Parigini, esordio col botto. Aramu mostra già la sue qualità.

Parigini, esordio col botto. Aramu mostra già la sue qualità.

Italia Granata, speciale Coppa Italia / Buona la prima per Alfred Gomis e Chiosa, esordisce anche Ientile, confermato Comentale. Impresa di Antonino Asta che sbanca Livorno e può sognare il Toro…

di Diego Fornero, @diegofornero

Si è giocato, tra ieri e l’altro ieri, il secondo turno preliminare di Coppa Italia, che ha visto protagoniste le formazioni di Lega Pro che avevano già superato il primo turno, opposte a club di Serie B. In campo, tanti giovani del Torino in prestito.

SCAGLIA – BARRECA – Il Cittadella parte col piede giusto, facendo fuori il Pontedera per 2-1 con la rete decisiva dell’ex granata Alessandro Sgrigna. Titolarissimo tra i granata di mister Foscarini, il difensore Filippo Scaglia (’92), in comproprietà con il Torino, mentre deve accontentarsi della panchina Antonio Barreca (’95), laterale mancino appena fuoriuscito dalla Primavera. Buona la prova del centrale difensivo, che presidia bene la zona e si fa sentire su tutti i palloni che passano dalle sue parti.

GOMIS A. – CHIOSA – Buona la prima per la banda granata ad Avellino: sia il portierone Alfred Gomis (’93), sia il difensore Marco Chiosa (’93), entrambi in prestito in Irpinia, giocano titolari nella vittoria per 2-0 contro l’Unione Venezia. Mister Rastelli schiera l’estremo difensore di origine senegalese tra i pali, che gli restituisce una prova di grande attenzione, come ci aveva abituato a Crotone; il difensore di Cirié gioca, invece, centrale sinistro nel 3-5-2, lo stesso modulo dei granata, offrendo un’ottima prestazione e sfiorando anche la rete. Decisamente un ottimo inizio. Al terzo turno, il prossimo 24 agosto, i due se la vedranno contro il Bari di Alen Stevanovic.

IENTILE – Prima da titolare per il difensore Andrea Ientile (’95), in prestito al Sudtirol, nella più che ostica cornice del “Massimino” di Catania. Marcare l’ex granata Alessandro Rosina non è certo una passeggiata, ma Ientile, in campo per tutti i 90 minuti, offre comunque una prova convincente, alla sua prima partita in carriera tra i professionisti. Alla fine, però, la spuntano gli etnei: basta la rete dell’ex Verona, Martinho, per vincere 1-0 e meritarsi il terzo turno contro il Cagliari.

SUCIU – Fuori con il suo Crotone il centrocampista rumeno Sergiu Suciu (’90), in prestito dal Torino: il mediano parte titolare e segna anche una delle reti dei suoi dal dischetto ma, dopo lo 0-0 nei tempi regolamentari, la lotteria dei penalties premia un’ottima Casertana. Esordio incoraggiante per il mediano di scuola granata… Che sia la stagione buona per lui?

GYASI – Ancora una panchina per Emmanuel Gyasi (’94), attaccante in prestito dal Torino, al Pisa: i toscani superano 2-1 il Carpi con le reti dell’ex meteora granata Rachid Arma e con il sigillo di Giuseppe Giovinco, fratello del bianconero Sebastian, meritandosi il terzo turno contro l’Atalanta. Chissà se contro gli orobici ci sarà spazio per l’attaccante ghanese…

COMENTALE – Parte dalla panchina nel Como, Alessandro Comentale (’95), regista “tascabile” in uscita dalla Primavera granata. Il centrocampista subentra al 55′, e gioca una gara attenta ed ordinata, con il risultato fermo sullo 0-0 contro il Frosinone di Roberto Stellone. Ci vorranno i rigori (cui Comentale non prende parte) per decidere la vincitrice, ed alla fine saranno proprio i lacustri a spuntarla per 3-1, meritandosi un terzo turno da sogno contro la Sampdoria a Marassi.

PARIGINI – Esordio ufficiale per Vittorio Parigini (’96), attaccante di scuola granata in prestito al Perugia: il giovane talento di Moncalieri entra in campo all’80’, quando i suoi conducevano già per 1-0 sul Feralpi Salò, grazie alla rete dell’ex Roma, Rodrigo Taddei. Vittorio fa subito valere le sue qualità: all’87’ si invola, infatti, in area bruciando il proprio marcatore e serve splendidamente il compagno Falcinelli che può insaccare il 2-0 che chiuderà l’incontro, qualificando il Grifo al terzo turno contro lo Spezia. Esordio con assist, davvero non male per l’Azzurrino Under 19, anche quest’anno il più giovane della “truppa” del nostro “Italia Granata”.

GOMIS L. – ARAMU – Il Trapani cede, a sorpresa, 2-1 in casa alla Cremonese, e manca la qualificazione al terzo turno. Solo panchina per Lys Gomis (’89), che cede il posto tra i pali al portiere rumeno Richard Marcone; in campo da titolare, invece, Mattia Aramu (’95), autore di un’ottima prova, nonostante il risultato. Il fantasista in uscita dalla Primavera resta in campo per 90 minuti: al 33′ sua una buona conclusione parata dall’estremo difensore grigiorosso; al 10′ della ripresa una sua bella punizione pennellata per la testa di Mancosu viene respinta, ancora una volta, dal portiere cremonese Venturi; stesso copione al 35′ del secondo tempo, ancora una volta assist per Mancosu che viene respinto miracolosamente dal portiere ospite. Si chiude così l’avventura in Coppa Italia del giovane granata, ma l’inizio è più che incoraggiante. Per quanto riguarda Gomis, ovviamente, la speranza è di vederlo titolare in campionato.

STEVANOVIC – Un problema al polpacco fa saltare ad Alen Stevanovic (’91) la prima gara ufficiale del Bari, al “San Nicola”, contro il Savona. I galletti, però, vincono 2-1 e se la vedranno al terzo turno contro l’Avellino di Gomis e Chiosa: il “derby” tra granata è soltanto rinviato.

ALLENATORI – Se l’ex mister della Primavera del Torino, Beppe Scienza, cede 2-0 col suo Feralpi Salò allo straripante Perugia, l’impresa di giornata la compie Antonino Asta, che, con la sua Bassano Virtus, in rimonta, si concede il lusso di strapazzare 4-2 all’“Armando Picchi” il Livorno, meritandosi il big match contro la Lazio. Da segnalare che proprio il Torino, agli Ottavi di finale, incontrerà la vincente tra i veneti ed i biancocelesti: ovviamente la squadra di Pioli è la favorita d’obbligo, ma sicuramente sarebbe più che divertente immaginare una sfida tra il Toro ed uno dei suoi più grandi giocatori (e allenatori) del passato recente…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy