Il Toro è imbattuto nelle ultime tre gare contro la Lazio

Il Toro è imbattuto nelle ultime tre gare contro la Lazio

Verso Lazio – Torino / Il ricordo della passata stagione vede i granata conquistare quattro punti nelle due partite.

di Redazione Toro News

Mai una sconfitta per i granata nella scorsa stagione: all’andata finì 1 a 1, mentre al ritorno, sotto un manto di neve, il Toro si impose per 1 a 0.

ANDATA 2012 –  Il giorno di Halloween del 2012 andava in scena la partita Lazio – Torino all’Olimpico di Roma. Il Toro arrivava da una brutta sconfitta in casa contro il Parma per 1 a 3, da un pareggio contro il Palermo e da un’altra sconfitta contro il Cagliari, non un buon momento insomma. L’allora allenatore della squadra di casa, Petkovic, schierò una formazione molto offensiva con tre punti sentendo già il sapore della vittoria contro una neopromossa. Ma, purtroppo per lui, questa neopromossa aveva un grande cuore, quello del capitano, Kamil Glik che al decimo minuto superò Bizzarri e firmò il suo primo gol in Serie A. La reazione della Lazio arrivò all’inizio del secondo tempo, quando Mauri, al 57esimo minuto, depositò il pallone del pareggio dietro le spalle di Gillet. La partita finì così, 1 a 1.

RITORNO 2013 – 17 marzo 2013, sotto una fitta nevicata, andava in scena la 29esima giornata di campionato e il Toro ospitava la Lazio all’Olimpico. Lo 0 a 0 persiste, la partita è molto condizionata dalla neve, infatti al 77esimo minuto, il gioco viene interrotto per quattro minuti al fine di rendere più agibile il campo. In questa breve sosta, Ventura decide di togliere Barreto e far entrare in campo Jonathas, giocatore preso dal Pescara, il quale non si era messo molto in luce fino a quel momento. Neanche a dirlo, il nuovo entrato legge benissimo la palla battuta dal calcio d’angolo e infila un gol pesantissimo ad un incolpevole Marchetti, primo gol anche per Jonathas in Serie A.

UNA CURIOSITA’ – Sembra quasi una maledizione, ma da un anno a questa parte, le reti realizzate da Torino alla Lazio provengono tutte da giocatori che fino a quel momento non avevano mai segnato nella massima serie italiana, sarà forse il turno di Vesovic o Tachtsidis?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy