Serie A, c’è l’accordo per i contratti in scadenza. I dettagli

Serie A, c’è l’accordo per i contratti in scadenza. I dettagli

Campionato / Il protocollo sarà messo nero su bianco tra domani e martedì, dopodiché serviranno accordi ad hoc, ma le trattative saranno agevolate dopo l’intesa trovata

di Marco De Rito, @marcoderito

Risolto il rebus contratti. Secondo quanto riporta il Corriere dello Sport, l’accordo è stato trovato ieri mattina in conference call con i dirigenti della Lega al fine di avere spiegazioni sul protocollo d’intesa circa il prolungamento dei contratti dei calciatori in scadenza fino al 31 agosto. Il protocollo sarà messo nero su bianco tra domani e martedì, dopodiché serviranno accordi ad hoc, ma le trattative saranno agevolate dopo l’intesa trovata.

De Silvestri e Ansaldi, prima il campo e poi i rinnovi. Vagnati: “Adesso è il momento di fare”

I TERMINI – Entrando nei dettagli dell’accordo, i calciatori non potranno chiedere soldi extra per i due mesi in più di competizione, in quanto le società non taglieranno gli stipendi la prossima stagione, nonostante si giocherà due mesi in meno. Diversa la situazione per i giocatori in scadenza che non hanno ancora depositato un contratto per la prossima stagione. Potrebbero chiedere un’integrazione, ma è più probabile che sigleranno un nuovo contratto bimestrale con l’attuale club in cui sono tesserati.

TORINO – Un discorso che interessa particolarmente anche i granata, che hanno ancora una serie di discorsi in ballo. Tengono ancora banco i discorsi relativi ai rinnovi di Ansaldi e De Silvestri. Su quest’ultimo ci sarebbe l’attenzione del Bologna di Mihajlovic e il rischio per il Torino di perderlo a zero è concreto. Per questo motivo sono attese in casa granata novità e ufficializzazioni per poter iniziare a lavorare ai contratti dei giocatori in scadenza con tempestività.

 

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. altoro - 3 mesi fa

    Personalmente auspico il rinnovo contrattuale del duttile calciatore argentino. E’ un dato oggettivo che si tratta di uno dei pochi “piedi buoni”, sotto l’aspetto tecnico che Mister Longo ha a disposizione. Immagino che nel rush estivo di questo ultimo terzo di campionato l’idea di Longo è quella di dosare il suo preziosissimo apporto in quanto a causa dell’incognita della condizione fisica ad oggi non sembra in grado di giocare con continuità alla frequenza di tre/quattro giorni di intervallo temporale tra una partita e quella successiva.
    Nell’ottica di questo imminente “tour de force” estivo, in considerazione della rosa ridotta all’osso, sotto l’aspetto numerico, alla quale si sono aggiunte le recenti defezioni, causate dai rispettivi infortuni, di Verdi e Baselli, è assolutamente oggettivo e, aggiungo, inevitabile … affidarsi anche all’applicazione di DeSilvestri.
    In questo forum ho ampiamente espresso l’opinione personale sul trentaduenne terzino romano e, quindi essendo oggettivo lo stato di emergenza contingente della squadra granata, personalmente faccio di necessità virtù auspicando che lo stesso DeSilvestri sia finalmente in grado di aumentare la frequenza di parabole funzionali alle decisive finalizzazioni del “Gallo” Belotti, come d’altronde saltuariamente è accaduto sino ad oggi. Ribadisco, che in ogni caso rimango della convinzione che a fine stagione lo svincolo contrattuale a parametro zero di DeSilvestri costituisce per le casse della Società TORINO F.c. una reale opportunità e non assolutamente un rischio, in considerazione del suo ingaggio milionario. Personalmente condivido un alta percentuale dei post della gentile Madama Granata ma ritengo che, nel caso specifico, relativo alla questione dei contratti in prossima scadenza accostare il profilo umano e la carriera agonistica, giunta al termine la scorsa stagione,del grandissimo Moretti a quella di un umile quanto modesto,sotto l’aspetto tecnico seppure profumatamente pagato, sotto quello economico, difensore quale appunto DeSilvestri è un autentica “bestemmia” che avrei evitato assolutamente di leggere. Aldilà delle varie opinioni libere che all’interno del dibattito di un forum si possono contrapporre su un determinato calciatore del nostro amato Toro, concludo con la consueta citazione del nickname personale, ossia Alè TORO !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Toroaddosso - 3 mesi fa

    Una società seria ad occhi chiusi deve rinnovare certi contratti!!! Ma ahimè non è così seria l’attuale società, al soggetto sovversivo milanista di M. Faccendiere non interessa niente del Toro e del suo mondo, e di conseguenza la granatizzazione di giovani con conseguente guadagno da parte della società e non solo in campo economico, ma anche calcisticofatta da gente seria che può insegnare certi valori, ma già tutto questo al piccolo uomo faccendiere non interessa!!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Madama_granata - 3 mesi fa

    Io il contratto a De Silvestri ed Ansaldi lo rifarei subito!
    Servono i senatori in una squadra, particolarmente se e quando sono attaccati ai colori granata: seri, intelligenti, istruiti, lavoratori, esempio per i più giovani, pacieri e consiglieri nello spogliatoio, stimati ed amati dai colleghi!
    Il caso-Moretti insegna: nel suo ultimo anno da giocatore, quando i giovani si sono infortunati o sono andati in crisi di prestazioni, chi si è caricato la difesa del Toro sulle spalle, offrendo sempre eccellenti prestazioni, e mettendoci l’anima???
    Spero che Vagnati e Cairo non si lascino scappare né De Silvestri (32 anni non sono poi molti!), né Ansaldi: sarebbe, secondo me, l’ennesimo errore.
    Li rimpiangeremmo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy