Marino: “Il ritorno in campo sarà una roulette russa. Contratti in scadenza? Non escludo cause”

Marino: “Il ritorno in campo sarà una roulette russa. Contratti in scadenza? Non escludo cause”

Le parole / Il responsabile dell’area tecnica dell’Udinese commenta i temi principali in vista del ritorno in campo

di Redazione Toro News

Intervenuto ai microfoni di Sky Sport, Pierpaolo Marino – responsabile dell’area tecnica dell’Udinese – ha parlato dei principali temi di attualità. In primis si è focalizzato sulla ripresa del campionato: “Alla variabile dei tre mesi senza allenamenti e quella di giocare ogni tre giorni si aggiunge anche quella dei possibili infortuni. Sono variabili folli in quella che sarà una roulette russa“.

Torino, parla Vagnati: “Colpito dai giocatori più giovani. Ora tutti uniti per la salvezza”

MERCATO – Marino poi parla del calciomercato che sarà e di quali difficoltà si potrebbero affrontare: “Sarà un mercato con parametri diversi, le strategie saranno altre e i prezzi caleranno. Ci saranno molti scambi e prestiti. Sono nato con il mercato che durava 15 giorni e le squadre in due settimane dovevano programmare tutto. Io sono a favore di un mercato corto e credo che il prossimo durerà soltanto un mese“. Continuando sul tema prestiti aggiunge: “Ogni caso fa storia a sé. Trattare il prestito di un giovane è diverso rispetto a quello di un giocatore titolare in Serie A. Non si possono comunque ritesserare, quindi i giocatori resterebbero fermi fino a settembre, dallo scorso marzo. Non so in quanti possano concedersi questo lusso. Ci sono avvocati pronti ad agire per la tutela dei giocatori. Quelli a scadenza sono un problema grosso e mi aspetto qualche causa. Non possiamo imporre a un giocatore di prolungare un contratto scaduto. Non escludo che qualche tesserato non si accordi per restare“. In conclusione, alla richiesta di una previsione sul calciomercato dice: “Sarà sorprendente“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy