Le operazioni di mercato del Torino: tre riflessioni su Alex Berenguer

Calciomercato / Un’analisi tecnica, economica e anagrafica sulla scelta della società granata

di Andrea Calderoni

VENDITA

TURIN, ITALY – SEPTEMBER 26: Alejandro Berenguer (R) of Torino FC is challenged by Marten De Roon of Atalanta BC during the Serie A match between Torino FC and Atalanta BC at Stadio Olimpico di Torino on September 26, 2020 in Turin, Italy. (Photo by Valerio Pennicino/Getty Images)

Alex Berenguer all’Athletic Bilbao è ufficiale, Gaston Ramirez al Torino ancora no ma ad ore dovrebbe arrivare la buona novella in casa granata. Intanto, ci sono già gli elementi per provare ad analizzare a 360° l’operazione che ha riportato lo spagnolo nella sua terra natìa: il cartellino, infatti, secondo indiscrezioni ricorrenti è stato pagato circa 12 milioni. Il giocatore, con il Bilbao, firmerà invece un contratto di quattro anni: per il comunicato ufficiale del Torino bisognerà probabilmente aspettare le visite mediche.

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. maccabee - 3 settimane fa

    cessione molto logica: buon giocatore ma inutile negli schemi del Toro, uno dei pochi vendibile senza perdere denaro (anzi facendo una buona plusvalenza).
    Zaza e Verdi, purtroppo, vengono da stagioni poco convincenti: una loro cessione sarebbe una pesante perdita economica.
    Quindi finirà così: Zaza in panca (sostituto di Belotti) e Verdi seconda punta.
    E, siamo onesti, non sarebbe neanche malissimo!
    Però, adesso che si è sistemato il 3/4 con Ramirez (di cui sono soddisfatto), è fondamentale acquistare Vera.
    L’obiettivo Andersen, importante ma non fondamentale, è invece subordinato alla cessione di Lyanco, Djidji e Izzo… speriamo bene!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. rksatt_2008673 - 3 settimane fa

    Nel Osasuna giocava esterno di sinistra quasi terzino, nel 352 in Italia può fare solo la terza punta esterna nel 433 perchè ha poco fisico per fare esterno nel 352, quindi ottima cessione, il Napoli lo voleva ai tempi come sostituto di Insigne per me era troppo limitato per coprire qualsiasi ruolo comunque ottimo ragazzo e si è sempre impegnato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. leggendagranata - 3 settimane fa

    Operazione logica. Siamo sinceri, non era un giocatore indispensabile e il prezzo pagato è stato al di sopra delle più rosee aspettative (vista la plusvalenza). Le sue buone prestazioni si contano sulle dita di una mano, nonostante l’ impegno profuso. Ma gratta-gratta di concreto c’ era poco. Colpa del fisico e della discontinuità, dovuta al fatto che tatticamente era difficile da collocare. La tecnica c’ è, ma se lo mettevi a difendere erano guai a offendere spesso perdeva la palla nei contrasti o si intestardiva in un dribbling di troppo, Da trequartista non sapeva come proporsi ai compagni (lo abbiamo visto anche in questo inizio di stagione). Forse in Spagna, nella sua terra, ritroverà almeno quella serenità che spesso in campo gli mancava e che lo portava a sbagliare. Auguri.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. bloodyhell - 3 settimane fa

    il toro aveva necessità di vendere, e ha venduto nell’arco di quest’anno i tre giovani giocatori che avevano più mercato:bonifazi,aina, berenguer. non vende zaza,perchè nessuno lo richiede. facciamocene una ragione. su berenguer nessun allenatore del toro c’ha veramente puntato, è sempre stato utilizzato a sprazzi e in diversi ruoli.in queste condizioni non poteva definitivamente esplodere, ma le qualità a mio avviso le ha.a bilbao non sono scemi, e se hanno spesso 12 milioni per averlo vuol dire che queste qualità le hanno riconosciute. cairo piange sempre miseria,ma al solito con la vendita dei tre giocatori si è portato a casa 35 milioni

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Daniele abbiamo perso l'anima - 3 settimane fa

    Quasi 5 anni di differenza in realtà ..
    Ad ogni modo il problema non è nella cessione di Berenguer “, poco adatto al gioco di Gianpaolo e che in 3 anni ha fatto vedere solo sprazzi di qualità: il problema è che si ha la sensazione che la società stia andando a tastoni in cerca di giocatori adatti a un costo minimo. Torreira, Joao Pedro, Biglia, Barak, Inglese, Petreccione, Vera, Rafinha…stanno cercando non un giocatore in particolare ma solo qualcuno che sappia coprire un ruolo adatto e a un costo da saldo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Fantomen - 3 settimane fa

    Per me sono confusi e nel panico……hanno venduto un giovane su cui avrei puntato…….prima di lui avrei venduto verdi e zaza ……stanno cercando di prendere uno di trent’anni che non mi sembra meglio di berenguer……..vagnati come alla Spal ingaggia solo vecchi esperti che non fanno futuro alla società per i prossimi anni …….non ci sono idee…..quando un ds compra solo giocatori già avuti dal l’allenatore non ha idee conoscenze e capacità…….Spero di sbagliare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Peppe - 3 settimane fa

    Dare via Berenguer e tenere Zaza. Ma stiamo dando i numeri? Ma il duo Vagnati/Giampaolo lavorano PER il Toro o CONTRO il Toro? Berenguer ha sempre dato il massimo di se (anche se non è un fenomeno) ma quello che ci stiamo tenendo, finora non ha fatto vedere nulla degno del Toro. Boh!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Numero7 - 3 settimane fa

      Ma chi te lo compra Zaza!!! Ci spero anche io alla cessione ma per come gioca è da folli acquistarlo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. pic.serg_13664072 - 3 settimane fa

    scusate ma se le date di nascita che avete messo sono giuste gli anni che ballano sono 4,5.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy