E’ sempre Sau, Padova ko

E’ sempre Sau, Padova ko

Il solito, immarcabile Sau, arrivato al ventunesimo centro stagionale, regala alla Juve Stabia un successo di prestigio nell’anticipo della trentacinquesima giornata di B, che opponeva le Vespe al Padova. Gara divertente fin da subito, tra due squadre che hanno voglia di fare la partita e non sembrano assolutamente accontentarsi del pareggio.

Per gran parte del match i protagonisti sono i due portieri, che a più riprese devono…

di Redazione Toro News

Il solito, immarcabile Sau, arrivato al ventunesimo centro stagionale, regala alla Juve Stabia un successo di prestigio nell’anticipo della trentacinquesima giornata di B, che opponeva le Vespe al Padova. Gara divertente fin da subito, tra due squadre che hanno voglia di fare la partita e non sembrano assolutamente accontentarsi del pareggio.

Per gran parte del match i protagonisti sono i due portieri, che a più riprese devono sbrogliare la matassa. Sontuosi alcuni interventi di Seculin, soprattutto sui tentativi di un Lazarevic ispiratissimo. Quando la partita sembra destinata allo zero a zero allora entra in scena Sau, che a dieci minuti dalla fine viene atterrato in area da Legati: rosso per il difensore e calcio di rigore per la Juve Stabia, che lo stesso attaccante trasforma. In pieno recupero, in contropiede, la rete del definitivo 2-0.

 

JUVE STABIA-PADOVA 2-0

Marcatore: st 35’, 49′ Sau

Juve Stabia (4-4-2): Seculin; Baldanzeddu, Molinari, Maury, Dicuonzo; Mezavilla, Scozzarella (st 32’ Raimondi), Erpen (st 21’ Caserta), Zito; Sau, Mbakogu (st 20’ Danilevicius). A disp. Colombi, Cappelletti, Di Tacchio, Beretta. All. Braglia.

Padova (4-4-2): Perin; Donati, Legati, Trevisan, Renzetti; Bovo (st 45′ Marcolini), Vicente, Franco, Lazarevic; Cutolo, Ruopolo. A disp. Pelizzoli, Portin, Italiano, Jidayi, Succi, Cacia. All. Dal Canto.

 
0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy