E’ una B per tre, Livorno ancora ko col Sassuolo

Atalanta, Novara, Siena, in rigoroso ordine alfabetico. Sono loro le tre regine di questa serie B, che oggi le vede appaiate in vetta alla classifica. Dietro di loro il super Varese, capace di schiantare il Toro davanti al proprio pubblico e consolidare il proprio quarto posto.

ALBINOLEFFE-TRIESTINA 1-1
Albinoleffe e Trestina si accontentano di un punto a testa…

di Redazione Toro News

Atalanta, Novara, Siena, in rigoroso ordine alfabetico. Sono loro le tre regine di questa serie B, che oggi le vede appaiate in vetta alla classifica. Dietro di loro il super Varese, capace di schiantare il Toro davanti al proprio pubblico e consolidare il proprio quarto posto.

ALBINOLEFFE-TRIESTINA 1-1
Albinoleffe e Trestina si accontentano di un punto a testa nel match andato in scena al “Fratelli Azzurri d’Italia”. Seriani avanti con Cocco dopo 22 minuti, ma ci pensa Della Rocca poco dopo a ristabilire la situazione di parità. Un risultato che non cambia più fino al triplice fischio arbitrale.

ASCOLI-GROSSETO 1-2
Comincia nel migliore dei modi l’avventura di Michele Serena sulla panchina del Grosseto. I maremmani si impongono 2-1 sul campo dell’Ascoli, in un fondamentale scontro salvezza. Gara che si sblocca presto, con il diagonale di Mora. L’Ascoli trova il pari con Marino, appena prima dell’intervallo, ma nella ripresa Papa Waigo, altro neo-arrivato, sancisce il 2-1 finale.

CITTADELLA-PORTOGRUARO 1-1
Termina in parità il derby veneto in serie B ma se c’è una squadra che ha più rimpianti per la mancata vittoria essa è sicuramente il Portogruaro. Clamorosa la traversa colpita da Inacio Pià in zona Cesarini, che avrebbe potuto regalare i tre punti ai veneziani. E’, però, il Cittadella a passare in vantaggio, con il primo gol stagionale di Maurizio Nassi. Nella ripresa Altinier, il grande ex, entra e firma l’1-1 definitivo.

EMPOLI-FROSINONE 2-1
Esordio sfortunato per Campilongo sulla panchina del Frosinone. Il tecnico napoletano viene sconfitto per 2-1 dall’Empoli, formazione che aveva allenato durante lo scorso campionato. Illusoria la rete di Cariello per i ciociari, dopo undici minuti di gioco. Nella parte conclusiva del primo tempo sale, infatti, in cattedra il solito Coralli, che con una doppietta ribalta il risultato. Prima con uno splendido colpo di testa, che supera Frattali, e poi su calcio di rigore. Nella ripresa lo stesso Coralli firma anche il tris, annullato però per fuorigioco.

NOVARA-PADOVA 1-1
Senza Bertani e con un Gonzalez distratto dalle voci di mercato, il Novara fatica non poco per riuscire a strappare un pareggio nel match interno contro il Padova. Gli ospiti passano, infatti, in vantaggio nel corso del primo tempo con El Shaarawy, un ’92 dal futuro assicurato. Di ottima fattura il gol, con il trequartista ligure bravo a battere Ujkani con un gran tiro al volo, sul corner battuto da Vantaggiato. Il Novara riesce, però, a trovare il pari ad un quarto d’ora dal termine. La firma è di Porcari, il cui gran tiro dai 30 metri beffa Cano. Vetta della classifica mantenuta, insieme a Siena e Atalanta.

PIACENZA-MODENA 0-2
Dopo aver battuto una settimana fa il Novara, il Modena si conferma anche lontano da casa. Nel derby emiliano, contro il Piacenza, i gialloblù si impongono per due reti a zero, con pieno merito. Apre le danze alla mezz’ora Gilioli, che finalizza nel migliore dei modi una splendida azione corale. A metà ripresa è, invece, Cani a trovare il raddoppio, deviando la punizione battuta da Giampà. Situazione di classifica che torna a farsi complicata per il Piacenza, mentre la formazione di Bergodi prova ad allontanarsi definitivamente dalle zone calde.

SASSUOLO-LIVORNO 1-0
Il Sassuolo si conferma la vera bestia nera del Livorno in questo campionato di B. Dopo l’incredibile poker subito al debutto stagionale, questa volta i labronici si arrendono nella battute finali della partita. Decisiva la rete messa a segno da Troiano, bravo a mantenere la freddezza sotto porta e battere imparabilmente De Lucia. Il Livorno interrompe la serie di tre vittorie esterna consecutive.

VICENZA-ATALANTA 1-1
Botta e risposta nel giro di un minuto tra Vicenza e Atalanta, nel primo turno del girone di ritorno. Dopo un primo tempo in cui le due squadre si controllano, l’Atalanta trova il vantaggio al minuto 72 con Tiribocchi, autore di un grande gesto atletico sull’invito di Bonaventura. La reazione dei biancorossi è, però, veemente e il risultato torna in parità dopo appena un minuto. Merito del difensore Schiavi, che compie un incredibile coast-to-coast e beffa Consigli con un preciso tiro a girare, sul quale il portiere nerazzurro non può nulla. Da segnalare, inoltre, il debutto di Marilungo con la maglia dell’Atalanta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy