Algoritmo, accordo più vicino: Gravina propone di distinguere tra casa e trasferta

Algoritmo, accordo più vicino: Gravina propone di distinguere tra casa e trasferta

Focus on / Secondo la Gazzetta dello Sport, l’accordo Figc-Lega per l’algoritmo che definirebbe la classifica in caso di nuovo stop è più vicino

di Redazione Toro News

Il calcio si appresta a ripartire. Con il sì arrivato dal governo, Juventus-Milan, ritorno di semifinale di Coppa Italia, riaprirà quanto rimasto in sospeso dallo scorso 9 marzo, giorno di Sassuolo-Brescia. Resta però necessario valutare le varie opzioni che potrebbero determinare la classifica in caso di un nuovo malaugurato e presumibilmente definitivo, stop. Come riportato da La Gazzetta dello Sport Nella giornata di oggi, è attesa infatti una nuova assemblea di Lega che avrà come oggetto il tanto discusso algoritmo.

Figc, niente sconti sul protocollo: esclusione dal campionato per chi non lo rispetta

PLAY OFF/OUT – Sembra ormai essere del tutto tramontata l’ipotesi che vedrebbe necessari gli scontri diretti per definire la classifica finale della stagione 2019/2020. C’è però ancora un’eventualità che va tenuta in considerazione: qualora, a causa di una nuova positività o per via di dati relativi all’epidemia non più così confortanti, il campionato non ricominciasse.

Scudetto del 1927, il Covid ferma la commissione: Toro e Bologna attendono un verdetto

LA PROPOSTA – In tutti gli altri scenari, l’ultima parola spetterebbe dunque all’algoritmo. La maggioranza dei club di Serie A propenderebbe per una soluzione basica: la classica media punti. Questa scelta potrebbe infatti livellare le differenze nei calendari delle varie squadre, c’è chi infatti ha disputato partite in più e chi ne ha giocate meno, determinate dall’emergenza sanitaria. La controproposta del presidente federale Gabriele Gravina però, prevederebbe un algoritmo che distinguesse tra le partite in casa e quelle in trasferta. In tal senso, la classifica finale verrebbe dalla «proiezione punti determinata dalla somma delle gare residue in casa e delle gare residue in trasferta moltiplicate per i rispettivi indici di propensione punto (media punti) di quelle validamente disputate». L’ipotesi però ha riscontrato anche pareri contrari. Tra questi, anche Urbano Cairo, che a riguardo si era già precedentemente espresso:“L’algoritmo è l’antitesi del calcio, uno sport bello perché imprevedibile”. In ogni caso, una valutazione della Lega è attesa nelle prossime ore.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy