno.
    Partiamo da chi c’è. Izzo è un centrale di destra (ricordate il disastro l’unica volta che fu dirottato a sinistra a gara in corso?) Nkoulou è il perno centrale (da dove dirige pure tutta la difesa) mentre Djidji copre il lato sinistro. Bremer fu acquistato per la destra ma, con Moretti e Djidji out, è stato dirottato a sinistra.
    In questo momento ammetto di non ricordare la collocazione ideale di Lyanco e Bonifazi; non certo a sinistra. Sono indeciso tra le altre due posizioni dove dovrebbero scalzare due pezzi da 90; chi tornerebbe al Toro con la quasi certezza della panchina?
    Come minimo bisognerà attendere che Mazzarri valuti la miglior composizione del terzetto potenzialmente titolare. Con ciò intendo dire che, a parole, si fa presto a dire facile prendere decisioni che facili non sono. In quei ruoli siamo super-coperti, ma chi accetta una sicura panchina se non a cifre d’ingaggio folli come certe squadre che conosciamo?
    Almeno uno dei due, tra Bonifazi e Lyanco, partirà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Tifoso Obiettivo - 3 mesi fa

    Mi raccomando vendiamo Lyanco o Bonifazi eh. Entrambi due spanne superiori a Djidji, ma andrebbe spiegato a Mazzarri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PrivilegioGranata - 3 mesi fa

      Scusa, ma quali certezze hai sul fatto che Lyanco e Bonifazi siano due spanne sopra a Djidji?
      Djidji, prima di farsi male al ginocchio, aveva relegato in panca Moretti, non uno qualunque.
      Tu diresti che Lyanco e Bonifazi sono due spanne (e mezza) sopra Moretti?
      Forse, sarebbe più corretto dire che potenzialmente sono molto forti. Ma come sicurezza di rendimento attualmente Djidji è migliore.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. PrivilegioGranata - 3 mesi fa

    Io mi auguro che la Nigeria non faccia troppa strada.
    Sono invece molto contento di quanto ha fatto vedere Lyanco e della prestazione di Bonifazi di ieri sera, sperando che riesca a mettere in difficoltà Mazzarri.
    Vedremo quali saranno le scelte di mercato: se monetizzare uno dei due per finanziare un acquisto a centrocampo o sulla fascia, oppure tenere entrambi per avere una retroguardia Big Size in quantità e qualità.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy