Calciomercato, per Parigini il Toro è lontano: ma può restare in serie A

Focus On / Dopo un anno a Benevento, il futuro dell’attaccante potrebbe non tingersi più di granata: difficile che faccia un altro ritiro col Torino

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Il Torino sta riflettendo molto sul futuro, conclusosi ormai il campionato di Serie A 2017/2018: ci sono diverse situazioni da risolvere, tra cui quella di Vittorio Parigini, attaccante granata che nell’ultimo anno ha giocato con la maglia del Benevento, squadra che è stata retrocessa in Serie B. Nella complessità della questione, ci sono da affrontare diversi discorsi, tra cui quello del contratto e delle possibilità con la maglia del Torino.

Vittorio Parigini
Vittorio Parigini

RISCATTO – Al momento Vittorio Parigini è un giocatore del Torino, ceduto in prestito con diritto di riscatto (che si sarebbe convertito in riscatto in caso di salvezza, come noto non arrivata) al Benevento, che dunque può decidere se appropriarsi il giocatore o meno. Un’opzione plausibile è che la squadra retrocessa decida di riscattare il cartellino, ma che poi lo rivenda subito, perché l’intenzione del giocatore non è quella di rimanere in Serie B. A fare la corte a Parigini ci sono diverse squadre tra cui il Parma neopromosso, ma anche il Sassuolo e il Bologna: le opzioni per l’attaccante sono molte, e potrebbero concretizzarsi quest’estate.

TORINO – Ciò che sembra sempre più sicuro è il fatto che Parigini non rimanga al Torino. Alcune possibilità restano, ma sono realmente poche. Mazzarri ha fatto chiarezza sull’attacco, dicendo di volere solo quattro giocatori, escludendo di fatto tutti gli altri. Parigini non è propenso, peraltro, a rimanere in una squadra che non punta su di lui e sul suo talento: è giovane, ha bisogno di giocare con continuità e ad alti livelli. La sua storia con il Torino, sembra quindi andare verso una conclusione nonostante sia legato al club granata da un contratto sino al 2020. Se il Benevento non dovesse riscattare il ragazzo entro il 30 giugno, il cartellino tornerebbe dunque in mano al Torino, ma è molto difficile che il ragazzo venga aggregato alla squadra di Mazzarri per il precampionato.

Scatto di Chiara Brunero
Scatto di Chiara Brunero

UNDER 21 – Ma prima di tutti i discorsi legati al mercato, c’è ancora da giocare: infatti Parigini scenderà in campo proprio oggi con la Nazionale Under 21, al fianco di Bonifazi (QUI i dettagli) e compagni per affrontare il Portogallo questa sera alle ore 18:30, in avvicinamento all’Europeo del 2019. Per il giocatore granata sarà una vetrina per potersi mettere in mostra e tornare a parlare nel modo migliore, col pallone tra i piedi.

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. steacs - 3 anni fa

    Se questi sono i fenomeni che sforna la nostra Primavera… praticamente tutti panchinari dalla A alla C, in squadre di secondo piano.

    Bravo Cairo che hai ricostruito anche il vivaio, non ci manca nulla.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13685686 - 3 anni fa

    E se tenevamo parigini al posto di sadiq? Cretino di un serbo mentecatto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. steacs - 3 anni fa

      commento senza senso, ruoli completamente diversi…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. TOROHM - 3 anni fa

    bravo è bravo sia tecnicamente che nel dribbling e nella corsa ma gli manca il fisico.A certi livelli conta molto la forza il calcio oggi è fisico e nel suo ruolo o sei uno come Dybala o Messi che hanno tecnica e tiro dei migliori al mondo oppure fai fatica.Quindi o diventa un mostro con i piedi o diventa più muscoloso.Va bene in una piccola realtà ma non nbelle piazze più esigenti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. user-13657710 - 3 anni fa

    Madama granata- perfetto! Ha appena segnato in Nazionale, e noi vogliamo venderlo! Tenercelo, visto che è ancora sotto contratto con il Toro, e continuare con un prestito, magari in una squadra di serieA, se è vero che ci sono tante richieste? Per cederlo definitivamente c’è sempre tempo. Sono tanti i giovanissimi attaccanti del Toro: io aspetterei a darli via a titolo definitivo e verificherei quale, o quali, tra di essi saranno capaci di emergere veramente. Come già qui letto: Verdi docet!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-13746076 - 3 anni fa

      Concordo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. claudio sala 68 - 3 anni fa

    In effetti Verdi è maturato al Bologna dopo avere girovago per tante squadre. Parigini ha fatto fatica a trovare spazio a Benevento, non credo che a Torino giocherebbe, per cui forse è meglio cederlo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. enricolai68@gmail.com - 3 anni fa

    secondo me una possibilità a merita…..è stato sfortunato col Benevento ma secondo me è valido !!! Eccome !!!
    Mi ricorda la storia di Verdi…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Daniele abbiamo perso l'anima - 3 anni fa

    Qualche anno fa lo voleva mezza Europa e ricordo che Viola e Manchester City avevano offerto 7 MLN !!!! Che gli è successo ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Pimpa - 3 anni fa

    Questo faceva fatica a giocare nel Benevento, altro che alti livelli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fabio - 3 anni fa

      Esatto

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Torello_621 - 3 anni fa

      Ha fatto panchina ovunque come il suo compagno Aramu.

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy