Derby al Siena, 4-0 al Livorno

Perde colpi e terreno il Novara, che in questa terza giornata di ritorno, si fa soffiare i tre punti dal modesto Cittadella. Non sbaglia invece il Siena, che abbatte senza problemi quello che rimane del Livorno, in un derby che ha visto la doppietta di Calaiò. In zona play-off, fermata la Reggina, che perde a Piacenza ed il Padova, fermato sull’1-1 dal Modena. Ancora vittorioso il Portogruaro di Agostinelli, che dopo la vittoria col Vicenza,…

di Redazione Toro News

Perde colpi e terreno il Novara, che in questa terza giornata di ritorno, si fa soffiare i tre punti dal modesto Cittadella. Non sbaglia invece il Siena, che abbatte senza problemi quello che rimane del Livorno, in un derby che ha visto la doppietta di Calaiò. In zona play-off, fermata la Reggina, che perde a Piacenza ed il Padova, fermato sull’1-1 dal Modena. Ancora vittorioso il Portogruaro di Agostinelli, che dopo la vittoria col Vicenza, sconfigge anche il Sassuolo.

PADOVA-MODENA 1-1: finisce in pareggio la sfida tra le squadre di Calori e Bergodi. La partita viene sbloccata dopo pochi minuti da Vantaggiato, quando trova il vantaggio direttamente da calcio d’angolo, grazie alla complicità del portiere avversario. Dopo dieci minuti il Modena reagisce e trova il gol dell’1-1, grazie a Mazzarani, bravo a trasformare il calcio di rigore concesso per fallo su Pasquato.

VICENZA-GROSSETO 0-1: non si ferma più il Grosseto di Michele Serena, che trova la terza vittoria in altrettante partite. Dopo un  primo tempo senza grandi occasioni, gli ospiti realizzano il gol del vantaggio al 10′ del secondo tempo. A realizzarlo è Defendi,bravo nel colpire al volo il cross di Mora.

PESCARA-TRIESTINA 0-0: Una buona Triestina ferma il Pescara di Di Francesco. Il mister degli abruzzesi lancia dal primo minuto Bucchi, ma i padroni di casa non riescono a trovare la via del gol. Dopo un primo senza emozioni, nel secondo le squadre cercando di portare a casa i tre punti, ma senza troppa convinzione. Pareggio giusto.

ALBINOLEFFE-ASCOLI 1-1: Un punto a testa e classifica ancora ferma. Perde una buona occasione l’Albinoleffe, ancor di più l’Ascoli di Castori, ancora fermo al penultimo posto in classifica. Dopo l’illusorio vantaggio del neoarrivato Feczesin, è Torri a riportare il risultato in pareggio, freddando Guarna con il mancino.

NOVARA-CITTADELLA 2-2 Incredibile pareggio per il Cittadella, capace di fermare la capolista Novara. I piemontesi, orfani di Bertani si portano in vantaggio dopo pochi minuti, con Motta bravo a realizzare il rigore concesso per fallo su Ludi. Gli ospiti provano a reagire, ma il pareggio arriva solo verso la fine del secondo tempo, quando Di Roberto trova il gol dopo una splendida azione personale. La reazione della squadra di Tesser non si fa attendere e dopo soli 4′ ritrovano il vantaggio con l’ex cagliaritano Parola. E nel recupero, quando i giochi sembrano chiusi, ecco il pareggio del Cittadella. A segnare il gol dell’insperato pareggio è Perna, bravo ad approfittare delle disattenzioni della difesa avversaria.

PIACENZA-REGGINA 3-2: partita piena di emozioni in emilia. Nel primo tempo, dopo il vantaggio dei calabresi con Rizzo, la squadra di Madonna ribalta il risultato grazie ai gol di Marchi e Graffiedi. Dopo una brillante prima frazione di gara, nel secondo tempo è Bonazzoli a pareggiare i conti, su calcio di rigore, ritrovando la via del gol dopo più di due mesi. Ma il Piacenza non si accontenta del punto e negli ultimi minuti trova il vantaggio definitivo con Cacia, che scavalca Puggioni con un delicato pallonetto.

SASSUOLO-PORTOGRUARO 0-1: continua il buon momento del Portogruaro, che vince in trasferta portando a casa tre punti fondamentali. Dopo un primo tempo terminato a reti bianche, è Inacio Pià, vecchia conoscenza granata, a portare in vantaggio i suoi, colpendo il pallone di testa sugli sviluppi di un calcio piazzato. Il Sassuolo, superiore sul piano del gioco, nel finale perde le staffe e Noselli viene espulso.

SIENA-LIVORNO 4-0: Incredibile risultato della squadra di Conte nell’atteso derby di Toscana. Dopo un primo tempo equilibrato, i bianconeri vanno in vantaggio con Calaiò dopo soli 12′, bravo a concludere con un colpo di testa. In pochi minuti arriva il raddoppio dei senesi, grazie alla vipera Mastronunzio, bravo a battere Mazzoni con un diagonale. Nel finale, il Livorno si scioglie ed il Siena dilaga. E’ ancora Calaiò, autore di una doppietta, a siglare il momentaneo 3-0. Infine, spazio a Vergassola che segna il poker con un piatto destro.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy